Utente 481XXX
la mancanza di sensibilita' a sinistra al tatto, pressione e articolazioni e' iniziata a nov 17 dal muscolo anteriore, poi la parte esterna della gamba , inguine , torace , cuoio capelluto. poi si e' estesa al piede e dita mano collo, faccia labbra e lingua.

braccia al momento non utilizzabile e mano.

gamba faccio fatica a mantenere equilibrio e salire le scale
sbandamento da spastico

esami effettuati tutti nella norma:
- risonanza cervicale, testa, spinale
- potenziali evocati
- liquor

da nov ad ora non ho ricevuto un solo farmaco di cura.

la domanda e': se possiamo fare qualcosa per riprendere la sensibilita' non essendoci danni ai nervi come sembra

grazie

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
dalla sua descrizione il quadro clinico può essere definito come una emi-ipoestesia. Questa è una condizione patologica che riconosce differenti modalità patogenetiche che determinano un danno a carico dell'area corticale (opposta alla parte di corpo interessata) devoluta alla sensibilità. Tuttavia Lei riferisce di avere eseguito sia una Risonanza encefalo-midollare che Potenziali Evocati (suppongo Somato-sensoriali) che non avrebbero evidenziato reperti patologici. E' un caso di non facile soluzione, ma sicuramente interessante e da approfondire.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it