Utente
Salve,sono una ragazza di 23 anni.Premetto che soffro di ansia e ipocondria fin da molto piccola,con paure di malattie sempre legate al cuore,probabilmente a causa di un problema cardiaco non grave che ho dalla nascita. Non ho mai sofferto di mal di testa ma ultimamente da qualche mese ho uno strano malessere.A giugno durante gli esami universitari ho iniziato ad accusare capogiri e senso di compressione all testa ogni volta che mi alzavo dal letto o da una sedia e ogni volta che mi accucciavo.Accompagnava questa sensazione un sintomo strano,cioè vedevo il campo visivo dell'occhio sinistro pulsare a ritmo cardiaco(il destro mai).Ho effettuato una visita dall'oculista ma non è risultato nulla di anomalo a parte un lieve peggioramento della miopia. Ultimamente i sintomi sono peggiorati,nel senso che quando mi alzo o faccio particolari movimenti oltre ai malesseri già citati mi sento anche come confusa,stordita,sembra che la testa mi stia per scoppiare,ho paura di cadere a terra.I sintomi durano qualche secondo poi passano.Anche l'occhio sinistro dopo pochi secondi smette di vedere la pulsazione.Oltre a questo ho problemi di setto deviato e ipertrofia dei turbinati e respiro male dalla parte sinistra del naso,inoltre ho spesso le orecchie tappate e questo incide sulla sensazione di confusione.Volevo chiedere se questi sintomi potrebbero essere associati a qualche problema neurologico o vascolare o se invece potrebbero essere attribuiti a qualcos'altro,come stress e ansia.Purtroppo non sono ancora riuscita a capire quale sia il mio problema.Grazie in anticipo.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

riguardo la sensazione che avverte quando passa dalla posizione sdraiata o seduta a quella eretta sarebbe interessante controllare la pressione arteriosa prima e dopo il cambio di posizione.
Esiste infatti una condizione definita "ipotensione ortostatica" che può causare la sintomatologia riferita, di breve durata, dovuta ad un breve abbassamento della pressione arteriosa durante il cambio di posizione.
Pertanto si rivolga al Suo medico curante per verificare questa condizione.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore.Ma il problema del campo visivo pulsante nell'occhio sinistro può essere dovuto al problema di setto deviato?(la parte sinistra del naso è praticamente sempre tappata totalmente).La mia paura è che si possa trattare di un aneurisma,e questa preoccupazione non mi lascia vivere serena...la cosa strana è che avverto questo sintomo solo nell'occhio sinistro e mai nel destro...ho molta paura possa essere un problema vascolare...

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

escluderei la deviazione del setto nasale come causa del disturbo riferito, anche un eventuale aneurisma mi sembra altamente improbabile.
Una visita neurologica, considerato l'esito negativo della visita oculistica, potrebbe risolvere il dubbio.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
La situazione non sta migliorando ma mi rendo conto che i disturbi sono presenti solamente in alcuni momenti in concomitanza con movimenti o posizioni.Ad esempio ero solita studiare sul letto a pancia in giù ma adesso non appena mi sdraio prona con la testa alzata mi sento pulsare la testa e la vista nell'occhio sinistro,inoltre avverto come una compressione alla testa.Le stesse sensazioni le avverto ogni volta che mi alzo in piedi da seduta. Potrebbe esserci una correlazione con la pressione?Ogni tanto la misuro ma è sempre stata perfetta...questa situazione mi sta preoccupando molto ,ho perso anche la concentrazione nello studio...

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come Le dicevo precedentemente, faccia una visita neurologica per avere un parere diretto del problema, eventuali esami diagnostici saranno richiesti dal collega se ritenuti utili in base ai riscontri della visita.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro