Utente 295XXX
salve. Le espongo in breve il mio problema. premetto che sono un tipo ansioso ed ipocondriaco e di ogni sintomo del mio corpo penso sempre il peggio. per quanto riguarda i fatti tutto è partito da venerdi scorso 8 marzo. Svegliatomi la mattina ho sentito delle sorti di pulsazioni sul braccio sinistro altezza spalla della durata di pochissimi secondi; in realtà questa sensazione mi è capitata qualche altra volta da altre parti ma nn le ho dato molto peso. venerdi scorso però sono andato in internet a fare ricerche e ho visto che si tratta credo di fascicolazioni e leggendo in vari siti ho letto che sono associate alla sla. Apriti cielo per me..Da venerdi ho cominciato a sentire questi piccoli movimwnti involontari della durata di frazioni di secondi per lo più sulla gamba sinistra ma anche sul polpaccio sui bracci sulla schiena sui piedi, un pò dapertutto insomma quando sono a riposo tranquillo.nn so neanche come definirli questi movimenti ne ho visto il muscolo pulsare perchè sono di brevissima durata come ho detto a parte qualche eccezione in cui durano 1 o 2 secondi; ci penso continuamente e mi osservo i muscoli pewr vedere se le noto. Cmq le volevo dire che nn ho cali di forza ne debolezza e ieri ho giocato un'ora a calcio senza problemi di alcun tipo anche se ho le gambe un po pesanti forse per lo sforzo. Volevo sapere cosa pensa che sia? si può pensare alla sla? é la mia grande paura. Grazie... Cordiali saluti..

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non si può pensare alla SLA per diversi motivi tra cui la sporadicità di queste presunte fascicolazioni (in maniera sporadica capita a tutti), l'assenza di deficit di forza e l'età certamente non tipica.
Pertanto starei tranquillo, qualora dovessero persistere farei una visita neurologica ma solo per una Sua tranquillità.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 295XXX

la ringrazio della risposta tempestiva professore. le volevo chiedere un'ulteriore cosa. Su internet riguardo la sla si fa molta confusione riguardo i sintomi iniziali; cercando in vari siti ho trovato elementi anche discordanti tra loro. La mia domanda è questa; con quale sintomo predominante e comune esordisce la sla? La maggior parte delle fonti indica deficit di forza oggettivo(ulteriore domanda tale deficit è percettibile dal paziente in maniera evidente). é cosi o anche le fascicolazioni sono comunque un sintomo importante che può dare sospetto di sla ed eventualmente in questo ultimo caso il deficit di forza che comunque è inevitabile dopo quanto si può manifestare? La mia domanda riguarda in parte il mio caso ed in parte è mossa da uno spirito di curiosità perche ho trovato cose molte diverse sull'argomento. la ringrazio. cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il deficit di forza è uno dei primi segni della malattia ma con questo termine non s'intende stanchezza fisica, come molti fraintendono, ma un vero deficit di forza verificabile obiettivamente all'esame neurologico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 295XXX

Ho capito professore. la mia domanda di fondo però era un'altra. Il deficit di forza deve essere verificabile obiettivamente dal neurologo ok però quali sintomi relativi a questo deficit ha il paziente? Cioè un soggetto che sintomi ha per dire ho un deficit di forza vado a fare una visita? E poi un'ulteriore e ultima cosa. é questo il sintomo predominante e comune? altrri sintomi quali sono? Grazie della disponibilità. Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

generalmente si avverte un impaccio motorio ad un arto, è questo il sintomo che porta alla visita neurologica. Le ricordo però che un semplice impaccio motorio non equivale a SLA, anzi questa è la causa di gran lunga più rara.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 295XXX

salve professore.. le fascicolazioni in questo giorno continuano ad essere sporadiche e migranti anche se il posto in cui le ho di piu è il ginocchio sinistro nella zona del vasto mediale e un pò il polpaccio ma come le ho detto vanno e vengono; se devo indicare un orario dirai per lo più la mattina appena sveglio poi dopo magari mai per tutta la giornata e un pò la sera. le volevo chiedere come devono essere e quanto devono durare le fascicolazioni per essere considerate un evento anomalo e che quindi va approfondito? e insieme a quali sintomi è necessario fare una visita? queste sono le mie 2 domande. Grazie. Saluti

[#7] dopo  
Utente 295XXX

salve professore. Praticamente a circa un mese e mezzo da quando ho notato le prime fascicolazioni la situazione è la seguente. In questi ultimi tempi le ho sporadiche durante il giorno e se devo indicare un punto sulla gamba destra x lo più al vasto mediale e poco sopra la rotula e ho notato che cmq mi vengono qualche volta in piedi dopo che sono stato seduto o da seduto proprie. Nelle altre parti una volta ogni tanto.. Non ho notato cali di forza ne deficit; gioco a calcio tutte le settimane un ora e mezza e Arrivo alla fine senza stanchezza riesco a fare rampe di scale di corsa senza problemi e così via. X ciò che concerne le fascicolazion durano x lo più un attimo e se si può dire solo poche volte ho sentito delle vere e proprie pulsazioni di durata superiore. cosa pensa di questa situazione a un mese e mezzo di distanza? (mi riferisco alla sla) cordiali saluti.

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in base alla Sua descrizione mi viene difficile pensare alla SLA, sia perchè le presunte fascicolazioni sono sporadiche e di brevissima durata sia per l'attività sportiva che pratica senza alcun problema.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 295XXX

Una cosa volevo sapere professore.. Vi è un "tempo finestra" per così dire entro il quale escludere malattie gravi? Ossia presentando solo fascicolazioni se si tratta di sla dopo quanto tempo max attendibilmente vi sono gli altri sintomi quale deficit, debolezza, atrofismo? Cioè dopo quanto tempo max vi è la perdita di forza o impaccio motorio caratteristici della sla avendo solo fascicolazioni? Grazie molte...

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non ci sono tempi precisi da considerare in tal senso, comunque essendo la patologia progressiva il deficit di forza non tarda ad arrivare, generalmente mesi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 295XXX

salve professore le volevo dire una cosa riguardo la mia situazione che pensando bene mi è venuta in mente solo adesso. Io da verso fine gennaio suppergiù o forse anche prima sentivo al petto soprattutto e all'addome come delle piccole bolle che esplodevano oppure pulsazioni a giorni alterni. Ho pensato a problemi cardiaci o altro ma adesso pensandoci è possibile che fossero fascicolazioni anche quelle? comunque li non le ho più da un pò di tempo e adesso come le ho detto le ho sporadiche nelle altre parti del corpo. è possibile una cosa del genere? le ricordo poi che io le ho cominciato a d avvertire dal giorno in cui ho letto che potevano essere associate alla sla quindi dall'8 marzo come detto precedentemente... un'altra cosa. un malato di sla anche agli esordi(sono comunque due mesi che le ho sicure prescindendo da quelle al petto) riesce a svolgere attività fisica intensa come giocare a calcio per un'ora e mezza o fare rampe di scale di corsa o presenta delle difficoltà che si notano anche dopo poco tempo? La prego di rispondere ad entrambe le domande e la ringrazio per la sua disponibilità...

[#12] dopo  
Utente 295XXX

una cosa aggiuntiva professore alla prima domanda. nel caso quelle al petto erano fascicolazioni(come comunque io penso dato che bene o male erano in tutta la zona del petto) il fatto che poi siano regredite è indice di benignita nel complesso? la prego di rispondere ad entrambe le domande. la ringrazio molto.. saluti

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da questa postazione non è possibile sapere la natura delle sensazioni avvertite al torace, comunque una loro origine ansiosa è probabile e la loro regressione è certo un fattore positivo.
Anche la perfetta efficienza fisica depone per la natura benigna del problema.
Le ricordo però che queste risposte Le avevo date precedentemente.
Stia sereno.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 295XXX

la ringrazio professore. il fatto è che ho letto cose discordanti anche testimonianze di persone. Ho letto che le fascicolazioni possono essere un fattore isolato di sla e che bisogna aspettare del tempo 1 anno o che sia per stare sicuri magari che nn sia sla pur avendo nell'anno stesso le sole fascicolazioni; da altre parte ho letto invece che anche se vi sono le sole fascicolazioni glia altri sintomi possibile associati alla sla arrivano massimo dopo due mesi e sono perdita di forza, di tono muscolare eccetera. ecco il perchè dei miei dubbi professore. tutto qua. ecco il perchè le ho chiesto tra l'altro se un paziente anche all'inizio di un possibile esordio di sla riesce a svolgere attività fisica pesante deducendo quindi che i sintomi che presenta(nel mio caso le fascicolazioni) sono dovuti solo a patologie benigne come lo stress. Il problema come le ho detto prima in questo paragrafo deriva dalle cose discordanti che ho letto..Quale è la sua opinione a rigurado? Grazie tante per la sua grande diponibilità..

[#15] dopo  
Utente 295XXX

salve professore. le volevo esporre una cosa. leggendo su internet ho trovato il termine miochimie e ho visto che si tratta di contrazioni quando avvengono ripetute di un muscolo e si differenziano dalle fascicolazioni perchè quest'ultime sono invece come dei piccoli vermetti che strisciano sotto la pelle. io ad esempio al quadricipite- vasto ho come dei colpetti quando li ho di numero variabile dai 3 ai 5 ripetuti ad intervallo di pochissimi secondi mentre per esempio ai polpacci o altre parti sono dei colpi singoli o massimo 2. é possibile che si tratti di miochimie? è questa la differenza con le fascicolazioni o ve ne sono altre? cioè come si riconosce la differenza? grazie tante

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la differenza è più sottile e non sempre può essere colta dal paziente, anzi generalmente le due manifestazioni sono descritte allo stesso modo.
Infatti le miochimie interessano un certo numero di unità motorie di un muscolo e sono visibili sotto la pelle ad occhio nudo.e sono più prolungate delle fascicolazioni.
Queste ultime sono contrazioni involontarie più rapide di fibre muscolari appartenenti alla stessa unità motoria. Anch'esse possono essere visibili dall'esterno. Pertanto la differenza per il paz. è minima.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 295XXX

ah ho capito professore. le volevo chiedere gentilmente se poteva rispondere alla domanda precedente all'ultima in cui le chiedevo la sua opinione riguardo quello che avevo scritto..cosa ne pensa? la ringrazio. saluti

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non esistono regole precise in merito, ecco perchè trova on line pareri diversi.
Comunque Le confermo quanto ho scritto nella replica #8.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 295XXX

salve professore. le miochimie o fascicolazioni in questo mese si sono mantenute per lo più sporadiche in molti distretti muscolari cosicchè ieri ho effettuato una visita dal neurologo. le ho esposto il problema e mi ha provato i riflessi nella parte superiore e inferiore del corpo dicendo mi pare di aver capito almeno per la parte superiore che erano assenti e che cmq non è possibile perciò che si tratti di sla. poi dopo mi ha toccato in diversi punti per vedere se si vedevano le fascicolazioni; ha aspettato un pò di secondi per ogni distretto e ha detto che non si vedevano e ha concluso dicendo che verosimilmente si tratta di miochimie benigne. per quanto rigìuarda i sin tomi di sla mi ha ha detto che oltre a sintomi fisici quali debolezza, perdita di forza(che non ho) o artrofia sono fondamentali sintomi obiettivi osservati dal neurologo quali proprio i riflessi. mi pareva un bravissimo neurologo con molta esperienza alle spalle. lei mi conferma ciò riguardo i riflessi e la sla? cioè dopo 4 mesi di miochimie o fascicolazioni che siano i riflessi in caso di malattia pure magari all'esordio sono alterati sempre? grazie.. ah una altra cosa che mi sono scordato di dire al neurologo. praticamente da circa una settimana sento una sorta di vibrazione al braccio sinistro e anche al petto zona sinistra sempre con delle contrazioni brevissime al petto e un pò di fastidio al tatto o provando a fare per esempio le flessioni . puo essere un problema di postura o cervicale oppure un qualche strappetto muscolare? grazie. la prego di rispondere ad entrambe le domande. cordiali saluti

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in caso di SLA c'è sempre un'alterazione dell'esame neurologico indicante una patologia del 1° e/o 2° motoneurone.
In merito all'ultimo sintomo potrebbe essere sia un problema di postura che di tipo ansioso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 295XXX

grazie della risposta tempestiva professore. il fatto è che ormai alle miochimie/fasc. in varie parti del corpo sporadiche mi ci sono quasi abituato. è questo fastidio al petto che mi da noie. Oggi per esempio sono andato a giocare a pallavolo e tirando la palla forte con il braccio sinistro ho sentito dolore anche un pò intenso a livello della spalla e del petto, poi dopo giocando niente di che finita la partita un piccolo fasidio a livello del petto con delle specie di contrazioni diverse però dalle altre che sento nelle altre parti del corpo di durara cmq breve. Può essere a questo punto un piccolo strappetto o affatticamento con dolore magari dell'articolazione della spalla e del petto8faccio occasionalmente delle flessioni e non sono cmq molto allenato). Un altra cosa. rigurado perciò la sla posso stare tranquillo quindi dato che il neurologo ha detto che i miei riflessi sono normali e non ho cali di forza ? la prego come sempre di risp. ad entrambe. la ringrazio molto. offrite un servizio veramente importante per noi utenti. cordiali saluti

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la Sua richiesta di continue rassicurazioni reiterando le stesse domande evidenzia un disturbo d'ansia. Se noi rispondessimo continuamente non faremmo il Suo bene perché rischieremmo di accentuare il disturbo, forse al momento andrà pure meglio ma poi sarà di nuovo alla ricerca di rassicurazioni.
Se Lei vede, le stesse domande dell'ultimo post Le aveva già poste precedentemente ed aveva ottenuto risposta.
Non si offenda per quello che ho scritto ma Le assicuro che è per il Suo bene.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 295XXX

non si preoccupi dottore ho capito il senso della sua risposta e so che forse questo mio stato d'ansia non fa che alimentare dubbi e sintomi continuamente. le chiedo un 'ultima cosa. Lei dice in definirtiva che dopo la visita neurologica effettuata posso stare tranquillo? Riguardo i riflessi mi è sorto cmq un dubbio: il neurologo mi ha detto che vanno bene e che non ho la sla xò mi chiedo è possibile che agli arti superiori siano assenti o deboli o ho capito male io riguardo i riflessi stessi? Cmq le dico che in generale continuo ad avere queste miochimie/fasc. ma sono più tranquillo e queste due domande sono le ultime che le pongo e che mi pongo. la ringrazio molto

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se i riflessi agli arti superiori sono nella norma il neurologo Le avrà detto che sono assenti alterazioni di questi ultimi.
Se alla visita neurologica non è stato riscontrato nulla di anomalo può stare tranquillo riguardo la SLA.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 295XXX

salve dottore. in questi dieci 10 le miochimie/fasc. sono state sporadiche con dei giorni in cui ne ho avute di più e giorni in cui ne ho avute poche e ho notato cmq che sono legate credo all'ansia e allo stress. venerdi sabato e ieri ho avuto problemi personali e ho notato che oggi e ieri ne ho avute di più rispetto a giorni in cui ero tranquillo. ieri sera però mentre stavo per dormire sul letto mi è successa una cosa strana. praticamente sul braccio sinistro poco sopra il polso ho sentito delle pulsazioni regolari per una decina di secondi circa e io ho provato a fare forza con il braccio ma non finiva e ha continuato per pochi altri secondi. le volevo chiedere cosa può essere secondo lei? perchè li credo ci siano ossi e non muscoli evidenti e il fatto che stringendo(anche se ero quasi in dormiveglia) il braccio non si è fermata( altri muscoli mi si ferma se la contrazione involontaria dura per più secondi) mi ha impressionato. Cosa può essere secondo lei? mi è parso di notare che sentivo cmq il battito del cuore distintamente in nei secondi successivi alla pulsazione nel braccio.. (non era cmq tachicardia) la ringrazio...

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche questo sintomo ha un'alta probabilità di essere di tipo ansioso.
Sta facendo delle cura per l'ansia?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 295XXX

no dottore non sto prendendo niente. come le dicevo adesso in generale mi sono tranquillizato dopo la visita neurologica. le miochimie/fasc. continuo ad averle ma credo e pendo che mi ci dovrò abituare e basta; sono aumentate questi 3 giorni perche sono stati personalmente molto pesanti. Il fatto è che l'episodio di ieri sera mi ha spaventato perchè ho letto in passato che le contazioni involontarie quando c'è la contrazione del muscolo volontaria da parte del soggetto si interrompono e poi dopo magari ripartono o si arrestano mentre a me stanotte ha continuato cmq(anche se ero in dormiveglia). per questo le ho chiesto di cosa poteva trattarsi perchè poi in quella zona non ci sono muscoli evidenti. lei a prescindere dall'ansia o meno cosa pensa possa essere? mi devo preoccupare visto ciò che le ho spiegato riguardo l'interruzione o no? grazie molte..

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Nessuna preoccupazione, la durata di qualche secondo ci tranquillizza, stia sereno.
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 295XXX

salve dottore. le scrivo per una questione indipendente dalle fasc./miochimie che poi sono diminuite in questi giorni. da circa 4 o 5 giorni ho fastidio al braccio destro soprattutto alla mano con un pò di dolore. praticamente mi prende soprattutto la sera quando vado a dormire ma non solo; sento fastidio in diversi punti della mano soprattutto il palmo, al polso che è un pelino gonfio e al braccio con formicolii e sembra punture di spillo anche se nn continui qualche volta fastidio anche la polso sinistro con un pò di bruciore. Ho pensato alla cervicale; infatti ho da tempo il rpoblema per cui se mi abbasso delle volte sento un bruciore molto forte a livello dei due ossi posti dietro la nuca sopra il collo e ho letto che è dato dalla cervicale. inoltre ho tensione al collo con scricchioli se lo giro e mal di schiena delle volte per cui alcune volte prorpio mi si blocca. può essere la cervicale a provocare i sintomi al braccio? ah un'altra cosa strana; quando mi prende il fastidio al braccio trovo sollievo nel metterlo sotto l'acqua fredda.. cordiali saluti

[#30] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sintomatologia che riferisce, in generale, potrebbe essere causata da problemi alla colonna cervicale. Per un'eventuale conferma si rivolga al medico curante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#31] dopo  
Utente 295XXX

il fatto è che adesso è in ferie il medico di famiglia. una cosa professore. secondo lei perchè quando metto il braccio sotto l'acqua fredda sto meglio? può essere anche il tunnel carpale più che la cervicale anche se i sintomi sono di quest ultima credo? grazie..

[#32] dopo  
Utente 295XXX

salve dottore.. Dopo 6 mesi quasi di miochimie/fasc. ho effettuato l'elettromiografia. Il neurologo da cui era già stato precedentemente a visita circa 1 mese e mezzo fa me l'ha fatta sull'arto superiore e sull'arto inferiore destre e ha concluso dicendo che l'elttromiografia è nella norma. Il fatto è che io ho queste miochimie da 6 mesi in tutto il corpo sparse però se devo indicare una zona in particolare di più sulla parte sinistra; gliel'ho detto e lui ha affermato che in caso di malattia generalizzata è meglio farla sul lato più asintomatico(anche se le miochimie le ho anche a destra) perchè si vede meglio se s'è una malattia o così mi pare di aver capito; non ho approfondito perchè è stato poi chiamato per un'urgenza ed è dovuto andare via. Secondo lei cosa intendeva? posso stare cmq DEFINITIVAMENTE tranquillo adesso. la ringrazio..cordiali saluti

[#33] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con EMG negativa può stare tranquillo, non si ponga altri problemi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#34] dopo  
Utente 295XXX

grazie della risposta professore. il fatto è che adesso più che alla paura è subentrata una sensazione di fastidio. a livello del braccio sinistro e parte del petto verso sinistra continuo ad avere queste miochimie. un fatto particolare è che quando occasionalmente faccio delle flessioni per un di minuti dopo a livello del braccio sinistro ho molto tremore , per lo sforzo credo, che sparisce cmq dopo un'oretta ma questo tremore non si presenta a destra. Inoltre ho anche un pò di dolore quando poi mi vengono queste contrazioni al braccio stesso e al petto. Secondo lei è possibile che il fatto di questo tremore proprio in quel braccio dopo esercizio fisico evidenzi una situazione di mancato allenamento che si evidenzia però solo a livello sinistro? e queste benedette miochimie a sinistra possono dipendere da una stanchezza muscolare correlata al tremore? grazie molte..

[#35] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

entrambi i disturbi potrebbero dipendere da sforzo fisico ma capisce bene che a distanza non si può essere più precisi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#36] dopo  
Utente 295XXX

grazie della risposta professore. Mi rendo conto comunque che a prescindere dal fatto che possa essere dovuto a sforzo fisico l'ansia pure gioca un ruolo importante. Adesso che ho questi fastidi al braccio ogni tanto mi sembra cmq sempre di averli mi osservo il braccio e mi sembra di notarli sempre e quando magari mi succede qualcosa che mi fa innervosire ho notato che ne ho delle volte qualcuna di più in quel momento. Può professore l'ansia provocare questo? le dico cmq che è più ansia che non so spiegare che ansia per la paura visto che come mi ha detto con un'emg pulita dopo 6 mesi dall'esordio delle mioc/ fasc. pure se effettuata sul lato destro posso stare tranquillo. saluti

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Certamente, anche l'ansia può essere un fattore causale, in questi casi è frequente.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 295XXX

salve professore. le scrivo per parlarne di un problema che ho da un pò di giorni, Praticamente ogni tanto soprattutto quando sono in piedi ho una specie di formicolio parestesia o punture di spillo non so come definirlo sul ginocchio sinistro zona rotula. mi prende all'improvviso mi dura un pò di secondi e poi smette. Ho anche un pò il piede indolenzito ma pocoe certe volte un leggero bruciore proprio al piede. cosa può essere secondo lei? ah le premetto che sto in piedi 6-7 ore quasi continuativamente visto che faccio il barista. Cordiali saluti.

[#39] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si deve effettuare una valutazione diretta per dare un parere attendibile, un'ipotesi da prendere in considerazione potrebbe essere quella lombare, cioè che il disturbo derivi dalla schiena, è solo un'ipotesi a distanza però. Si faccia controllare dal Suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#40] dopo  
Utente 295XXX

grazie della risposta professore. le volevo chiedere comunque un'ulteriore cosa visto che questa settimana non ho modo di vedere il mio medico. é possibile per cosi dire percepire questa specie di fomicolio/parestesia a livello della rotula? o è impossibile che tale sintomo si manifesti a livello del ginocchio? Cmq la cosa per cosi dire strana è che mi prende dopo un pò di tempo che sto seduto e mi alzo in piedi. quando mi alzo lo percepisco. Ah un'altra cosa. mercoledi scorso questa sensazione l'avevo dietro al ginocchio sotto la coscia per un paio di gg. é passata li ed adesso si è spostata davanti. Cordiali saluti

[#41] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, è possibile che il sintomo si manifesti a livello della rotula, se fosse causato da problemi alla schiena potrebbe avvertirsi a tutti i livelli dell'arto inferiore.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#42] dopo  
Utente 295XXX

infatti professore ho dolori articolari anche al piede e al polpaccio. Può dipendere dalla schiena anche secondo me. Comunque il fatto di stare molto in piedi può influire? ah mi devo comunque preoccupare per questi sintomi? Grazie

[#43] dopo  
Utente 295XXX

salve professore. in queste due settimane i sintomi verso la zona del ginocchio hanno vissuto degli alti e bassi anche se in linea di massima sono un pò regrediti. gg però e successa una cosa strana. praticamente stavo con il ginocchio sinistro piegato a livello della coscia da seduto; dopo una decina di secondi ho dovuto abbandonare questa posizione perchè sentivo dolore a livello esterno del ginocchio poco sopra il ginocchio stesso; appena abbandonato la posizione questa stessa zona insieme alla parte posteriore del ginocchio stesso ha cominciato ad ondeggiare per una ventina di secondi per poi fermarsi. Cosa può essere secondo lei? ho ricominciato poi ad avere anche miochimie/fasc a livello del quadricipite ogni tanto. ah le ripeto che sto molte ore in piedi visto il mio lavoro. grazie. cordiali saluti

[#44] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sinceramente non è possibile risalire alla causa del problema descritto, una fattore nevralgico potrebbe essere un'ipotesi possibile ma resta sempre un'ipotesi a distanza. Potrebbe essere preso in considerazione anche un problema posturale. Ne parli col Suo curante.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro