Utente
Salve,

premesso che siamo ancora in attesa di andare dal medico di base..volevo un parere su un episodio che ha avuto il mio ragazzo.

Una sera dopo cena, al termine del dessert, si è improvvisamente sentito male.. ha accusato mal di pancia e giramento di testa per poi accasciarsi sulla sedia.. gli occhi erano ribaltati, rantolava, le labbra erano viola/blu e il colore del viso tendeva al grigio/bianco. Io nella mia inesperienza l'ho schiaffeggiato e alla fine l'ho steso per terra e gli ho alzato le gambe. Uno dei commensali presenti ha provato ad aprirgli la bocca ( l'aveva serrata ) e a tirargli fuori la lingua ( onde evitare soffocamento ).. poco dopo si è risvegliato ( ha avuto gli occhi ribaltati tutto il tempo ) e ha avuto pochi secondi di stato confusionale per poi rialzarsi subito dopo ( ovviamente appoggiato a me ). L'ho fatto sedere e si è ripreso subito. Accusava solo un po' di mal di testa e poi niente più. Per il resto della serata e anche il giorno dopo era tutto tornato alla normalità..
Non aveva bevuto e in tutto il giorno aveva fumato 4 spinelli ( non so se è necessario saperlo ). Nell'arco di due anni ha avuto altri due episodi del genere ( e in questi due episodi aveva fatto molto uso di cannabis e avevamo dato la colpa a quello ).. solo nel primo episodio si è addirittura urinato addosso ( per il resto stesse modalità e stessi tempi di ripresa ).

Da una visita recente per il lavoro risulta pressione e cuore ok... in attesa di una visita dal medico ( che farà tra pochi giorni )... cosa potrebbe essere?

grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il problema descritto potrebbe essere di varia tipologia, tra le più frequenti che presentano questa sintomatologia ricordiamo la sincope vasovagale ed una crisi convulsiva.
Una visita neurologica è senz'altro indicata, eventuali esami diagnostici li prescriverà il collega, se lo riterrà opportuno in base ai riscontri della visita e alle caratteristiche dell'episodio o, meglio, degli episodi accaduti.
Ovviamente le ipotesi avanzate sono quelle statisticamente più frequenti ma non si possono escludere altre cause.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro