Utente
Buona sera, gentili dottori, volevo chiedere delle informazione relativamente a mia sorella, ha 45 anni, quest'inverno dietro un'influenza intestinale con febbre alta, vomito e diarrea ha avuto un episodio di svenimento che si è ripetuto dopo poco più di una settimana sempre dietro un'altra ricaduta di influenza con febbre,dopo di che la perdita di coscienza si ripetuta un'altra volta ancora, pochi giorni fa, questa volta senza alcun sintomo, così si è rivolta al medico curante che le ha detto di farsi una visita cardiologica con ecocardiogramma e controllo della pressione arteriosa, (lei, da qualche mese prende la pillola per la pressione alta ) nulla di rilevante è emerso, così ha fatto l'esame dell'encefologramma con questo risultato:Sulle aree posteriori è visibile un'attività a 9-11 c/s di medio voltaggio sincrona,simmetrica e reagente all'apertura degli occhi.
modesta componente theta di medio voltaggio a prevalenza sinistra nelle dervivazioni centrali e posteriori.
Iperpnea e SLI non modificano sensibilmente il referto.Conclusioni: Lieve alterazione dell'attività elettrica cerebrale.Lei, adesso è piuttosto preoccupata e vuole sapere se ha qualcosa di preoccupante e a quale specialista si deve rivolgere per approfondire con ulteriori esami.Nell'attesa di una Vs. cortese risposta, porgo distinti saluti.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

reperti di questo tipo e similari, cioè con lievi alterazioni dell'attività elettrica cerebrale si possono riscontrare anche in soggetti perfettamente normali dal punto di vista neurologico. Questo tipo di tracciato di per sé non è preoccupante ma è corretto fare vedere l'esame ad un neurologo anche per una valutazione clinica diretta ed eventuali approfondimenti se ritenuti necessari.

Cordiali saluti e buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie, dottor Ferraloro per la sua pronta e gentile risposta,mi ha rincuorato,adesso vedremo di consultare un neurologo. Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Rinnovo l'invito ad una valutazione neurologica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro