Utente 614XXX
Buongiorno, da aprile 2016 mio figlio di 15 anni accusa saltuariamente una sensazione di "capogiro", senza cadute, senza vomito o nausea senza necessita' di sedersi e senza cefalea.
Abbiamo effettuato diverse analisi ematiche per rilevare celiachia, problemi alla tiroide, carenza di ferro,ecc. ma non si e' riscontrata nessuna anomalia. Il ragazzo e' un soggetto allergico ad Acari e graminacee. E' stata effettuata anche una visita presso l'otorino con esame audiometrico e vestibolare che non ha rievato nulla. Sospetta diagnosi Soggetto equivalente emicranico.
L'Otorino ha consigliato un RM all'encefalo con mezzo di contrasto e questo e' il referto che appena ritirato:
Encefalo:
Indagine eseguita mediante apparecchiatura ad alto campo (1,5T) sia prima sia dopo somministrazione di mezzo di contrasto paramagnetico (Gd-gadoterico gadoterato di meglumina 5 mmol/ml alla dose di 0,2ml/kg) con acquisizione multiplanare di sequenze SE T1, FSE T2, FLAIR, DWI, 3D FSPGR T1 e completata con sequenza FIESTA di dettaglio per la fossa cranica posteriore.
Sistema ventricolare normale per morfologia e dimensioni.
Normale ampiezza degli spazi liquorali periferici.
Non si rilevano aree di restrizione della diffusivita' molecolare dell'acqua nelle sequenze di diffusione.
Normale l'intensita' di segnale del parenchima celebrale e delle strutture della fossa cranica posteriore.
In particolare, normale aspetto delle cisterne dell'angolo ponto-cerebellare, del pacchetto acustico-facciale dei due lati, del V paio di nervi cranici e dei relativi cavi di Meckel.
Normale l'intensita' di segnale proveniente dai labirinti membranosi cocleo-vestibolari.
Non si rilevano enchancement a carattere patologico.

Distretto arterioso intracranico
Indagine eseguita mediante acquisizione di sequenza 3D TOF HR.
Normale aspetto dell'arteria basilare, delle arterie carotidi interne e delle arterie celebrali anteriori, medie e posteriori nelle porzioni visualizzate.
Quale variante anatomica si rileva la presenza di agenesia del tratto A1 dell'arteria cerebrale anteriore destra.
Origine fetale dell'arteria cerebrale posteriore destra.

Da quanto sono riuscita a comprendere nel referto, la prima parte risulta nella norma ma mi preoccupa la seconda parte dell'esito relativa al distretto arterioso intracranico, potete cortesemente indicarmi il significato di quest'ultima e se ci sono problematiche patologiche?
Ringrazio anticipatamente dell'attenzione e saluto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le anomale vascolari riscontrate sono considerate varianti anatomiche e non hanno significato patologico.
Si può tranquillizzare.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 614XXX

Buongiorno Dr. Ferraloro,
la ringrazio della celere risposta che mi ha rincuorato.

Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro