Utente
Buongiorno,
Vista la mia giovane età chiedo a voi perché non capisco.
Circa 3 mesi fa mi si è anestetizzata una parte del braccio sinistro che comprende polso interno fino a prendere il gomito e salendo su fino all'ascella. Solo la pelle superficiale tanto è vero che la pressione profonda la sento. È come se avessi messo dell'anestetico. Chiesi al dottore e mi disse che era sicuramente un nervo offeso per la posizione in cui dormivo. Circa 2 giorni dopo ero con amici a fare un escursione in campagna e utilizzavo il braccio come un bastone per spostare le fronde e non sentivo male. 2 anni fa mi ruppi la schiena all'altezza del bacino ma niente di grave solo una piccola frattura. Avrei dovuto fare altri x-ray ma non ci ho dato peso e non credo sia dovuto a questo il quadro.
Circa 3 giorni fa mi sono accorto che camminavo male. La gamba sinistra la lancio per camminare. Non è molto visibile ma lo noto da quando ho iniziato a fare il cameriere quest anno portare i caffè è molto difficile ogni passo cade una goccia ma puó essere legato a quello che sto per dire. Tremo e ho perso forza. Anche adesso che scrivo e sono a riposo tremo. E questo lo noto molto forse perché ci ho buttato l'occhio a lavoro. I piatti li porto con difficoltà e già dopo poco mi sento stanco. E tendono a cadermi. Cosa che non è ancora successa e spero non succeda quindi porto 2 piatti alla volta con notevole calo del rendimento. Ieri sono andato a ballare dopo il lavoro. E avevo le gambe molto stanche ma puó essere dato dal lavoro. Il fatto che mi ha fatto pensare di scrivervi è successo ieri sera a letto. Ho accavallato le gambe e mi sono reso conto che non sentivo la parte interna del ginocchio (il dietro non ne conosco il nome) non resco a delineare un perimetro ma è la stessa sensazione che ho tuttora nel braccio. Nel braccio non cammina cioè non evolve è uguale dal primo giorno sempre nella stessa zona. Mi affatico con niente. Mi sento il cuore in gola da qualche settimana tanto è vero che ho smesso di fumare pensando fosse dato da quello. Fare le scale non è impossibile ma è piú difficile arrivo in cima che vedo nero e con il cuore molto veloce. Cosa strana visto che io sono uno sportivo quasi agonistico. E la fatica la sento ben poco!! Ah 2 mesi fa ero paralizzato a letto. Cioè mi ha svegliato mio padre ma per 2 ore ero come paralizzato non mi muovevo. Prendo il seroquel 100rp. Per un passato turbolento di abuso di stupefacenti per un piccolo periodo. Tanto è vero che a parte le sigarette non avevo piú nessuna dipendenza. 1 2 caffè al giorno con 1-2 cucchiaini di zucchero per intenderci. Ormai sono 2 anni che non uso stupefacenti. Anche se non ho mai abusato cosa difficile da dire visto che non esiste il non abuso di stupefacenti. È durato solo 2 mesi e non ho mai usato cocaina e oppio derivati. Tutto il resto l'ho provato circa. Non credo sia ipocondria visto che solo ieri ho pensato potesse essere strano tutto questo.
Spero in una vostra risposta.
Utente.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buona sera,
per quale motivo assume il Seroquel?
Da quale figura professionale è stato prescritto?
Sulla base di quale ipotesi diagnostica ovverosia per quale disturbo?

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
La diagnosi era psicosi mi è stata diagnosticata in Australia dove mi trovavo per lavoro ho fatto uso di stupefacenti e mi davano la quetiapina ma non ero molto d'accordo. Mi anno dato lo ziprexa che sembrava andate bene ma quando sono andato a lavorare mi resi conto che stavo peggio di prima e non avevo riflessi pronti. Cosa che per il mio lavoro era indispensabile. Ho cambiato a seroquel 300 ero troppo sedato e si ripresentava il problema. Sono passato a 150 e andava bene. Poi sono passato a 50 e non ero coperto.. Mi sentivo strano e sono tornato a 100. Con benzodiazeine al bisogno. Che non prendo spesso anzi mi fanno paura. Ho ridotto tutte le droghe.. Grassi saturi zuccheri caffe e alchool. Altre droghe eliminate completamente da anni. Mi preoccupa un po il seroquel che essendo anche antidepressivo puó causare i sintomi che descrivo ho letto ieri sera. Scusatemi se sono di fretta ma sto andando a lavoro.

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Bene,
buon lavoro.

Ritengo come le sue problematiche possano trovare migliori ed adeguate risposte in "area psichiatrica".

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
È sicuro?
Piú che altro era una mia curiosità sapere cosa poteva essere.. Credo chiederó direttamente al mio medico di base delle analisi. Piú che altro per il tremore che è la cosa piú fastidiosa. Per droghe intendo sia i piaceri di gola che indeboliscono il corpo sia vera e propria droga partendo dalla mariuana e finendo con droghe sintetiche che rovinano corpo e mente. Il mio riferimento anche al caffe era per dire che arrivavo anche a 10 caffè al giorno con 3 cucchiaini di zucchero ogniuno. Cosa che mi sono reso conto dava dipendenza e assuefazione come anche i grassi. Chiudo questa parentesi ora che non sono di corsa se puó darmi qualche informazione utile anche solo un controllo oppure un consiglio su come fare per togliere queste condizioni fastidiose.
Cordiali saluti,
Utente.

[#5]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buon giorno,

"...E' sicuro?..."
La anamnesi e la assunzione di Seroquel indirizzano, nell'ambito del consulto a distanza, area psichiatria.
Altra cosa sarebbe una valutazione clinica ed eventualmente strumentale effettuata di persona:
-da valutare sia da un punto di vista neurologico
-che da un punto di vista psichiatrico.

"...Piú che altro per il tremore..."
Se mi racconta di 10 caffè al giorno mi sembra come la caffeina in essi contenuta (stimolatore dell'apparato cardiovascolare e del sistema nervoso centrale) renda conto del disturbo.

Certamente il tremore, "...la gamba sinistra la lancio per camminare..." e gli altri disturbi necessiterebbero una valutazione clinica neurologica ed eventuali esami strumentali e/o di laboratorio che dovessero rivelarsi indicati in corso di visita.

Nell'ambito in cui siamo, un consulto a distanza, non credo di poter far altro che sollecitarla a farsi visitare clinicamente di persona da entrambe le tipologie di specialisti.

Cordialmente.

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
Utente
Il caffe e droghe in generale erano 2 anni fa. Adesso ne prendo uno la mattina e uno la sera se devo lavorare. Mi scuso se non sono stato molto chiaro! Ciò che volevo far intendere è che 2 anni fa mi sfasciavo, ora sto attento quasi a tutto quello che butto nel mio corpo. E si nota. Tanto è vero che sono io a voler continuare ancora la terapia l'avrei già eliminata sotto consiglio medico da un po. La mia ripresa è stata piuttosto veloce e ció che non mi spiego è perchè con tutto quello che buttavo dentro stavo bene e ora con attenzione non mi sento al massimo. Sto attento nel mangiare ma neanche troppo sulle dosi essendo magro posso permettermi di essere una buona forchetta amo frutta e verdura che mangio spesso come merenda ma non mi proibisco una carbonara da 200 grammi di pasta per intenderci.
Ciò che puó mancare nella mia dieta è la vitamina D ho preso pochissimo sole durante l'inverno e diminuito i latticini. Volevo reinserire il latte ma sono intollerante ora. Puó essere questo? Sono ancora bianco e svegliandomi con il seroquel tendo a svegliarmi tardi anche se è poco. Poi lavoro o sto al pc. Non sono uscito neanche molto con amici.
Spero ora di essere stato chiaro. Neorologia non si cura del funzionamento dei sistema nervoso? Ho fatto anche massaggi al braccio da professionisti. Mi hanno detto tutti si ora è a posto. Con ciò credo non sia questione del nervetto.
Grazie della risposta.

[#7]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buona sera,
credo di aver già risposto.

"... il tremore, "...la gamba sinistra la lancio per camminare..." e gli altri disturbi necessiterebbero una valutazione clinica neurologica ed eventuali esami strumentali e/o di laboratorio che dovessero rivelarsi indicati in corso di visita..."
ma il Seroquel può giocare un suo ruolo.

Pertanto valutazione clinica di persona.
Il consulto a distanza ha limiti precisi.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it