Utente
buonasera, ho 35 anni, nessun problema particolare di salute, almeno sinora. Non sono sovrappeso, non fumo, conduco una vita regolare e sportiva.
ieri pomeriggio, appena dopo pranzato, ho iniziato ad avvertire, lungo l'arcata del labbro superiore una sorta di ridotta sensibilità, come se il labbro stesso fosse più rigido e la rigidità si estendesse col passare del tempo alla parte alta della guancia sinistra. Nel corso del pomeriggio è rimasto inalterato, persistendo e anche nella serata, almeno sino a quando sono andato a letto. Stamattina al risveglio il disturbo sembra essere scomparso o comunque notevolmente attenuato...leggevo che tali fenomeni di ipoestesie/parestesie possono essere campanelli d'allarme per patologie importanti come quelle demielinizzanti e mi sono preoccupato notevolmente...cosa mi consigliate di fare?

grazie.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la durata della parestesia mi sembra insufficiente per potere sospettare una malattia demielinizzante, tuttavia una visita neurologica la riterrei indicata per avere una valutazione diretta del problema considerati i limiti del consulto a distanza.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
gentile dottor Ferraloro, la ringrazio in primo luogo per la rapidità nella risposta oltre che per la cortesia.
Oggi fortunatamente nel corso dell'intera giornata il problema che le descrivevo non si è presentato affatto e sembra - facendo i debiti scongiuri - passato, inoltre mi chiedevo due cose: quale valenza potesse avere una futura visita neurologica (ne ho già sostenuta una per altri motivi nel 2011, eon negativo) in assenza della sintomatologia descritta? E in secondo luogo, soffro da molti anni di malocclusione associata a canini occlusi, potrebbe in qualche modo esserci un legame? Ad ogni modo ne parlerò col mio medico di base non appena rientrerà dalle ferie, spero di potermi tranquillizzare, grazie alla sua risposta, sempre nei limiti del consulto a distanza...la ringrazio moltissimo per la sua gentilezza e professionalità...posso tenerla aggiornata?

buon ferragosto.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

anche una malocclusione potrebbe teoricamente essere all'origine del disturbo riferito, ovviamente ne deve parlare col dentista o con uno gnatologo.
Certamente, può tenermi informato.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio, gentilissimo. Ad oggi il disturbo pare essere inesistente, buon segno, vero? A presto

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Ovviamente è un buon segno.

Buon ferragosto anche a Lei!
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buonasera gentile dottore, la aggiorno rapidamente.
Non essendosi presentato più (fortunatamente) il problema di parestesia localizzata per tutta la settimana, il mio medico di base oggi ha ritenuto che sia più opportuno attendere prima di un'eventuale visita specialistica, almeno stante l' assenza di sintomi, che comunque non ha ritenuto preoccupanti. Lei che cosa ne pensa?

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in assenza di sintomi da una settimana, una strategia attendista è possibile adottarla soprattutto se consigliata dal medico curante. Al ripresentarsi del sintomo però si rivolga al neurologo.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Grazie, glielo chiedo perché sono rimasto piuttosto perplesso dalla "strategia attendista"... buona giornata.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Evidentemente il medico curante non ha riscontrato segni particolari.
Se Lei per maggiore sicurezza vuole effettuare la visita neurologica nulla lo impedisce.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro