Fascicolazioni muscolari e dolori

Gentili dottori, vi vorrei chiedere se dopo un ricovero ospedaliero, dove ho fatto risonanza magnetica cervicale , encefalica e midollare, risultate negative, dopo i potenziali evocati risultati superiori alla norma e dopo una elettromiografia risultata negativa, si può escludere una diagnosi di sla, anche se ho fascicolazioni muscolari diffuse da diversi mesi, dolori alle ginocchie e avvolte alle braccia appesantite, oltre ad una certa debolezza muscolare? Non riesco più a fare sport se non avendo dolori il giorno successivo e non sò a cosa attribuirli, anche se ho un'usura cartilaginea non di poco conto, menisco usurato e gonartrosi. Secondo il neurologo ospedaliero che mi ha fatto fare altri esami( hiv, miastenia, esami autoimmuni, cpk, tutti negativi ) il caso sarebbe chiuso con diagnosi di sindrome di fascicolazioni benigne, ma un altro neurologo che mi ha fatto solo visita ed un emg risultata buona ma non eccezionale, riferisce di un possibile danno motoneuronale e i dolori alle ginocchia sarebbero di origine neurologica. Sono in tilt. Che ne pensate? Come devo comportarmi ancora? a Quale struttura rivolgersi?
Grazie anticipatamente
[#1]
Dr. Alessandro De Monte Neurologo 90 3
Buongiorno, in effetti le fascicolazioni possono presentarsi anche isolatamente senza alcun significato patologico.
La visita neurologica e la batteria di esami che ha eseguito dovrebbero essere sufficienti a tranquillizzarla, ma nel caso non fosse così, non potrei che reindirizzarla in una struttura neurologica, cercando, eventualmente un centro specializzato per le malattie neuromuscolari. Credo nella sua regione sia a Bari, ma verifichi.

Dr. Alessandro De Monte

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test