Utente 262XXX
Salve,
Oggi pomeriggio mi sono accorta guardandomi allo specchio che simulando un sorriso aperto cioè distendendo le labbra facendo vedere i denti serrati, il lato sinistro del labbro inferiore non faceva vedere i denti inferiori mentre quello di destra sì. solitamente invece il mio sorriso è regolare. ho iniziato a fare smorfie e risultava sempre la parte sinistra più tirata e meno elastica ai movimenti rispetto alla parte destra. Di muoversi si muove quindi se sorrido e faccio smorfie reagisce ma fino ad un certo punto poi la sento come se la sforzassi...quindi non è rilassata come la parte destra.

la guancia sinistra la sento formicolare e fredda così come fronte testa collo e mascella e braccio dalla parte sinistra, sento anche la pupilla dell'occhio sinistro freddo e ho una sensazione di addormentamento zona guancia bocca e labbra sempre allo stesso lato, come se avessi fatto una anestesia dal dentista (anche internamente alla guancia sento che la parete sbatte nei denti) o come se avessi la pelle secchissima che quindi "tira". Poi più tocco con le mani la faccia, più muovo il collo più faccio smorfie e più sento fastidio e formicolii.anche il labbro superiore sinistro lo sento sensibile.
c'è da dire che sto molto al pc con posture non corrette e che soffro d'ansia.

aggiungo che circa una settimana fa mi sono alzata di mattina dal letto per chiudere la serranda ma non riuscivo a mantenere l'equilibrio ma non avevo vertigini, poi comunque durante la giornata camminavo tranquillamente (anche se avevo una sensazione non di giramento di testa ma di instabilità quando stavo in piedi, giorni dopo è passato tutto.) e così, suggerita anche dalla guardia medica a cui avevo chiesto consulto telefonico, l'ho associato a cervicale o a labirintite o a pressione bassa. ad ogni modo non mi era mai successo.
Può essere correlato? Ho fatto le analisi del sangue qualche giorno fa, quindi dopo l'evento, per controlli generici e risulta solo anemia.

Comunque questa sensazione di freddezza alla guancia e in genere al lato sinistro con questa piccola resistenza del labbro mi deve far preoccupare? la percezione di insensibilità facciale è solo una sensazione credo perchè se punzecchio con le unghia sento il dolore.
La bocca da chiusa però non è storta e a parte la sensazione brutta di gonfiore al lato sinistro riesco a parlare bene (dicono). Gli occhi li chiudo. mi sento i muscoli del colloun pò rigidi ma credo sia perchè mi sto preoccupando.

E' da ore ormai che ho questa cosa anche se forse sta diminuendo (se sorrido mi sembra più disteso). Chiedo a voi cosa potrebbe essere (se una questione neurologica o solo ansia somatizzazione nevralgia ecc)...grazie e attendo vostra cortese risposta.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

ha notato se l'apertura degli occhi è simmetrica o un occhio resta più aperto quando abbassa le palpebre?
Ha problemi durante la masticazione, per es. il cibo resta tra le gengive e la guancia o bevendo fuoriesce un pò d'acqua dall'angolo delle labbra?
Il disturbo dell'equilibrio si è ripetuto?
Mi faccia sapere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 262XXX

Grazie per aver risposto. Dunque gli occhi da socchiusi, chi mi guarda, dice che sono simmetrici comunque gli occhi li chiudo entrambi. ho mangiato ieri a pranzo (di sera per la preoccupazione non ho toccato cibo) prima cioè di accorgermi della bocca e non ho riscontrato anomalie; ho bevuto acqua fino a questa notte ma non fuoriesce.
tra l'altro ho gonfiato le guance come se dovessi soffiare trattenendo l'aria e non fuoriesce aria dalla bocca le labbra sono chiuse.
L'equilibrio in quel modo non l'ho perso più, quei sintomi si sono verificati solo appena alzata dal letto perchè infatti durante la giornata stavo in piendi avevo solo sensazione più che altro di instabilità.

Ieri forse per la preoccupazione mi è venuto un dolorino un paio di volte alla testa, prima da un lato e poi dall'altro lato (zona tempie) ma momentaneo cioè è durato pochissimo non l'ho avuto per tutto il giorno e non era emicrania.
Oggi mi sono svegliata e ho mal di collo e tira anche la testa a livello superficiale quindi tipo la cute, ma non mi fa male. Mi sento sempre la sensazione di scecchezza e formicolio un pò diffusa. le labbra, da chiuse vedo il labbro inferiore destro un pochino più sceso dalla parte destra come se fosse gonfio.Ma se lo faccio vedere in casa dicono che non se ne accorgono. A bocca socchiusa, il "sorriso" è quasi normale è credo migliorato rispetto a ieri ma sempre un pò più giù a destra e su a sinistra, sempre la parte inferiore.Riesco a parlare e non farfuglio. non ho confusione mentale. più che altro sono spaventata e quindi ieri mi sentivo svenire ma non sono svenuta.la pressione la porto bassa e stando al misuratore da polso oggi ho 83/55 e circa 80 battiti. Non ho più formicolio al braccio al momento. ho un pò di formicolio alla guancia se metto la mano fredda nella parte, per appoggiarmi.

Indico se può interessare, che ho un prolasso mitralico ad ambo i lembi con insufficenza moderata e insufficenza tricuspidale in forma lieve.

Per la cura dell'ansia prendo il frontal 15 gocce al giorno.

Crede possa essere un Tia? o una cosa riguardante ischemie e cose del genere?

ps. mi sono scordata, nelle analisi del sangue prese due giorni fa circa risultava la ves a 20 ma comunque è sempre stata un pò altina, quindi non mi sembrava una novità. La segnalo lo stesso.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la prima cosa da fare è dirimere il dubbio se la lieve deviazione che Lei nota (e gli altri no) è davvero presente. Pertanto, senza pensare chissà a quali patologie, Le consiglio di rivolgersi domani al Suo medico curante per avere un primo parere, cioè se la presunta deviazione è reale o meno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 262XXX

Grazie lo farò senz'altro comunque la devianza del labbro inferiore c'è perchè ieri e oggi ho scattato delle foto delle labbra per controllare l'eventuale evoluzione e si vede.

Per stare più tranquilla vorrei chiederle se posso mandargliele eventualmente tramite email (ho il link dell'album e non vorrei metterlo qui per privacy) comunque se non si può lo metto anche qui. Giusto per stare più serena almeno per santo stefano.. la guardia medica per telefono ieri notte mi ha detto di andare al pronto soccorso questa mattina. Vorrei evitare di andare se non è nulla di grave.
Le sue parole mi confortano e vorrei un suo parere sulle foto così da aspettare più serenamente domani.
Grazie comunque per la sua disponibilità.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in questo sito è vietato inviare foto e materiale diagnostico, se vuole può farlo per e-mail privata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 262XXX

la ringrazio davvero tanto ma non trovo il suo indirizzo email...ho cercato anche sul web ma nulla. può gentilmente segnalarmela?

La bocca comunque è tornata quasi normale e non ho formicolii. Oggi ho ripreso a mangiare e bere a pranzo e di pomeriggio senza problemi. Oggi ho avvertito qualche volta una sensazione come di muscolo accavallato alla mascella sinistra zona orecchio e il collo dolorante, ho avuto anche un pò di agitazione la sensazione di cuore affaticato e tachicardico e una lievissima vertigine quando mi alzo dal divano (ma sto al pc)che poi passa e una lievissima confusione mentale. forse questi sintomi sono dovuti all' accumulo di stress e ansia di ieri e oggi e nottata semi insonne...il fatto è che non capisco cosa ho avuto e ovviamente mi preoccupo...spero solo non sia qualcosa di grave...

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'indirizzo e-mail è antaloro@tin.it

Anche se la sintomatologia è regredita il controllo dal medico curante lo faccia lo stesso.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 262XXX

allora il mio medico curante oggi non c'è mi ha parlato per telefono dicendo che alla mia età non piò essere un ictus perchè sono giovane e che non ho niente per lei è stato il freddo o un colpo d'aria a provocarmi questi sintomi.peccato che non mi sono mossa da casa! E dunque ho telefonato ad un neurologo che dovrebbe visitarmi questa sera. intanto, mi sono agitata e spaventata perchè ho sentito dei sintomi e documentandomi su internet ho avuto paura di avere un ictus. forse perchè ci metto la mano o perchè sto piegata al computer in posizione sbagliata, mi è tornata la guancia formicolante anche dentro, l'occhio sinistro secco e lo zigomo come se avessi sbattuto e si sente gonfio e tira sotto l'occhio mi da fastidio muovere la fronte ma la muovo.riesco a muovere tutto. il labbro è rimasto come l'ha visto in foto forse anche meno evidente credo ma ha gli stessi sintomi della guancia lo sento tirare gonfio... come sotto anestesia, come la guancia. ma mantengo comunque la sensibilità cutanea. può essere la posizione del collo piegsto molte ore al pc che mi provoca questi sintomi? o ansia? somatizzare con un labbro storto?! boh.

Mi ha formicolato tutto il corpo dalla testa alle gambe alle braccia al tronco. perora solo il braccio sinistro e la mano ma lo ho piegato perora quindi può essere una cosa circolatoria o di nervosismo. ho preso 10 gocce di frontal alle 13:30 visto che somatizzo fisicamente solitamente ma non mi è passato molto.

questa mattina volevo andare al pronto soccorso perchè non riesco a stare con la paura mi sta angosciando da 3 giorni ma il neurologo mi ha detto che se doveva succedere qualcosa di grave sarebbe già successo e per fortuna non è successo e che andarci adesso sarebbe assurdo e ridicolo perchè adesso non può succedere nulla di più di quanto già non c'è stato cioè non si può aggravare nulla. dice che devo aspettare lui questa sera per visitarmi.

Ma io ho letto che in caso di tia il rischio che si verifichi un ictus c'è entro due giorni... quindi mi può venire?!

Chiedo a lei, e so che abuso del suo tempo e della sua gentilezza ma sono davvero confusa spaventata e disperata, se sono un soggetto che può risciare un tia o un'ischemia avendo 30 anni donna astemia magra con pressione solitamente bassa tranne quando mi agito (in questo periodo sono molto, troppo, ansiosa anche per un lutto di qualche giorno fa) e se il prolasso può essere un fattore di rischio di questo tipo per un tia o un'ischemia? In cosa consisterà la visita neurologica (verrà a casa mia)? basta una visita per escludere dopo 3 giorni un tia o ci vogliono macchinari e analisi? Cioè se dopo la visita non riscontra nulla posso stare tranquilla ed escludere il pericolo?
Grazie e scusi ancora le domande.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un TIA per definizione deve risolversi entro 24 ore ma le linne guida più aggiornate parlano di poche ore (1-3 ore). Non pensi a nessun ictus e stia tranquilla.
La visita neurologica consiste in un colloquio ed in una seria di test che valutano la capacità motoria, le sensibilità, la coordinazione, l'equilibrio, la forza, i riflessi, ecc.
Che sia un soggetto ansioso mi pare sia evidente da ciò che scrive, ma non voglio dire che il lieve abbassamento dell'emilabbro sia di origine ansiosa.
Il neurologo verrà a casa Sua? Non posso saperlo, è Lei che ha preso appuntamento.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 262XXX

Grazie davvero di tutto.

p.s. lo so che ho preso io l'appuntamento, infatti non era una domanda era un'affermazione di precisazione scritta tra parentesi...

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ho sbagliato io nel valutare il punto interrogativo, in effetti era riferito alla modalità della visita neurologica. Chiedo scusa.
Mi faccia sapere cosa Le dirà il collega.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 262XXX

Salve dunque è venuto un neuropsichiatra che senza visitarmi ha visto le foto che avevo fatto vedere anche a lei, e appena le ha viste mi ha detto che non era una bocca riconducibile a qualcosa di neurologico e che comunque adesso le vede normali. ma che ovviamente mi doveva visitare.
Mi ha fatto quindi i test dell'equilibrio un piede d'avanti all'altro ferma con occhi chiusi e braccia distese davanti a me andare avanti con occhi aperti e tornare all'indietro con occhi chiusi, prendere una cosa con occhi chiusi da terra, portare le dita sul naso e girare la testa a destra e sinistra con occhi chiusi... tenevo l'equilibrio.
Poi ha usato i martelletti e gambe e braccia saltavano, poi mi ha fatto chiudere gli occhi e mi ha picchettato il viso con il martelletto; sempre con gli occhi chiusi, mi ha poggiato qualcosa sul viso e mi ha chiesto di descriverlo (se era lischio ruvido se pungeva.. ecc) poi pressione 120/80 oscultazione cuore e polmoni tutto ok.Luce puntata negli occhi per vedere le pupille con la torcia.

dunque mi ha detto che non è nulla di neurologico nè ischemia nè tia e che con un prolasso come il mio non sono particolarmente a rischio per averli.

Per le labbra mi ha detto che qualunque cosa sia non è qualcosa di neurologico nè è il freddo come aveva detto il mio medico curante, altrimenti non avrei avuto questi sintomi ma altri e che quindi in caso devo andare da un odontoiatra. Poi gli ho detto che ogni tanto mi vengono emicranie con aura visiva e che a volte stando ferma sotto un lampadario a leggere per esempio o a parlare solamente senza guardare direttamente la lampadina sopra di me, dopo vedo come se ci fosse nebbia bianca nella stanza che a poco a poco togliendomi da sotto la luce passa. Mi ha detto che anche se ho raramente le auree visive, gli occhi sono comunque particolarmente sensibili alla luce e quindi mi fa questo effetto sopratutto quella artificiale.

Cosa ne pensa? Lei concorda su tutto? Devo quindi dedurre che è una somatizzazione ansiosa la sintomatologia alla guancia formicolii ecc (a prescindere dalla bocca)?!

Grazie.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, concordo con quanto Le ha detto il neurologo anche perchè mi pare che abbia fatto una visita accurata, stando alla Sua descrizione.
Le parestesie alla guancia potrebbero essere di origine psicosomatica ma il lieve abbassamento dell'emilabbro è più dubbio. Comunque una lieve irritazione del nervo ci potrebbe stare.
Un'altra ipotesi suggestiva, ora che ha riferito di avere avuto degli episodi di emicrania con aura visiva, è quella dell'aura sensitiva senza cefalea che ha potuto causare le parestesie dell'emifaccia.
Siamo comunque nell'ambito delle ipotesi.
Per l'emicrania con aura era stata visitata da un neurologo?
Adesso dovrebbe essere più tranquilla, spero.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 262XXX

si direi di sì, escludere cose gravi di questo genere di sicuro mi solleva.

ho sbagliato prima, il dottore mi ha detto di andare eventualmente dal laringoiatra non dall'odontoiatra per il labbro storto. ma comunque non ha drammatizzato perchè dice che modifiche momentanee ci possono essere, non siamo sempre uguali.. per esempio un giorno si può avere un occhio più aperto dell'altro ecc. oppure può essere la posizione del collo che contraggo stando piegata al computer che ha irritato i nervi...

per l'aurea non ho fatto visite particolari neurologiche, mi sono consultata con questo medico che mi ha detto che probabilmente è di origine ansiosa, mi ha spiegato che mi accadono perchè si contraggono i vasi sanguigni e questo provoca i lampi....spero di aver riportato giusto perchè non ho capito bene per la verità comunque gli ho chiesto se da questo può venire epilessia (preciso che non soffro di epilessia) e mi ha detto di no che per venire un attacco epilettico bisogna avere traumi o soffrirci da piccoli o avere malattie particolari e che non ho di questi problemi quindi posso stare tranquilla. Questo medico è di famiglia, mi conosce da diversi anni e dunque mi sono fidata. Mi sono consultata in questi anni anche con il mio medico curante, con internisti,con ginecologo (perchè anni fa ho preso per un periodo la pillola anticoncezionale per curare una cisti e poi ho smesso) ma non hanno dato rilevanza particolare all'evento...

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ok, adesso trascorra serenamente quest'ultimo scorcio dell'anno, Le auguro un felice 2013.
Resto a disposizione per eventuali informazioni, sempre nei limiti del consulto a distanza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 262XXX

caro dottore ferraloro.

Volevo aggiornarla su questi miei sintomi che da dicembre quando mi comparsero prepotenti, vanno e vengono.

Perora mentre le scrivo i sintomi sono tornati non come a dicembre quando le feci vedere le foto, il labbro inferiore al momento è meno storto di allora ma adesso ci sto attenta e quando si manifesta anche poco me ne accorgo.

I sintomi che presento al momento sono: labbro inferiore storto lievemente quando sorrido (lato destro più rilassato lato sinistro più teso), formicolio in particolare nel lato sinistro della faccia fronte e del collo ma l'avverto con meno intensità in tutta la testa, sensazione di secchezza della cute (come se tirasse) vedo male con al coda dell'occhio sinistro (tra l'altro qualche giorno fa mi è tornata l'aurea visiva con emicranea mentre dormivo facendomi svegliare) vedo come appannato da quell'occhio ma oggi sono stata molto al pc.Poi ho sensazione di costrizione nei muscoli della testa, del collo, mi sento confusa, a tratti sento la bocca contratta quando la muovo o parlo ma dall'esterno non si nota e la muovo e parlo tranquillamente. più tocco la guancia più me la sento insensibile. ma se la pizzco sento male quindi la sensibilità c'è. gamba sinistra con sensazione di freddo e fastidio e in generale formicolio e secchezza più o meno in tutto il corpo percepito maggiormente nel lato sinistro. La bocca la mascella la sento contratta all'attaccatura (zona zigomo). per il resto cammino parlo rido magio bevo e muovo la bocca normalmente. se non fosse che sono preoccupata..

ho fatto le prove di equilibrio e di reazione dei muscoli che mi ha fatto fare il neurologo quando è venuto a dicembre (che le avevo descritto su nei messaggi precedenti) e li faccio tutti. quelli facciali con il martelletto non li so fare.

in questi mesi ne ho parlato con il neurologo di dicembre che da allora non mi ha visitata più dicendomi che è un fattore nervoso perchè i sintomi che descrivo vengono e vanno, se fosse stato un tia sarebbe venuto una volta non sarebbe regredito e dunque non sarebbe ricomparso più volte in questi mesi con più o meno intensità.
inoltre dice che i sintomi che dico io sono visibili (bocca storta) e il tia se si manifesta con sintomi visibili non regredisce senza cure e terapie. il tia regredisce se è silenzioso cioè non visibile ad occhio nudo. Quindi per lui non può essere un tia quello che ho da mesi ad intermittenza ma solo nervosismo, simile alla manifestazione dell'aurea visiva per lui sempre nervosa: come viene se ne va. quindi per lui non devo fare nulla, nessun controllo, nessun esame.

In più una volta da dicembre ad oggi, mi è capitato che il labbro si sia storto dal lato opposto! (dunque labbro inferiore più rilassato a sinistra, e più teso a destra) .

Ora io leggo su internet che il tia si manifesta visivamente e poi regredisce spontaneamente e completamente senza terapie o cure dopo qualche ora. quindi è in contraddizione con quello che dice il mio neurologo! Dunque sono un pò confusa e preoccupata e la disturbo perchè spero in un suo parere che mi possa chiarire le idee anche a fronte delle novità che le ho riportato.

Comunque visti i sintomi, se non dovesse essere un tia o un ictus, può essere qualcos'altro di neurologico?
Grazie mille.

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

purtroppo devo dissentire da ciò che Le ha detto il neurologo, infatti la caratteristica principale di un TIA è proprio quella di regredire spontaneamente senza lasciare esiti.
Detto questo Le dico pure che i sintomi che descrive non sono propriamente tipici di un TIA. Il mio consiglio è di sentire un secondo parere neurologico.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro