Utente
Buongiorno, già in passato ho utilizzato questo sito trovandomi molto bene.
Ora il mio problema è questo: da un mese a questa parte soffro di senso di instabilità (tipo oscillazione), MI capita soprattutto quando sposto la testa o lo sguardo, da sdraiata non ho alcun sintomo. Ho effettuato visita neurologica che è risultata negativa. La neurologa mi ha consigliato xanax a rilasciao prolungato perché ha notato una forte componente ansiosa e , mi ha detto di fare un RM x scrupolo...io ho paura di avere un tumore al cervello o SM... sono molta agitata e non voglio fare la risonanza...sto prendendo xanax da due giorni ma a parte un gran sonno nessun effetto......piango in continuazione , sono preoccupata..
Grazie mille

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

innanzitutto si tranquillizzi, l'esito negativo della visita neurologica è certamente un'ottima notizia. Come Le ha detto la collega, questa sintomatologia potrebbe anche avere un'origine ansiosa. Faccia senza timore la RM prescritta, potrebbe servire a tranquillizzarLa.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno,
grazie x la celere risposta e la disponibilità,
quando ho letto ieri la suo risposta mi sono tranquillizzata ....x ripiombare nel panico stamattina,
Le domande che vorrei porle sono queste:
- se questo senso di instabilità (che ni accompagna quasi tutto il giorno e, mi viene muovendo la testa e gli occhi) non fosse di origine ansiosa? di che natura potrebbe essere'
- e se avessi una malattia tipo SLA,SMo un tumore al cervello agli stadi iniziali dalla visita neurologica sarebbe emerso qualcosa?
- la componente ansiosa passa con lo xanax immediatamente all'assunzione o è necessario del tempo perché si vedano gli effetti?
Mi scusi l'insistenza ma di nuovo sono nel panico ......l'idea della RM mi agita ancora di piu' , perché temo un risultato drastico.
Grazie e scusi

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'origine più frequente, a parte quella ansiosa, è quella cervicale e otorino.
Le vertigini da patologie importanti sono un'esigua minoranza.
L'ansiolitico ha bisogno di alcuni giorni per manifestare il suo effetto e la sua efficacia è individuale e dipende da vari fattori (entità del problema, dosaggio, ecc.).

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, sono di nuovo qui .....
mi perdoni l'insistenza ma se il mio senso d'instabilità relativo a qualche grave patologia dalla visita neurologica sarebbe emerso qualcosa?
mi accorgo sempre di piu' che il senso di instabilità si verifica muovendo lo sguardo e la testa, il momento peggiore è il mattino quando mi alzo , per un oretta sto veramente male ....
Questa situazione mi sta rendendo la vita difficile..

Scusi lo sfogo e grazie x la disponibilità e sopportazione

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in caso di malattia neurologica importante generalmente si riscontrano delle alterazioni dell'esame neurologico, mi sembra che la visita sia stata negativa.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Dott.re Buongiorno
sono ancora io, quasi mi vergogno di essere qui a disturbarla ancora,
il mio senso di disequilibrio non passa, inoltre mi tremano le mani in particolare quella sinistra...dopo una settimana di xanax rilascio prolungato non ho risolto nulla...
il mio pensiere è martellato da malattie tipo sla sm e tumori al cervello...sono così demoralizzata che non voglio sottopormi ne a visite ne ad esami per paura di scoprire brutte cose.
E' possibile che lo xanax non abbia ancora sortito effetti?
ho letto in internet che nella visita neurologica la sm nei periodi di remissione non da sintomi...non sto piu' vivendo con questi pensieri..

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la SLA non dà vertigini, per il resto Le consiglio di effettuare la RM encefalica prescritta dalla neurologa, potrebbe servire a tranquillizzarLa, non abbia timori a farla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore
sono di nuovo qui a disturbarla,
a breve faro' la risonanza , anche se ho paura che scopriranno qualcosa di grave,
recentemente ho fatto anche visita otorino, risultata negativa, tuttavia anche l'otorino mi consiglia rm, anche perché mi sembra di sentire meno dall'orecchi destro e a volte sento un ronzio interno.
Insomma ad oggi i miei sintomi sono questi:
- senso di instabilità soprattutto in piedi in posizione muovendo la testa, (in particolare verso l'alto)
- a volte ronziio orecchio e senso di ipoacusia
- a momenti sento perdita di forza mano sinistra
...continuo a navigare in internet in cerca di risposte ma trovo solo malattie gravi....
mi scusi tanto per il disturbo.
cordialità

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lasci stare internet, segua ciò che Le dicono i medici, faccia la RM e stia tranquilla.
Potrebbe dire al neuroradiologo se, durante la RM, può anche studiare l'angolo pontocerebellare (si fa nello stesso esame).

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Dottore Buongiorno,
Inanzitutto grazie per le risposte e la disponibilità, sono riuscita a fare questa benedetta risonanza con mdc, le riporto l'esito:
non evidenti aree di alterato segnale in sede intraparenchiale, sia a livello sottotentoriale sia a livello sovratentoriale.
Libere le cisterne degli angoli ponto- cerebellari.
Non alterazioni a livello dei condotti uditivi interni ne a livello del labirinto membranoso.
Complesso ventricolo-cisternale nei limiti della norma.
le strutture della linea mediana sono in asse.
Le tonsille cerebellari tendono ad affiorare lievemente attraverso il forame magno.
Non evidenti arricchimenti contrastografici patologici, dopo somministrazione mdc".
Ovviamente i miei dubbi sono relativi alla parte dove si parla delle tonsille cerebellari, Grazie mille in anticipo.di cosa si tratta? imi devo allarmare? potrebbero. essere la causa dei miei disturbi?

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

faccia valutare la lieve discesa delle tonsille cerebellari ad un neurologo o meglio ad un neurochirurgo per avere un parere attendibile. Le vertigini, in generale, potrebbero essere un sintomo associabile a questo reperto. Ovviamente non posso dirLe se questo sia il Suo caso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore,
la ringrazio infinitamente della risposta,
per riassumere la situazione ad oggi è questa
- visita neurologica negativa,
-visita otorino negativa
- esamini del sangue , buoni (lieve carenza vitamina D- valore 23)
- RMN con mdc , come da referto
Per quanto riguarda la situazione sintomatologica ad oggi il senso di instabilità è diminuito ma provo un senso di perdita forza braccio e mano sinistra ( come quando si portano grossi pesi) anche se non ho difficoltà a fare i movimenti.
Ho letto in internet che la SLA non si rileva dalla rmn....e quindi la mia mente comincia a vagare...Oppure questo senso di calo di forza potrebbe dipendere dalla discesa delle tonsille cerebellari?
Dottore sono di nuovo in ansia...mi perdoni l'insistenza
Cordialità

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una cosa è la sensazione del calo di forza, un'altra l'obiettività neurologica.
A noi interessa la seconda. In ogni caso le cause, se la cosa fosse obiettivata, può dipendere da molte cause, la SLA è statisticamente quella meno probabile.
Anche la discesa delle tonsille cerebellari potrebbe essere una causa qualora venisse compresso il midollo spinale ma non mi sembra sia il Suo caso, almeno da ciò che recita il referto. Ripeto, è necessario visionare le immagini della RM.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro