Utente 165XXX
Buongiorno dottori, vi scrivo per sottoporvi il caso di mia nonna, una donna di 74 anni che gode in generale di buona salute (se non fosse per la Burning Mouth Syndrom che le da molto fastidio). E' capitato già negli anni passati che mia nonna cadesse improvvisamente senza però perdere i sensi. Mi spiego meglio. Lei poco prima si sente un po' strana, ma non ha giramenti di testa, nè vertigini, nè altri sintomi, ma improvvisamente, mentre svolge una qualunque normale attività quotidiana (ad esempio fare il caffè) cade a peso morto per terra senza assolutamente perdere i sensi, cioè lei è cosciente del tutto, ma si sente "sprofondare", dopochè si alza e si sente solo un po' stordita . Abbiamo fatto esami al cuore (ECG, ECODOPPLER anche a colori, ECOCARDIO, HOLTER 24ORE, PROVA SOTTO SFORZO) e tutto risulta perfettamente nella norma. Abbiamo fatto anche una TAC e una visita neurologica, ovviamente esami del sangue, insomma, nulla. I medici hanno parlato di sincope, qualcuno ha parlato di problemi al labirinto, ma nessuna diagnosi precisa. Vorrei sapere cosa ne pensate e secondo voi di cosa si potrebbe trattare. Pensate che ci sia da allarmarsi? Grazie mille, Dolores.

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Caro utente,
la improvvisa caduta a terra senza malore precedente ed a coscienza conservata si verifica per risoluzione improvvisa e transitoria del tono e della forza degli arti inferiori. Quindi questa riprende a breve. Dai soli dati clinici da lei riferiti la diagnosi formulabile a distanza è quella di: DROP ATTACK. Questa dipende da un transitorio del flusso ematico a livello della circolazione vertebro-basilare (che irrora la parte postero-inferiore dell'encefalo). Tale insufficienza di flusso ematico della circolazione vertebro-basilare solitamente dipende dalla compressione che le arterie vertebrali (già ipoplasiche ovvero piccole per loro narura) subiscono da parte di una colonna cervicale disco-artrosica. Il deficit può essere evidenziando confrontando due esami di facile esecuzione: 1)semplice RX colonna cervicale, e 2)EcoDoppler VSA (VSA=vasi sopra aortici) che sua nonna ha già eseguito ma che deve essere integrato con la così detta "manovra di Roose" ovvero la esplorazione del flusso ematico nelle arterie vertebrali durante manovre forzate di iper-estensione e rotazione del capo sul collo (movimenti questi durante i quali avviene la compressione con restringimento e conseguente insufficienza di circolo delle suddette arterie). Cerchi un bravo neurologo dal quale far seguire sua nonna.
Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 165XXX

Grazie mille per la risposta dottore, faremo gli esami da lei indicati, dice che posso stare tranquilla? A parte il pericolo di una brutta caduta, c'è da preoccuparsi? La nonna prende anche Cardioaspirin, speriamo non le capiti più... Grazie :)