Rm del rachide cervicale

Buongiorno, il neurologo dopo avermi visitato per dolori al braccio e simultaneamente alla tempia dx + dei tremori ( rari ) alle braccia, mi ha consigliato una RM cervicale .
In attesa di rincontralo vi sarei veramente grato se mi poteste dare un parere sull’esito della RM , che riporto sotto .

“L’indagine è stata effettuata con scansioni orientate sui piani sagittale ed assiale, utilizzando sequenze STIR, T1 e T2 pesate, e GE similT2 dipendenti .
E’ attenuata la lordosi cervicale .
Il disco intersomatico C4-C5 mostra un’ernia posteriore a sviluppo paramediano destro, che oblitera gli spazi liquorali anteriori, giungendo ad improntare, seppur assai lievemente, il midollo spinale.
Si rileva protrusione posteriore ad ampio raggio a C5-C6, che, insieme con irregolarità delle limitanti somatiche contrapposte, oblitera gli spazi liquorali anteriori in sede mediana-paramediana dx, senza impronte di rilievo sul midollo spinale . Al medesimo livello hanno ampiezza modicamente ridotta i corrispondenti forami di coniugazione per concomitanti alterazioni uncoartrosiche.
Si osserva protusione discale essenzialmente mediana a C6-C7, con focale obliterazione degli spazi liquorali anteriori .
Ai restanti livelli non si riconoscono ernie e/o significative protrusioni discali , ed il canale spinale ha ampiezza nella norma, con regolare rappresentazione degli spazi liquorali sia anteriori sia posteriori .
Il midollo spinale conserva dimensioni e morfologia regolari e non mostra, anche in corrispondenza dell’impronta sud descritta, alterazioni di segnale da sofferenza parenchimale . Si evidenzia una minima dilatazione della canale ependimale nel tratto C6-C7”.

Vi ringrazio molto

[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

a livello cervicale sono state riscontrate delle protrusioni discali (sporgenze del disco intersomatico, quello che sta tra due vertebre) e alterazioni artrosiche.
Per valutare se tale reperto possa giustificare la sintomatologia riferita è necessario visionare le immagini della RM e visitarLa, solo così è possibile stabilire se c'è una correlazione tra le due cose.
Teoricamente, in generale, è possibile ma è necessario stabilire il Suo singolo caso.
Pertanto la valutazione neurologica è indispensabile.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno Dottore,

grazie dell'interessamento .
In attesa della valutazione consigliata ed al di là dei miei sintomi specifici , non credo che quanto riscontrato sia nella " norma " .
A tal proposito mi consiglia una qualche terapia ?

La ringrazio ancora molto
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

una terapia si consiglia dopo una diagnosi ed in base a questa, Lei al momento è senza diagnosi e a distanza non è possibile formularla.
Aspetti la visita specialistica.

Cordialmente

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test