x

x

Frattura l2

buongiorno come si evince da i miei precedenti consulti in merito alla frattura della l2 e varie complicazioni (la frattura è stata il 6 9 2009,) da un anno a questa parte ho sempre più problemi oltre all incontinenza urinaria e fecale ed altro che vi ho scritto in precedenza ho forti bruciori alle gambe e crampi perfino alle dita dei piedi cose che aumentano al momento che mi distendo sul lettovi chiedevo un vostro consulto in merito grazie ,
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 7k 193 52
Gent.le
evidentemente la frattura di L2 è, anzi era scomposta con rammenti ossei entro il canale vertebrale ad interessare le radici spinali. Mi sembra non ci siano molti dubbi (seppur non ho potuto valutare RX, TC, RM e soprattutto Lei ovvero il paziente) che possa trattarsi (con le informazioni che mi fornisce) una "sindrome della cauda". Sono molto sorpreso nell'apprendere che la frattura sia del 2009. Fino ad ora avrà consultato neurologi e neurochirurghi. Non le hanno dato alcun aiuto (nè medico nè chirurgico?) nè spiegazioni? Ritengo il fatto assolutamente "inconsueto".

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
buonasera dott. Poli la ringrazio per la sua celere risposta , per quando riguarda la sua domanda se in questo tempo ho consultato altri suoi colleghi , si ne ho consultati ,come ho già scritto precedentemente nei vari consulti a medicitalia ho cercato di spiegare grosso modo la mia situazione ,il giorno della caduta mi e stato fatto un esame rx con il seguente referto:Frattura del soma di l2 con schiacciamento a cuneo anteriore con interessamento alla l1, e dall' ora ho fatto sempre controlli consigliatemi da vari ortopedici ed neurochirurghi ( da premettere dopo tre mesi e venti giorni di stare allettato ,dopo un controllo RX la l2 è stata seguita da intervento di vertobroplastica naturalmente andata male perché è stata fatta tardi ,l' utima visita del neurologo le conclusioni sono ipostenia arti inferiori ipoestesia superficiale degli arti inferiori RCP in flessione bilateralmente Lasegne positivo a destra ed altro che non riesco a leggere EMG:conclusioni esame elettrofisiologico suggestivo di sofferenza neurogena con denervaione in atto nei muscoli innervati dalle radici l5 e s1 di sinistra sofferenza neurogena cronica nei muscoli innervati dalle radici l4 bilateralmente e l5 e s1 di destra .(visita del 04 06 2012)ultima RM del 04 09 2012 :Esiti di pregressa frattura a cuneo anteriore a livello di L2, con alterazione di segnale a carico della trabecolatura ossea della spongiosa del soma , su base flogistica; il muro posteriore del soma appare ancora in asse. Si evidenza anche una protrusione discale asscociata ad osteofitosi mediana, ipertrofia dellafaccette articolari a tratto di passaggio di L2 L3 . Marcato bulging del disco intervertebrale interessante ambedue i recessi laterali, con asscoiata ipertrofia delle faccette articolari, a livello del tratto di passaggio di L5 S1.
Bulging del disco intervertebrale con impronta sulla faccia anteriore del sacco durale ed ipertrofia delle faccette articolari, a livello del tratto di passaggio di L4 L5. Altro bulging del disco intervertebrale con associata ipertrofia delle faccette articolari a livello del tratto di passaggio di L3 L4 con massima espressione del sn.