Protusione discale e rettilineizzazione rachide cervicale

Buonasera Dottori,
Sperando di aver azzeccato la categoria, vi espongo i problemi per i quali chiedo un vostro parere.
Due anni fa svolgevo un lavoro che mi vedeva seduta su uno sgabello alto per 5 ore al giorno tutti i giorni, che mi portava ad avere una posizione scomoda.
Proprio in quel periodo è iniziato il mal di schiena, o più precisamente un dolore simile ad un bruciore sopra la scapola sinistra, che si irradia per tutto il muscolo trapezio.
Il dolore non è mai più andato via, e per pigrizia non mi sono mai fatta visitare! Salvo una visita da un osteopatia che mi ha fatto due manovre alla testa, sono stata meglio ma poi è tornato tutto come prima, giorni buoni e giorni più fastidiosi.
Aggiungo ai sintomi il fatto che soffro di bruxismo, sia diurno che notturno e non porto il byte.. ho cercato delle soluzioni economiche ma ho capito che avrei potuto far peggio, e non potendomi permettere un byte costoso ed un ortodontista, come al mio solito lascio correre.

Detto ciò, 10 giorni fa all'improvviso mi si blocca la schiena.
Ero sul divano a guardare la tv, nessun movimento brusco, ed all'improvviso il solito dolore diventa fortissimo nel giro di pochi minuti si arrampica per il collo e mi blocca completamente qualsiasi tipo di movimento della cervicale. Ho provato a fare un bagno caldo ma è solo peggiorato, allora dopo qualche ora di dolore lancinante mi sono fatta da sola un'iniezione di muscoril+voltaren, che non ha cambiato minimamente la situazione.
Il giorno dopo mi sono svegliata piangendo dal dolore, se non c'era il mio compagno non mi sarei potuta neanche mettere seduta sul letto, volevo solo stare attaccata alla parete perché sentivo il "bisogno" di stare dritta come un fuso.
La sensazione più strana la percepivo come se mi pesasse la testa, come se il collo non la sostenesse. Continuo con le iniezioni ma niente, quindi il terzo giorno di dolore faccio immediatamente una RM di cui vi riporto l'esito:

Esame eseguito con tecnica SE, TSE, FFE, con immagini T1e T2 dipendenti secondo piani di scansione assiali e sagittali.

Inversione della fisiologica lordosi cervicale con fulcro tra C5-C6
A tale livello si documenta protusione discale mediana e paramedica sinistra che sporge nel canale e riduce l'ampiezza dello spazio epidurale anteriore.
Non si osservano alterazioni di segnale a carico della corda midollare.
Nelle scansioni assiali la protusione riduce l'ampiezza del forame radicolare di sinistra e senza grossolani fenomeni compressivi sulla radice omolaterale.
Si consiglia comunque EMG arti superiori.

Detto questo, come mai mi si è bloccato il collo all'improvviso se il dolore c'è da due anni?
Chiedo il consulto in neurologia perché ho letto della neuropatia del nervo sovrascapolare, che mi spiega molti sintomi. E' plausibile? Devo farla questa EMG?
Il mio è un referto grave o non è nulla di che? Se non mi curo (come?) a cosa vado incontro?
GRAZIE MILLE se vorrete rispondermi..
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

il reperto riscontrato alla RM cervicale potrebbe giustificare la sintomatologia riferita, ovviamente va fatta una visita specialistica per vedere se c'è una correlazione tra le due cose.
L'EMG è senz'altro consigliabile ma prima consiglierei la visita in modo da stabilire la parte dove effettuare l'esame, cioè se studiare anche il nervo soprascapolare insieme agli arti superiori.
Pertanto faccia prima la visita neurologica.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dr Ferraloro,
la ringrazio per il suo tempo e stamane prenoto una visita neurologica.
Volevo solo aggiungere una domanda abbastanza urgente, ovvero se in questi giorni posso sollevare pacchi, piegarmi e usare molto le braccia. (Devo impacchettare e spacchettare molti vestiti per lavoro) oppure cosa rischio.
Il tecnico radiologo mi ha per esempio "vietato" di andare in motorino, quindi nel frattempo che aspetto ulteriori accertamenti sono un po' confusa sui movimenti che posso o non posso fare.
La ringrazio ancora e le auguro una buona giornata
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

non potendo conoscere il Suo reale problema Le consiglierei, a scopo precauzionale, di evitare possibilmente sforzi fisici importanti in attesa della valutazione clinica diretta.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Gent.mo Dr. Ferraloro,
ho prenotato oggi una visita neurologica, il primo posto disponibile è fra 14 giorni.
Le scrivo ancora perché da stamattina ho perso forza al braccio sinistro, ma soprattutto non sento bene le punte della dita della mano, sempre sinistra.
Ho notato che la pelle delle dita è raggrinzita, rispetto alla mano destra che è normale.
Difatti la sensazione è proprio quella delle mani "cotte" dal troppo tempo in acqua.
A tratti mi formicolava anche il piede sinistro, soprattutto alla guida, ma questa cosa della mano è veramente fastidiosa!

Ho il cd della risonanza, credo che solo con determinati programmi si possa aprire quindi ne ho copiato tutto il contenuto e l'ho messo in una cartella zip, se pensa che la cosa possa esserle utile, posso mandargliela via email.

La ringrazio ancora tanto
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

solo le immagini della RM sono insufficienti senza la visita diretta, infatti quando parlavo di una correlazione tra le due cose mi riferivo proprio a questo, cioè verificare se il reperto riscontrato alla RM possa giustificare o essere congruo con i riscontri della visita.

Cordialità

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test