Attivo dal 2014 al 2015
Gentili dottori, sono un ragazzo di 27 anni e scrivo per avere un parere in merito ad alcuni sintomi che ultimamente avverto, cioè stanchezza alle gambe e una strana sensazione. Nelle ultime settimane o mesi a intervalli di giorni anche senza svolgere attività fisica o lavori fisici pesanti avverto indolenzimento al retro delle gambe che parte dalla parte inferiore delle natiche e scorre al retro coscia e a volte l' indolenzimento si sposta ai polpacci o sulla zona laterale della gamba partendo dalle anche. Tali sintomi sono più frequenti quando sto molto tempo in piedi e i retrocoscia si infiammano di più e l' indolenzimento aumenta. Non ho però fitte, ne formicolii e solo ogni tanto qualche spasmo e solo quando la sera mi distendo a letto. Non è un dolore il mio ma indolenzimento, stanchezza e come un bruciore a volte. Tale sintomo aumenta se sto seduto a lungo sulla sedia o in macchina, è come una sorta di infiammazione. Se mi abbasso per legare le scarpe mi tirano i muscoli delle gambe e stanno in piedi a lungo si stancano e anche di notte mi stiracchio sempre le gambe e ciò me le fa sentire ancora più indolenzite. Ho iniziato a soffrire di tali sintomi da quando un anno fa o più mi sono stirato ripetutamente gli adduttori e i retro coscia facendo stretching senza riscaldamento e facendo un forte stretching. A volte quando cammino è come se le gambe non fossero più come prima, mi metto a vedere se sono coordinate e se si stancano o ho altri sinotmi. Può tutto questo dipendere da problemi solo muscolari tipo sciatalgia o dalla postura o dalle scarpe che uso? Ho letto su internet che possono essere sintomi di sm. Posso escludere tale pensiero. Sono molto ansioso e ipocondriaco. Grazie.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

dalla sintomatologia riferita non vedo motivi per pensare la SM, probabilmente la causa va ricercata altrove, ne parli inizialmente col medico curante che La indirizzerà, in base ai riscontri della visita, verso lo specialista di riferimento.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
Gentile dottor Ferraloro, grazie per la sua risposta. Il fatto è che ormai sono ossessionato e impaurito e non faccio altro che pensare a quando cammino alle gambe, a se mi reggono, se mi fanno male, se sono coordinate e se inciampo nel camminare. Mi sembra quasi che le gambe non sono più come prima e cammino in modo diverso quasi strano. Forse tutto dipende dall ansia e dalla paura. Cosa potrei fare? Sintomi di sclerosi multipla sarebbero subito visibili? Sono stato dal mio medico che mi ha fatto eseguire anche degli esercizi di coordinazione e neurologici e li ho fatti senza problema. Grazie mille.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Una persona che si pone queste domande ed è ossessionato da ogni segno alla ricerca di eventuali alterazioni anche dell'andatura è certamente ansiosa, con un importante disturbo d'ansia con note ossessive.
Pertanto già questo comportamento ne è un chiaro sintomo.
Le consiglierei di effettuare una visita neurologica che se fosse negativa la indirizzerebbe sul lato psichico del problema che dovrebbe affrontare rivolgendosi poi ad uno psichiatra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
Gentile dottor Ferraloro grazie per il suo tempo. Effettuero la visita dal neurologo per tranquillizzarmi la prossima settimana. Dalla sua esperienza potrei tranquillizzarmi e non pensare alla sm con miei sintomi. Grazie mille.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Con i famosi limiti del consulto a distanza, sembrerebbe improbabile un'ipotesi SM.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
Gentile dottor Ferraloro, le scrivo a distanza di qualche mese per avere un parere in merito ad alcuni sintomi di cui le parlai già, come si puo leggere nei post precedenti.Negli ultimi giorni anche senza svolgere nessuna attività fisica, avverto di nuovo dopo e mesi che sono stato benissimo,indolenzimento al retro delle gambe che parte dalla zona inferiore delle natiche e scorre al retro coscia. Non ho fitte, nemmeno spasmi o altro. Come le accennai ho iniziato a soffrire di tali sintomi da quando un anno fa o forse più mi sono stirato ripetutamente gli adduttori e i retro coscia facendo stretching senza riscaldamento. Questi sintomi li ho già avuti 3 mesi fa se si ricorda. Come le mi consigliò andai subito dalla neurologa che mi visito e mi disse che assolutamente stavo bene e non dovevo fare altro che curare la mia ansia e la mia ipocondria. La visita servi a calmarmi ed e servita fino a qualche giorno fa quando la paura si è ripresentata. L' indolenzimento alle gambe mi è ritornato ora da quando la notte ripetutamente mentre dormo (poco e male) mi stendo sempre con le gambe stanche e voglio sempre sgranchirmele come in genere si fa al mattino appena svegli. Potrebbe tutto dipendere da uno stiramento che mi provoco io alle gambe quando la notte, soprattutto nei periodi più ansiosi, non faccio altro che stenderle con forza, potrebbe essere solo un fatto muscolare?. Mi sono spaventato perchè su internet ho letto che la sm ha periodi di pausa senza sintomi e recidive periodiche. Non vorrei fare un altra visita neurologica inutilmente. Grazie mille.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la visita neurologica negativa ha avuto un effetto terapeutico, adesso si ripropone il problema ed un'eventuale nuova visita verosimilmente avrebbe lo stesso esito, pertanto non penso sia il caso di effettuarla, almeno per il momento.
Quindi stia tranquillo e non faccia estensione forzata degli arti che potrebbe essere la causa di ciò che descrive.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
Gentile dott. Ferraloro grazie per la sua risposta. Seguirò il suo consiglio come già fatto per la visita neurologica. La neurologa mi disse anche che i sintomi di cui le ho parlato, tipo indolenzimento al retro coscia, non hanno niente a che fare con tale malattia, anzi mi disse che lei già dal movimento degli occhi durante l 'esame, si sarebbe accorta di qualche eventuale problema, ma la visita per fortuna è andata bene e mi ha detto solo di vivere serenamente, mi diede solo qualche miorilassante per qualche settimana per dormire meglio la notte dato che non dormo affatto bene e sono sempre teso con i muscoli. Potrei quindi stare tranquillo, questi sintomi al retro delle cosce possono non farmi pensare alla sm, che ha altri sintomi di insorgenza da quanto ho capito? Grazie.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ha capito perfettamente, si tranquillizzi e non pensi alla SM.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Attivo dal 2014 al 2015
Grazie mille dottore. Lei è una persona con un gran cuore. Buona serata grazie ancora.

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona serata anche a Lei!
Dr. Antonio Ferraloro