Formicolii ricorrenti e saltuari

Buongiorno dottore,
ho 31 anni e la disturbo per chiedere un parere su dei sintomi che ho da parecchio tempo, ma per i quali in precedenza non avevo mai preso in considerazione, prima che venissi a sapere che potevano essere indizio di cose più preoccupanti.
Avverto molto spesso un formicoli/intorpidimento sempre nello stesso punto, ovvero tra il terzo e quarto dito del piede sinistro. In alcuni periodi (l'ultima volta, quest'estate) il fastidio si presentava quasi quotidianamente e poteva durare anche qualche ora. Mi sembra di notare che ciò avviene soprattutto quando indosso calzature strette o quando espongo i piedi a contrasto caldo/freddo (esempio fare il bagno in un lago), ma è avvenuto anche in condizioni normali. In quel periodo avevo anche una sensazione più leggera, tra il formicolio e il bruciore, nella pianta del piede). Questa sensazione si frequenta ancora, sporadicamente.
Pochi giorni fa, invece, per due notti di seguito mi sono svegliato con due dita della mano (anulare e mignolo della sinistra) pesantemente intorpidite, senza motivo apparente (dormivo in una "tranquilla" posizione supina). La cosa non si è ripetuta ma avverto comunque un formicolio leggero/bruciore quasi costante in ambedue le mani, soprattutto la sinistra.
Vorrei aggiungere che sono in fisioterapia all'altro braccio in seguito a una lussazione, per cui ritengo che potrei inconsapevolmente aver mosso l'altro braccio in maniera innaturale per compensare la scarsa mobilità di quello in riabilitazione. Ciononostante la strana corrispondenza tra dita del piede e della mano mi ha abbastanza allarmato, per cui le vorrei chiedere se ritiene il caso di approfondire la situazione con visite specialistiche.
La ringrazio moltissimo.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Gentile Utente,

dalle caratteristiche descritte e dalla modalità d'insorgenza i formicolii riferiti non dovrebbero essere correlati a malattie importanti.
Infatti in questi casi i tempi di persistenza sono molto più lunghi e il sintomo non causato da possibili fattori scatenanti (calzature strette, posizioni anomale nel sonno, ecc.).
Considerato però che a distanza non si possono dare certezze, se il problema dovesse persistere effettui una visita neurologica.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore, la ringrazio moltissimo, mi ha tolto un bel po' di preoccupazione. Allora continuerò a tenere sotto controllo la situazione ma con molta più serenità. Grazie ancora.
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 69k 2,1k 23
Di nulla, buona giornata.

Cordialmente

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test