Emiparestesie

Salve a tutti e grazie in anticipo a chiunque vorrà rispondermi.
Di tanto intanto soffro di mal di testa e mal di collo, più feci molle da anni...
Ma un mese e mezzo fa ho avuto terribili mal di testa a carico dell'emisfero sinistro (principalmente zona temporale), incessanti per più di una settimana, notte e giorno.

Eseguite RMN con MDC Encefalo e Tronco, esami del sangue, urine, F.O. etc etc. Tutto negativo tranne un valore LDH di 494 su 200-400. Il medico mi manda a casa per "stress"

Carico di ansiolitici, la storia non termina affatto, i mal di testa si affievoliscono ma compaiono:
- formicolii all'emisfero cerebrale sinistro
- sensazione di compressione dell'orecchio (anche a quello destro a volte)
- fastidio all'occhio sinistro con riduzione del visus (spesso ci vedo sfocato)
Quando alla testa non avverto niente di tutto ciò, accadono fenomeni di Emiparestesia:
- piede sinistro e mano sinistra "intorpiditi"
- volto scosceso dalla parte sinistra
- da poco anche mal di schiena(???)
- mi sono coperto di angiomi che prima non avevo, uno anche nell'occhio destro!
- ho avuto un'ulcera duodenale che sto curando

Ripeto l'RMN Encefalo e Tronco con esito nuovamente negativo + visita neurologica anch'essa negativa! Faccio un'RMN senza MDC del rachide cervicale che ha evidenziato quanto segue:

______________________

Diffusa riduzione della componente idrica discale.
A livello C3-C4 slargamento circonferenziale con preminenza laterale bilaterale in assenza di compressioni mielo radicolari.
A livello C4-C5 slargamento circonferenziale con ampia base e presenza di piccolo frammento eccentrico paramediano laterale destra a parziale impegno iuxtaforaminale.
Scollamento del legamento longitudinale.
Non significative impronte mielo radicolari.
Slargamento circonferenziale ad ampia base si evidenzia anche a livello C5-C6.
Anche a questo livello è presente un microframmento esteso in sede extracanalare epidurale mediana.
Slargamento circonferenziale ad ampia base responsabile per scollamento del legamento longitudinale si segnala a livello C6-C7.

Caanale vertebrale di normale ampiezza e morfologia.
Non alterazioni del midollo cervicale.
Ridotta la fisiologica lordosi.
Assenza di modificazione reattive in sede subcondriale e intraspongiosa.

____________________________

Adesso le domande sono:
- che vuol dire scollamento del legamento longitudinale?
- questi frammenti possono esser dovuti ad un vecchio (anni fà) incidente in moto?
- queste condizioni possono portare, essere collegate alle emiparestesie di cui sopra?
- che tipi di esami mi consigliate per scoprire cosa potrebbe causare tutto ciò?

PER FAVORE AIUTATEMI, NON CE LA FACCIO PIù...
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
In sintesi:
-lo scollamento del legamento longitudinale anteriore altro non è che l'alluntanamento di questo dal muro vertebrale che delimita lìomologo canale e, pertanto, si trova sospinto (non so di quanto, entro il canale vertebrale;
-quelli che lei chiama "frammenti" possono essere gli esiti a distanza di un pregresso trauma del rachide;
-globalmente la condizione anatomica descritta potrebbe essere causa di parestesie.

Circa lo studio ulteriore del caso il consiglio è quello di un "secondo parere neurologico" e contestualmente nel corso di questo di una "revisione critica" della documentazione sanitaria acquisita in particolare prendendo visione di persona delle immagini nel CD degli esami di RM eseguiti.

Una ipotesi alternativa di lavoro potrebbe essere quella di una "emicrania con aura comitata" ovvero intenso mal di testa e sintomatologia focale neurologica: emiparestesie, calo del visus e sensazioni alterate
all'orecchio.

Pertanto un "secondo parere" con a seguito gli esami effettuati e la mente sgombra come se si trattasse della prima valutazione clinico-strumentale.

Cordialmente.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio molto per la risposta. I sintomi sono un po' migliorati. Al momento però, come ho scritto in un altro post. Mi sveglio al mattino con tachicardia, occhi rossi e sangue in bocca. La sensazione di corpo diviso in 2 è presente "leggermente" ed a intermittenza durante la giornata. Continuo a fare esami, ma fin'ora niente... Per quanto riguarda il secondo parere, ne ho avuti 3 fin'ora. Forse dovrei incontrarmi direttamente con lei... Mah... Sto un po' perdendo le speranze...
[#3]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Se ha osservato sangue in bocca, bisognerebbe capire se è dovuto a morsicatura della lingua o se proviene dall'apparato respiratorio.
In entrambi i casi consulti al più presto un medico o vada in Pronto Soccorso.
Cordiali saluti
[#4]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Come le dicevo nel contatto precedente ritengo sia indicato un "...un "secondo parere" con a seguito gli esami effettuati e la mente sgombra come se si trattasse della prima valutazione clinico-strumentale...".

Non c'è alcun motivo di perdere le speranze.

Cordialmente.
[#5]
dopo
Utente
Utente
@ Dr. Migliaccio:
il sangue in bocca viene da una gengiva, l'ho proprio visto.
gli occhi rossi ce li ho ogni mattina, insieme ad una forte tachicardia...

@ Dr. Poli:
si ha ragione, ma io son 2 mesi che sto così... Mi sono anche stufato.
In quel senso dico ho perso le speranze. Se fin'ora non s'è trovata ragione che devo fare? Mah...
[#6]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
Mi scusi, ma a Lei tutte le notti sanguinano le genive?
La cosa migliore è, come Le ha già detto il collega, di consultare un altro specialista.
Infatti è importante la diagnosi differenziale per il "maldi testa" e per questo motivo il Suo consulto inizialmente inviato in Neurochirurgia,l'ho spostato in Neurologia.

I sintomi, salvo diversa diagnosi, potrebbero essere messi in relazione con la situazione di discopatia degenerativa a livello cervicale, ma a questo proposito Le devo dire che i "frammenti" segnalati dal radiologo verosimilmente si riferiscono a frammenti di tessuto discale e non di osso vertebrale.
Nel qual caso risulterebbe fratturato e il referto l'avrebbe segnalato come tale.

Cordialità
[#7]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Gent.le
credo di essermi oramai espresso più volte circa il suo caso indicandole un iter da seguire.

Contrariamente un atteggiamento del tipo "...In quel senso dico ho perso le speranze..." ritengo non conduca a nessuna soluzione del problema.

Cordialmente.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Un neurochirurgo all'ospedale ha visionato il Cd con la Risonanza, ed ha commentato "frammenti... semmai protrusioni, ma che scrivono 'sti radiologi?!" concludendo che secondo lui tale situazione non poteva avere niente a che fare...
Comunque mi pare d'aver chiaramente capito che dovrei far analizzare nuovamente il Cd a qualcun altro. Bene, sarà fatto!
Grazie ad entrambi
[#9]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Concordo con Lei,
un "secondo parere neurologico" con a seguito gli esami effettuati e la mente sgombra come se si trattasse della prima valutazione clinico-strumentale...".

Cordialmente.
[#10]
dopo
Utente
Utente
In attesa dei lunghi tempi del cup... Dr. Poli, domande:

L'Rmn con mdc encefalo e tronco fatta circa 10 gg dopo l'esplosione del primo mal di testa incessante è risultata totalmente negativa.
Eseguita seconda Rmn SENZA mdc encefalo e tronco a distanza di circa un mese e DOPO che erano comparsi i fenomeni di emiparestesia, con esito negativo. Se ci fossero state placche si sarebbero viste? Oppure no perchè era senza mdc e quindi quelle "attive" che avevano causato le parestesie non sarebbero apparse perchè troppo "nuove"?
Anche per quanto riguarda l'Rmn Cervicale senza mdc, i problemi riscontrati, protrusioni frammenti etc, rimarrebbero tali col mdc oppure no?
Insomma mi sto chiedendo se dovrei ripetere, una RMN con MDC di Encefalo, Tronco e tutta la colonna vertebrale a questo punto per non avere proprio dubbi alcuni...
Servirebbe, oppure già da quelle effettuate possiamo escludere patologie demielinizzanti?
Ecco volevo chiedere questo, considerando che l'appuntamento ce l'avrò a Novembre e primo non resisto così fino a novembre :)
secondo non vorrei dover andare dal Neurologo e che mi dicesse "ripetiamo un'RMN questa volta completa dal cervello all'osso sacro" eheh magari sarebbe bene arrivare lì già con l'esame in mano, sempre che SERVA.

Quindi, sommarizzando, a questo punto, servirebbe oppure no?
Grazie
[#11]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Mi spiace che la domanda sia pressochè sempre la medesima.
RM con o senza mdc??
Come già espresso il mdc fornisce maggiori informazioni ma se il quesito sono le patologie demielinizzanti queste si sarebbero comunque evidenziate con lesioni/focolai di demielinizzazione a livello encefalico e/o del midollo spinale.
Il resto del mio pensiero l'ho già espresso.
Ritengo indicato un "secondo parere neurologico" clinico di persona rammentando di portare con sè dal collega che sceglierà per farsi rivalutare le immagini (ritengo CD: meglio poichè più facilmente consultabili al PC).
Continuando ad ipertrofizzare i suoi dubbi non farà altro che alimentare le sue ossesioni ottenendo come risultato una peggior qualità di vita.
Si riappropi di quest'ultima e della sua serenità.

Cordialmente.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Salve,
ho fatto visualizzare, come consigliato, le immagini di RMN ad un altro neurologo che ha escluso tutto come sopra............
A questo punto, gli episodi continuano e mi trovo in questa situazione:

- spesso formicolio dell'emisfero sx, in particolare sopra il cuoio capelluto
- dolore pulsante a livello della tempia sx
- pupilla dell'occhio sx che talvolta si dilata da sola
- laringe/faringe/palato dx più basso del sx
- parestesie - sensazione di corpo diviso a metà
- al mattino soliti occhi iniettati di sangue, battiti accelerati e quando mi alzo mi gira la testa

In questo tempo comunque ho cercato di non pensarci, sono andato al mare, mi sono svagato, ma immancabilmente, mentre mi sto "divertendo" arriva qualche sintomo, non credo sia una cosa psicologica....
Ho paura di SM o aneurisma...
SM perchè non ho fatto l'RMN midollare e a questo punto non so se farla
Aneurisma perchè, si sarebbe visto dall'RMN eseguita? E perchè tutto è iniziato con un forte mal di testa a livello della tempia sx, e il dolore pulsante talvolta si rifà sentire, in più gli occhi rossi al mattino, che vuol dire?
Mah... Non ce la faccio più a stare così... Sono disperato...
[#13]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Per la esclusione occorrono almento una accurata visita neurologica di persona ed una RM Encefalo e Midollo Spinale.
Per la esclusione di un aneurisma (visibile ad una semplice RM solo se di dimensioni di un certo rilievo) occorre quantomeno una RM encefalo con sequenze angiografiche e lo studio/visualizzazione di persona delle immagini.

Cordialmente.
[#14]
dopo
Utente
Utente
Grazie per la risposta,
domani farò un angio-rm encefalo e tronco con mdc, credo che da questa si vedrà qualsiasi tipo di aneurisma se ci dovesse essere, dico bene?
Domattina però ho delle analisi del sangue e pensavo, è il caso di farle? Nel senso, non è che col prelievo viene a mancare quel sangue che dovrebbe riempire tutti i vasi e di conseguenza falsare langio-RM? (tiro proprio ad indovinare ma è solo per esser sicuro, è la terza che faccio e non vorrei ripeterla, mi sto bruciando quei pochi neuroni rimasti)

Ho avuto un episodio di pressione diversa braccio dx e sx
Mi sono sentito male, emicranio sx in forte pressione, ho misurato la pressione cardiaca ad entrambe le braccia:
sx 106 73 - 93 puls
dx 140 84 - 76 puls
che vuol dire?

Grazie di tutto
[#15]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Per quel che concerne le analisi ematiche nesun problema. Inoltre il mdc richiede di conoscere (come da protocollo il valore della creatininemia).

Una lieve differenza tra un lato e l'altro nella misurazione delle PA può essere fisiologica.
Nel caso specifico la PA sistolica 140 a dx e 106 a sn supera il limite considerato fisiologico o parafisiologico (fissato attorno a 15 max 20 mmHg).
Questone anche questa da approfondire clinicamente e da un punto di vista strumentale.

C'è una cosa che non comprendo: perchè tutte le domande che rivolge a me non le formula al suo medico di medicina generale o al collega neurologo che si è, giustamente, affrettato ad individuare.

In fondo loro "hanno il polso della situazione" poichè la hanno e possono ulteriormente visitarla o farle fare esami.

Con questo, se non ho contato male siamo al 14esimo contatto.
Medicitalia è il più grande e diffuso Blog sanitario di consulti a distanza.
Può indirizzare il paziente verso un iter diagnostico, aiutare ad interpretare il referto di un esame, chiarire alcuni aspetti dei trattamenti farmacologici, chirurgici o bio-tecnologici, ecc, ecc.

Quel che non si può fare a distanza ovviamente è una valutazione clinica del paziente nè la visualizzazione diretta delle immagini degli esami via via acquisiti.

Così si riduce ad "blog di condominio" dove ognuno parla, parla...
Non è un social network, non siamo FB.

Il mio non è un appunto ma un ulteriore consiglio: avendo individuato le figure professionali di riferimento perchè non rivolgersi a queste che certamente la conoscono meglio di chi le scrive?

Sempre cordialmente.
[#16]
dopo
Utente
Utente
Perchè anche se non la conosco personalmente, di lei mi fido. E' l'unico che mi ha preso seriamente e mi ha dato risposte chiare. Fin'ora chiunque mi abbia visitato, in primis quel genio del mio medico di base, mi ha velocemente liquidato dicendomi che sono stressato... Beh forse ora lo sono diventato, dopo mesi di incertezze e paranoie. Per una situazione che non migliora e che si profila avere dei riscontri forse molto negativi. Sono giovane, vegetariano, faccio sport, non ho motivi di stress... perchè mi sta capitando questo? Sentirsi il corpo diviso a metà non è una bella sensazione, e sentirsi dire "vai in vacanza, sei solo un po' stressato" mi fa incazzare a morte, perchè credo di saper riconoscere i segnali che mi manda il mio corpo, e le rispettive cause. Sicuramente c'è un fattore di stress e ansia che hanno aggravato una sintomatologia però già presente e dovuta a ben altro... Se riuscirò mai a venirne a capo...

Grazie e buonanotte
[#17]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Di me si fida: vede solo il mio nome e cognome, una mia foto di 2 anni or sono e sa che vivo ed esercito nella sua città, null'altro.
Perdoni ma allora se di chi la sta seguendo, ognuno al proprio livello di competenza, posso supporre come lei non si fidi mi sento quasi autorizzato a pensare che forse abbia fatto delle scelte sbagliate nell'individuare le persone cui affidare la propria salute.

Buonanotte a lei.
[#18]
dopo
Utente
Utente
Ah questo sicuramente, altrimenti non mi ritroverei così dopo due mesi...

Ora come se non bastasse avverto anche una massa dura molto dura al tatto tutta intorno all'ombelico... mah...
Cmq angio fatta stamane, fra una settimana i risultati...

Ci scriviamo è...
[#19]
dopo
Utente
Utente
Ho sempre avuto torcicollo, da anni. Ora toccandomi dietro al centro della cervicale sento che se spingo dei frammenti si muovono e scrocchiano, è normale?
L'RMN del rachide l'ho fatta senza contrasto...
[#20]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Rumori di scroscio articolare riferibile a fenomeni artrosici e forse a materiale discale protruso del tratto cervicale.
[#21]
dopo
Utente
Utente
Benissimo, e secondo lei potrebbero comprimere arterie e nervi a tal punto da causarmi quei famosi problemi.
Mica mi risponde però, con la RMN senza mdc si vedrebbe o no un cavolo di tumore?
Cordialmente
[#22]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 189 51
Penso che radici nervose possano essere compresse o quantomeno irritate. Penso come sia possibile eventualmente comprimere e quindi ridurre transitoriamente il flusso ematico sulle arterie vertebrali.

Questo per rispondere a quelle che sono le sue due ultime domande.

[#23]
dopo
Utente
Utente
Va bene grazie...

Non capisco perchè non voglia rispondere all'ultima domanda, ormai dopo due mesi non sono più manco troppo in ansia, considerando che i sintomi iniziali si sono abbastanza ridimensionati. E' rimasta una leggera sensazione di corpo fatto da 2 diverse metà, l'ipotensione ortostatica o come si chiama il giramento di testa quando mi alzo dal letto mai avuto prima anche se m'alzavo di scatto... gli occhi rossi che mi fanno pensare alla compressione/riduzione del flusso ematico sulle arterie vertebrali (mi fanno pensare dico così ovviamente che ne sò...), la midriasi all'occhio sx che va e viene insieme alla tempia sx che pulsa (sempre forse causata da compressione/irritazione nervi), la schiena che fa male e scrocchia spesso (che irrita e comprime i nervi?), qualche parestesia localizzata a seconda della posizione assunta ma principalmente se sto supino e quindi se poggio sulla schiena...

Per questo le chiedevo dell'mdc, perchè forse è il caso di farne un'altra ma stavolta alla spina, dato che due neurochirurghi diversi mi hanno detto che secondo loro l'rmn rachide (senza mdc) non può causare quanto sopra... allora forse il problema si vedrebbe col mdc, o forse è più giù, penso io, considerando questa strana massa addominale, dura intorno all'ombelico se se tasto fa male e mi fa "sentire" la colonna vertebrale... che ne sò... tutte cose dette e ridette a tutti i geni e gli scienziati visti purtroppo senza considerazione...

L'rmn non è così dannosa come una lastra, ma sono comunque onde magnetiche, e qualche danno che scopriranno fra 50 anni (o forse già lo sanno) lo farà sicuramente, quindi se non servisse rifarla non la rifarei... Ma se con il mdc cambia la situazione allora...
Capisce?

Ovviamente prima attendo l'esito di quella di ieri XXX

Grazie comunque Doc
[#24]
dopo
Utente
Utente
Salve,
riscrivo a distanza di tempo per chiedere un ulteriore parere.
Le mie condizioni sono forse leggermente migliorate:

- I formicolii all'emisoma sinistro li avverto solo a volte
- mi è stato riscontrato un papilledema o pseudo perchè visibile solo in ortostatismo, quindi è stato connesso a causa vascolare
e mi da fastidio a leggere
- RMN e Angio-RMN entrambe negative, se non per una marcata asimmetria dei seni trasversi, dove il sinistro è minuscolo
- al mattino l'emisoma sx è arrossato e dopo poco che mi alzo iniziano i fastidi e i dolori in testa, sempre a livello temporale
- vene "gonfie" in testa
- quando cammino mi gira la testa verso sx
- ho notato una vena che mi si gonfia attorno al polpaccio sx e mi da una sensazione di "cinghia che stringe"
- sensazione di puntura o qualcosa che stringe simile al fianco sx

Qualche idea? Mesi di analisi e niente di risolto...

Io sono arrivato alla conclusione che potrebbe essere un problema vascolare, forse ho avuto/ho una piccola trombosi, o una fistola che non si nota dagli esami fatti.

Quali altri esami potrei eseguire per venire aa capo di sta storia?
Io non riesco più a vivere, leggere non posso perchè da sx vedo sfocato anche se ho 10/10 ad entrambi gli occhi, camminare non riesco perchè sbarello, eppure stavo così bene 3 mesi fà... aiuto!

ah... dimenticavo, ho sempre un piede caldo e uno freddo, una mano calda e una fredda, e mi è scesa la pressione terribilmente tanto che dai miei soliti 130/90 sono a 110/60

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio