Utente
Buongiorno,

Vi scrivo perché vorrei sentire qualche altro parere su degli episodi "strani" che mi sono accaduti.
Fin da piccola lamentavo, a volte, dei girmanenti di testa che mia mamma non riusciva a capire perché anziché vedere le cose che ruotavano intorno a me dicevo che "mi girava tutto dentro nella testa". Ancora oggi, capita che a volte mi giri la testa ma la sensazione é interna.
Non mi ha mai preoccupato questa cosa ma ultimamente si sono sommate altre vicende.

Nell'ultimo anno ho subito piú di un episodio di fitte al cuore ma anche in quel caso non gli ho dato molta importanza finché per 2 volte le fitte sono state molto piú intense e si sono spostate a livello dello sterno con una sensazione di calore/bruciore alla gola fino ad arrivare ai soliti giramenti di testa. In questi casi mi sono abbastanza spaventata dato che in famiglia ci sono stati diversi casi di infarti fulminanti (nonno, padre, zii). A livello di pressione, la minima é arrivata a sfiorare i 101 ma il medico di base mi ha assicurato "é normale". Non valutandolo normale, ho deciso da sola di sospendere l'uso della pillola, l'assunzione di caffé ed effettuare una piccola dieta.
Effettivamente la pressione ora si é ristabilita. Per le fitte al petto, invece, mi sono rivolta in ospedale dove mi hanno ricoverata per un giorno pur considerando che avessi nulla di grave, l'hanno chiusa con un "troppo stress" oppure "indigestione" e mi hanno dato del pantoprazolo.
Avevo richiesto una tac cerebrale per escludere un qualche aneurisma ma la risposta é stata "anche se ce l'avessi non potresti curarlo e vivresti la vita con la paura che da un momento all'altro tu muoia, quindi meglio non saperlo".
Sono passati 3 mesi dal ricovero in ospedale e nell'ultima settimana si é presentato per 2 volte il seguente episodio: giramenti di testa, sensazione di svenimento e, la cosa piú curiosa, non sentivo piú le mani... me le toccavo ma mi sembrava di non averle.

Non mi sono ancora rivolta al medico perché tanto mi darebbe le solite risposte, ma vorrei sapere se per voi sarebbe opportuno effettuare una TAC o altro esame. Vorrei soprattutto escludere cose del tipo aneurisma e sclerosi. Considerati i sintomi, c'é qualche probabilitá che si possa trattare di queste due cose oppure sareste piú orientati verso altre patologie vascolari, cardiache, cerebrali o nessuna di esse?

Vi ringrazio in anticipo!

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

prima di pensare ad effettuare esami diagnostici a caso (per sospetto aneurisma cerebrale l'esame di elezione è la RM encefalica con angio-RM ma dalla Sua descrizione non c'è nessun sospetto) è corretto fare una visita neurologica, poi se l'esito della visita stessa lo richiederà sarà il neurologo a prescrivere l'esame più utile al singolo caso.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Buonasera Dr. Ferraloro,

La ringrazio per la risposta e per la precisazione tra Tac vs RM.

La prossima settimana vedró il mio medico e discuteró sul da farsi dato che nel frattempo mi é finalmente stato applicato l'holter pressorio giá prescritto a gennaio scorso.
Dalle analisi si conferma una sistolica che oscilla tra i 130 e i 170, diastolica tra i 90 e i 116 e pulsazioni che arrivano fino alle 150. Tutto questo durante il giorno, mentre quando dormo il tutto si regolarizza. Puó essere solo un fattore di stress? Preciso che non ho problemi di obesitá e non fumo.

Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

può essere un fattore di stress ma prima di arrivare a questo è corretto escludere altre cause.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro