Utente
Buonasera, mi chiamo Peppe e ho 27 anni, cerco di raccontare brevemente la mia storia, circa 45 giorni fa ho iniziato ad accusare dolori alle gambe (piu la sinistra a dire il vero) con annesse, continue fascicolazioni, tremori, senso di debolezza, più passava il tempo e più le fascicolazioni e i fastivi si facevano intensi soprattutto dietro i polpacci.

Ho subito effettuato una visita neurologica e una EMG completa agli arti inferiori con esito negativo. Ho effettuato analisi del sangue mirate tra cui CPK anche li tutto nella norma.

Allora il medico mi ha prescritto una risonanza magnetica alla colonna vertebrale e il referto dice quanto segue:
- Si evidenzia un'ernia discale a sede posteriore meridiana e parameridiana dx, in dubbio conflitto con la radice emergente di S1 omolaterale, a livello del tratto di passaggio L5 S1, con associato restringimento del diametro del canale spinale.

_Marcata protusione discale a sede posteriore mediana con associata osteofitosi marginale, restringimento del diametro del canale ed ipertrofia delle faccette articolari, a livello del tratto di passaggio di L4 L5

-Bulging del disco intervertebrale con massima espressione del lato dx, restingimento del diametro del canale spinale ed ipertrofia delle faccette articolari, a livello del tratto di passaggio di L3 L4.

tutto ciò può giustificare i miei sintomi??
Tra le altre cose oggi da un paio di giorni a questa parte le mie braccia iniziano seriamente a farmi male, sento dei bruciori ai bicipiti quando sollevo pesi anche minimi, e le braccia iniziano a tremarmi in continuazione, e da ieri le fascicolazioni sono iniziate anche nell'avanbraccio e nel bicipite stesso!!
Oggi ho cercato di sollevare una bottiglia d'acqua da un litro e mi sembrava pesasse 300 kg e tutto il braccio mi bruciava in maniera strana.

Inizio ad avere il terrore della SLA e della SM, ormai non dormo e non mangio più l'ansia e la paura hanno preso pieno possesso di me, esistono altri esami che posso fare per convincermi del contrario??
Quale è il vostro parere??

Grazie anticipatamente.

Giuseppe

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

una parte dei Suoi sintomi si potrebbe giustificare con le alterazioni riscontrate a livello della colonna lombare (la RM l'ha fatta a tutta la colonna vertebrale o soltanto al tratto lombo-sacrale?).
Le consiglierei una valutazione neurochirurgica soprattutto in relazione al restringimento del canale spinale.
Al persistere della sintomatologia due-tre mesi potrebbe ripetere la visita neurologica e l'EMG, a meno che non abbia indicazioni più precise dal neurochirurgo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo dott. Ferraloro,

La ringrazio per la tempestiva risposta. La RM l'ho fatta a tutta la colonna e anche lì sono state riscontrate alcune problematiche ma il medico dice che sono di minor conto le riporto il referto completo:

-Bulging del disco invertebrale con associato minimo restringimento del diametro del canale spinale, a livello del tratto di passaggio C3 C4

-Altro bulging del disco intervertebrale con associata osteofitosi marginale a livello del tratto di passaggio C4 C5 ed ipertrofia delle faccette articolari

-minima protusione discale a sede posteriore mediana a livello C5 C6 con massima espressione del lato dx ed ipertrofia delle faccette articolari.

-Bulging del disco intervertebrale con massima espressione dal lato dx e restringimento del diametro del canale spinale, a livello del tratto di passaggio di TH12 L1

-altro bulging del disco intervertebrale interessante ambedue i recessi laterali e restringimento del diametro del canale spinale, a livello del tratto di passaggio di L1 e L2

tutto ciò da sommare a quanto le ho postato precedentemente.

Dopo la visita neurologica e l'EMG negativa lei si sente di escludere malattie quali sla e sm?

Il neurologo sostiene che parte dei miei sintomi sono dovutiin parte alla colonna (la maggior parte a suo dire) e in parte sono solo somatizzazioni ansiose lei è d'accordo con tale diagnosi?

La ringrazio per l'attenzione e mi scusi per la lughezza del post.

Cordialmente

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Peppe,

ciò che Le ha detto il neurologo potrebbe benissimo essere vero in quanto ha l'indubbio vantaggio di averLa visitata. A distanza non è possibile escludere nulla ma una visita neurologica negativa ed un EMG negativa escluderebbero la SLA in quanto in questa condizione quasi sempre si trovano delle alterazioni all'esame neurologico. Per la SM l'EMG non è un esame diagnostico importante e non ci dà informazioni utili al riguardo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Gentilissimo dott. Ferraloro,

lo psichiatra mi ha prescritto una cura a base di xanax e deniban in quanto a suo dire lo stato depressivo e le somatizzazioni erano arrivate a dei livelli preoccupanti e i dolori e i fastidi alle braccia sono migliorati.

Restano però le fastidiose e continue fascicolazioni ai polpacci e alle cosce con sporadiche manifestazioni alle braccia,

inoltre ho la netta sensazione che la massa muscolare delle cosce si stia pian piano affievolendo, secondo Lei potrebbe essere causato dalle protusioni, bulging e ernie che ho nella zona lombare? o è semplicemente frutto di un mio netto dimagrimento, ho perso già 6 kg?

Continuo ad avere paura delle SLA, Lei mi consiglia ulteriori accertamenti per escludere definitivamente questa maledetta malattia del motoneurone?

Inoltre per ragioni di controllo periodico il 23 di Aprile scorso ho eseguito una RM encefalo dato che in passato ho avuto problemi di crisi epilettiche e dalle immagini e dai referti non sembra emergere nulla di preoccupante riguardante placche o problemi legati a malattie neurodegenerative, secondo Lei può essere ancora attendibile dato che i primi sintomi si sono manifestati a fine agosto?

Grazie anticipatamente

Cordialmente

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una RM encefalica di aprile non ritengo sia attendibile considerato che la sintomatologia è insorta a fine agosto ma non mi pare che ci siano sintomi che potrebbero giustificare una ripetizione dell'esame.
Come Le avevo consigliato faccia la visita neurochirurgica, poi, in base a questa, si deciderà se effettuare un'ulteriore visita neurologica corredata da EMG.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro