Cosa possono essere questi episodi che mi vengono solo di notte che di solito si fanno anticipare

Spero che qui qualcuno possa darmi un consiglio per gli strani sintomi che avverto ormai da moltissimi anni. Faccio una premessa anche se vorrei che i miei sintomi venissero trattati al di là di quello che ora spiegherò. Quasi 15 anni fa iniziai a soffrire di attacchi di panico e ansia che pian piano negli anni sono riuscita a tenere a bada prima con i farmaci poi con psicoterapia. In questi anni ho avuto alcuni periodi durante i quali avvertivo strane sensazioni fisiche che i medici hanno sempre imputato ad ansia . Circa sette anni fa andai anche da un neurologo per una visita accurata in quanto i sintomi mi facevano temere la sclerosi multipla. Il medico specializzato in questa terapia non ritenne necessario fare alcun accertamento tranne appunto che una visita mirata dalla quale escluse l'ipotesi di sclerosi ma dopo la quale mi disse che era sempre la mia ansia a far venire questi sintomi. I sintomi sono questi : durante gli anni spesso avvertivo al corpo scosse elettriche tremori con una sensazione di brulichio all'interno dei muscoli ,fascicolazioni agitazione, pesantezza ad un lato del corpo di solito era senso di pesantezza muscolate alla gamba un abbraccio o entrambi. Questo l'ho rilevato degli iscritti che suo tempo mi faceva fare la psicologa. Ora i sintomi a distanza di tempo sono tornati e cercando su Internet ho scoperto che la sclerosi multipla può anche andare e venire quindi ho di nuovo paura. Oltre a questo sempre avuto un sintomo che nessuno mai riuscito a capire :accadeva che mi svegliano di notte con una tachicardia molto forte e quindi pensavo fossero attacchi d'ansia ,mi tiravo su nel letto perché magari bevevo e dopo mi calmavo e tutto passava anche se sentivo come un'onda salire e una brutta sensazione mi prendeva agli arti lasciandoli per un po ' deboli . Negli anni questi attacchi sono stati sporadici ma ultimamente quando mi venivano questa sensazione di onda che era come se mi premesse i muscoli la avvertivo più dal lato sinistro del corpo dallo stesso lato nel quale anche ora sento formicolii e pesantezza che vanno e vengono da una ora all'altra . Anche la testa mi prende nel momento dell'onda come se mi venisse per un attimo strizzata all'interno e lascia una sensazione sgradevole . Sono sensibile ai pericoli come se avessi un allerta più marcato e alcune volte avverto brividi in alcune parti del corpo. Spesso ho anche dolore alla cervicale parte dal collo e sale su. Ho un sovrappeso importante e alcune volte di notte mi sveglio sento i lati di uno o di entrambe le gambe come addormentati ma quando poi mi tiro su passa. Cosa possono essere questi episodi che mi vengono solo di notte che di solito si fanno anticipare da una sensazione di nervosismo agli arti e questi sintomi che invece ho di giorno possono essere sintomi di una malattia più grave? Anche il dolore alla cervicale è quasi sempre sul lato sinistro della testa , e questo quasi ogni volta che nella mia vita ho avuto mal di testa. Chiedo un vostro parere.
[#1]
Attivo dal 2014 al 2018
Psicologo
Gentile Utente 4854
Un consulto online non sostituirà mai una visita da uno specialista che potrà valutare e approfondire la sua anamnesi clinica di persona.
Leggendo con attenzione la descrizione della sua sintomatologia Le consiglierei di rivolgersi ad uno psicologo che sicuramente Le saprà consigliare esercizi di rilassamento che La aiuteranno a scaricare questo accumulo di tensione e ansia che Le causano disturbi del sonno, nervosismo, dolori cervicali e cefalea muscolo tensiva.
Credo che la Bioenergetica potrebbe essere l'ideale per la sua sintomatologia.
Per quanto riguarda le sue gambe le consiglio di camminare tanto ogni giorno, noterà subito i primi benefici.
Anche un corso di Yoga potrebbe essere un ottimo modo per rilassare mente e corpo.

Cordialità
Annarita Vacca.
[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la sua gentile risposta . Purtroppo ormai sono quasi quindici anni che mi tiro dietro questo problema che mi rovina la vita . Mi chiedevo ad esempio se potesse essere un problema legato allo stomaco e prego se ci fosse un dottore per la materia di darmi un suo parere . Questo per quanto riguarda il sintomo notturno . In pratica mi accade questo , non tutte le sere ma ultimamente spesso : dopo cena , di solito se rimango molto seduta a tavola o lavoro seduta a tavola , inizio ad avvertire gli arti strani , nervosi al loro interno poi di solito iniziano anche le gambe con gli stessi sintomi . Se vado sul divano fino a che sono sveglia rimango così , con questo nervosismo e gli arti sensibili se poi i addormento 99 su 100 dopo massimo un'ora mi sveglio di soprassalto con una sensazione di malessere non ben specificata o pericolo non so , il cuore batte a mille e mi pare manchi l'aria . Mi alzo di scatto e , prima mi spaventavo e stavo peggio , ora corro a bere e digerisco forte , diciamo che mi creo la digestione di forza e tutto si placa . Però a quel punto come una onda di piena piano piano risale partendo dagli arti una sensazione come se dal di dentro i nervi mi stringessero e lasciassero una sensazione di pesantezza . Questo mi accade anche alla testa e talvolta sento le mascelle irrigidirsi poi passa . Ultimamente mi prendeva di più il lato sinistro . Stasera purtroppo sento che sta arrivando ad entrami gli arti infatti ho sonno ma evito di coricar i . Può essere un problema digestivo ? Prima pensavo ad attacchi d'ansia ma ora non sono più certa. Chi può aiutarmi ? I medici ripetono sempre ansia ma io temo possa essere altro e vivo male . Esistono malattie con tali sintomi ? Durante la gravidanza non e' mai successo poi pian piano dopo sono tornati e ultimamente più spesso . Non so più a chi chiedere
[#3]
Attivo dal 2014 al 2018
Psicologo
Gentile utente
Deve stare serena.
Da quanto mi scrive io leggo una forte ansia generalizzata con episodi che rientrano nella categoria degli attacchi di panico. Inoltre è presente una forte ipocondria, ossia una eccessiva preoccupazione per il proprio stato di salute in assenza di cause organiche.
Io le consiglierei di rivolgersi ad un neurologo per una cura farmacologica in modo da riuscire a stare più serena e di rivolgersi ad un terapeuta per risalire alla fonte di questa ansia e lavorare su come gestirla in modo da non manidestarla tramite il corpo.
Le conseguenze dell'ansia e dello stress cronico possono causare la sintomatologia e le tensioni da lei descritte.
La sua situazione è risolvibile. Le auguro di trovare dei professionisti seri poi vedrà in breve tempo i miglioramenti.

Cordialità
[#4]
dopo
Utente
Utente
Io non so più dove sbattere la testa . Il sinto che mi prende notturno ormai da anni e' tornato prepotente più volte e io non so più a chi rivolgermi . Un momento sono sicura che sia un disturbo legato a qualche altro organo come lo stomaco in altri penso che sia l'sms ios x poi tornare a pensare che possa essere un problema fisico . Anche stasera stesso iter: finiamo di mangiare verso le 8.40 e dopo inizio a rassettare la cucina . Finito tutto passo un po' sul divano ma dopo un po' che sono li quella ormai nota inquietudine si impadronisce degli arti gambe e braccia . Inizio a pensare alle soluzioni possibili , se fosse la digestione prendo un mallox e poi acqua gasata . Passa il tempo e leggo fino alle 1.30 di notte quando poi sono troppo stanca e mi addormento . Ecco alle 2.40 puntuale che mi risveglia un fastidio e subito intuisco . Di solito ho il cuore a mille ma questa volta e' come se l'ho preceduta . Di colpo anche se questa volta non mi sono fatto prendere dalla tachicardia sento alcune parti del lato sinistro del corpo e in particolare bracci e viso come se tirassero . Bevo acqua, mi provoco dei ruttini e pian piano va meglio . Il fastidio durerà ancora un po' . Cosa e' ' non c'è chi possa aiutarmi a capire?a
[#5]
dopo
Utente
Utente
Vorrei aggiungere questo : solitamente quando avviene questa cosa poi la sensazione alla testa e al braccio( di solito al lato sinistro ) scompare ma spesso anche se mi addormento non riposo bene perché permane agli arti una sensazione fastidiosa come di nervosismo e sento il muscolo come fosse eccitato . A questo punto mi devo alzare e di solito nell'arco di mezz'oretta acompae tutto . Altre volte mi rimane questo fastidio per più tempo. In passato e' accaduto che pur non accadendo questo fatto notturno alla mattina mi svegliavo molto presto e non riuscivo più a stare a letto a causa di questo fastidio . Avevo provato a spiegare tutto questo al neurologo ( oltretutto specializzato in malattie tipo sclerosi ) ma ha continuato a sostenere fosse l'ansia e insisteva x una cura che io non volevo fare . Quando ho sofferto di attacchi 'ansia avevo preso farmaci ma non avevo tratto molto beneficio e in più ero ingrassata io che sono già molto sovrappeso . Sto cercando una causa ai miei problemi ma non la trovo . Pensavo potesse esserci una correlazione con lo stomaco e la digestione ma alla fine non credo ma mi pare strano sia ansia . Perché inizia a venire prima la sensazione ai muscoli e poi lo pseudo attacco ? Perché solo se mi addormento ? Perché durante l'attacco sento questo muscoli o nervi come se si irrigidissero nella parte di solito sinistra. ? Qualcuno può aiutarmi a capire ?
[#6]
Attivo dal 2014 al 2018
Psicologo
Gentile utente...
La sua è una forte ansia con somatizzione.
Se può cerchi di andare in vacanza o comunque di staccare con la routine quotidiana.
Ha scritto di una cura che non ha voluto fare. Per quale motivo?
Perché le sembra strano che sia ansia?. Crede che l'ansia non sia così dannosa per l'organismo da poter causare tanti fastidi?
Secondo me dovrebbe ritornare da quel medico e seguire le sue indicazioni.
Sono cure che hanno bisogno di tempo e pazienza prima di poter manifestare i miglioramenti.
Cordialità.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Quando ho sofferto di attacchi di panico feci per un bel po' di tempo cure a base di ricaptatori della serotonina e ansiolitici ma ingrassai parecchio io che già come ho detto sono fortemente in sovrappeso e in più avevo lo stesso ansia e attacchi di panico che ho imparato a gestire fino a placarli con la terapia strategica breve. Ciò che mi pare strano in questi attacchi notturni e' questa sensazione di nervoso agli arti che prevede la "crisi" e che di solito non accade se rimango attiva ma solo se permango sul divano o seduta al tavolo (e x questo avevo anche pensato a qualche problema alla colonna che potesse comprimere i nervi ) poi perché mi accada solo quando mi addormento . E' come se scorresse una energia che brontola sotto pelle fino a che esplode e dopo pian piano si placa . Questa può essere somatizzazione ? Il mio corpo aspetta che io dorma per sfogarsi ? Se e' così cosa posso fare x impedire questo innesco ?

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa