Utente
Gent.mi dottori,
sono una donna di 32 anni. Ho un tremore al pollice sinistro e spero possiate aiutarmi.

Cerco di sintetizzare ciò che mi è successo. Due mesi fa ho vissuto una situazione stressante. Dopo alcuni giorni in cui ho mangiato molto poco, ho iniziato ad avere dei problemi a respirare, come se mi si stringesse l'esofago. Riuscivo di nuovo a respirare dopo aver espulso una secrezione bianca. Il gastroenterologo ha detto che si tratta di reflusso gastroesofageo e mi ha prescritto la gastroscopia. Due anni fa ho avuto lo stesso problema, che ho curato con l'alimentazione e con l'assunzione di liquirizia, per cui ho rimandato la gastroscopia e sto cercando di risolvere di nuovo il problema nello stesso modo.
Così facendo però sono arrivata a pesare 43 kg per 1,62 cm. Già prima mangiavo molto leggero, ma adesso mangio sempre gli stessi alimenti (pasta, riso, piselli, carote, petto di pollo, mela, banana, crackers).

Un mese fa circa, ho iniziato ad avere un tremolio al pollice sinistro. Non so dire quante volte mi succeda all'interno della giornata, forse una trentina. Ogni episodio dura alcuni secondi. Fino a qualche giorno fa non avevo dolore, per cui ho trascurato la cosa imputandola magari allo stress, ma ieri si sono aggiunte anche delle strane sensazioni alla mano sinistra e alla faccia, che potrei descrivere come scariche elettriche dolorose. Oggi sono quasi sparite, ma il tremore al pollice resta. Sono stata dal mio medico di base, che mi ha prescritto delle analisi del sangue (emocromo, elettroliti), e una visita neurologica.
Ho notato anche che ogni tanto mi si annebbia la vista.

Ovviamente mi vengono in mente tante brutte malattie. E' possibile che tutto questo sia dovuto all'alimentazione? L'assunzione di liquirizia può avere a che fare con questi tremori? So che non dovrei abusarne, ma ne assumo tanta perché quando mi sento soffocare è l'unica cosa che mi aiuta.

Nel ringraziarvi, porgo i più coridali saluti.

[#1]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

il suo problema sembrerebbe legato a uno stato ansioso.

Le consiglio di rivolgersi a uno Specialista dei disturbi dell'umore.

Cordiali saluti.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale

[#2] dopo  
Utente
Gent.mo dottore,

grazie per la Sua risposta.
In effetti ho appena vissuto un periodo stressante e ho somatizzato molto.
Ad ogni modo ho sospeso l'assunzione di liquirizia e i tremori sono scomparsi dopo alcuni giorni. Dalle analisi risulta che ho il fosforo molto alto. Dovrò curare il reflusso in maniera tradizionale.

La ringrazio ancora, distinti saluti.

[#3] dopo  
Utente
Aggiorno in caso possa essere utile ad altri utenti.
I miei tremori, a quanto pare, erano legati alla postura scorretta e all'alimentazione carente a causa dei problemi gastrici.

[#4]  
Dr. Giorgio Leccese

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
MATERA (MT)
TRANI (BT)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Di nulla.
Dr. Giorgio LECCESE

NB: il consulto online non può nè deve sostituire la visita reale