Utente
Salve!
Mio padre di 63 anni sta assumendo Depakin Chrono (una compressa da 500 la mattina e una alla sera) per curare l'epilessia. Vorrei sapere se questo farmaco può dare come effetto collaterale un lieve deficit di memoria e a volte un po' di confusione.
Prima che gli venissero le crisi epilettiche non aveva nessun deficit di memoria, da dopo le crisi (prima prendeva il Keppra, poi è stato sospeso per i forti effetti collaterali) ha qualche leggera difficoltà a ricordare cose successe o fatte anni fa. Può essere l'epilessia in sé a dare questi lievi problemi di memoria o è un effetto del farmaco?

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

entrambe le condizioni che Lei menziona possono causare i disturbi della memoria che riferisce.
Ovviamente non possiamo sapere quale delle due potrebbe essere responsabile della sintomatologia di Suo padre.
Quale tipo di epilessia è stata diagnosticata? Ha ancora crisi?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Se non sbaglio è stata diagnosticata epilessia di grande male. La prima volta ha avuto una crisi ed è stato portato all'ospedale con l'ambulanza, è stato ricoverato in neurologia e gli accertamenti fatti hanno rilevato solamente degli stati lacunari. Il giorno stesso del ricovero ha avuto un'altra crisi, poi è stata cominciata la terapia con il Keppra (tutto questo a luglio). Con questo farmaco le crisi non si sono più verificate, ma dava forti effetti collaterali a livello psichico e fisico, così è stato sospeso questo farmaco e gli effetti indesiderati sono completamente scomparsi in alcuni giorni. In sostituzione gli è stato dato il Depakin, inizialmente una pastiglia da 500 solo alla sera. Poi ha avuto una crisi (l'acido valproico era basso), così gli è stata aggiunta una pastiglia da 300 la mattina. Non gli sono più venute crisi, tuttavia gli è stato misurato nuovamente l'acido valproico ed era basso (45), così è stata aumentata la dose a 500 la sera e 500 la mattina. L'acido valproico ora è a 64,2. In totale quindi, da luglio, ha avuto 3 crisi.
Io ovviamente lavoro, quindi non ho sotto occhio mio padre tutto il giorno, ma mia madre si, e lei dice che da quando è stata aumentata la dose del Depakin sono aumentati i problemi di memoria e di confusione (le faccio presente che sono problemi assolutamente lievi). Ogni tanto ha anche, come dire, senso di "instabilità", come una lentezza dei movimenti. Questo sintomo l'ho letto nel bugiardino effettivamente.

Ma l'epilessia in sé in che modo può agire sulla memoria? E' un disturbo temporaneo? Come possiamo capire se invece è colpa del farmaco?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da ciò che scrive l'ipotesi maggiormente accreditata è quella farmacologica in quanto per avere disturbi della memoria causati da crisi epilettiche di solito occorrono molte crisi specie se ravvicinate.
In questo caso tre crisi non sono sufficienti a provocare deficit di memoria, anche lievi.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie del consulto dottore, è stato molto utile!
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona giornata!
Dr. Antonio Ferraloro