Utente 350XXX
Buonasera Dottore, mi scusi se torno a disturbarla.
Purtroppo è circa 10 giorni che non sto bene e sono molto preoccupata.

Mi sembra nuovamente di dimenticare le cose, di non ricordare le parole e spesso ho difficoltà ad articolare dei discorsi e a volte mi capita di cercare degli oggetti e di non vederli quando invece li ho magari vicino.
Inoltre quello che mi spaventa di più è che sento dei forti dolori alle gambe, come se fossero delle fitte improvvise, delle nevralgie, e poi da qualche giorno sento sopra le labbra, sul viso, sotto e ai lati del naso come se avessi degli spilli, mi spiego meglio, se passo le dita non sento niente però se picchietto con le dita su questi punti del viso, sento che si irradia come una scossa, come se sentissi tantissimi spilli sotto pelle.
Inoltre da ieri ho un riabbassamento della voce sembra un'alterazione.
Sono davvero spaventata, la prima cosa che ho pensato è di avere un tumore al cervello, questi sintomi potrebbero essere ricondubili a quello?
Capisco che la mia ansia non aiuta e ho cercato di convicermi a stare serena e non pensare a cose brutte, ma non riesco perchè io questi fastidi li avverto davvero.
Questo fastidio al visone alle gambe e l'alterazione della voce cosa potrebbero essere se non una malattia brutta?
La prego di cercare di capirmi e di perdonarmi se l'ho disturbata ancora, soprattutto in questi giorni di festa.
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

ha curato poi il Suo disturbo ansioso? In caso affermativo, con quali farmaci e per quanto tempo?
Vedo che la Sua paura resta immutata, quella dei tumori cerebrali.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 350XXX

Gentile Dott. ho assunto Diazepam, 5 gocce mattino e 5 alla sera fino a novembre, poi siccome spesso le dimenticavo il medico di base mi ha suggerito di diminuirle a 5 gocce solo la sera per poi sospendere. Quindi è da qualche settimana che le ho sospese.
Io è vero ho questa paura e purtroppo non solo per i tumori cerebrali, io ho paura di qualsiasi malattia.
Quello che non capisco però è che io questi sintomi li sento davvero e inizio a sentirli così all'improvviso, magari anche mentre sto vivendo un periodo sereno, come in questo ultimo periodo.
Mi sentivo davvero serena e non pensavo minimamente a cose brutte, poi ho iniziato ad avere i sintomi che le ho descritto nel consulto e solo dopo ho iniziato a pensare di avere qualcosa di brutto...perchè altrimenti cosa potrebbe essere questo fastidio alle gambe e soprattutto al viso?
Grazie è sempre molto comprensivo e gentile.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

solo con l'ansiolitico difficilmente risolverà il problema, probabilmente è necessario il ricorso anche ad altre tipologie di farmaci.
Che una sintomatologia ansiosa possa insorgere in periodi di benessere è normale, infatti non è necessario essere in un "periodo ansioso" perché questo avvenga.
Nel precedente consulto Le avevo suggerito di effettuare una RM encefalica per tranquillizzarsi, l'ha fatta?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 350XXX

No, non l'ho fatta perchè l'ultimo controllo neurologico circa 1 anno fa, per l'emicrania con aura, era andato bene e la Neurologa non aveva ritenuto necessario fare la RM.
Sono stata dal mio medico di base per farmela prescrivere ma invece della RM mi ha prescritto una visita neurologica di controllo e con la mia Neurologa prima di Agosto 2018 non c'è posto.
Quindi, la vorrei fare, perchè capisco che solo quella potrebbe tranquillizzarmi, ma di fondo non so come fare per farla.
Vorrei anche curare meglio quest'ansia che ho, perchè cmq sono una persona molto sveglia e intelligente, e so che devo fare qualcosa perchè non posso continuare a vivere nella paura, ma quando ho preso coraggio e ne ho parlato con il mio medico mi ha prescritto le gocce che le ho detto e poi di diminuirle e sospenderle.
Insomma non riesco a essere razionale e oggettiva sulla mia salute, mentre su quella degli altri si, basta una minima cosa per farmi pensare subito al peggio.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non dubitavo della Sua intelligenza. Il consiglio che Le posso dare è di effettuare una visita psichiatrica ed una RM encefalica, in tal modo potrebbe affrontare al meglio il problema.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
Lei ha inviato la Sua richiesta di consulto nella sezione di Neurochirurgia indirizzandola specificatamente al dr. Ferraloro, stimato e illustre neurologo.
Era pertanto doveroso da parte mia trasferire la richiesta nella sezione di Neurologia.

Condivido quanto il collega Le ha esposto, ma apprendendo che Lei non ha seguito il suo suggerimento di sottoporsi alla RM encefalo, mi permetto di avanzare qualche riserva sul diniego del Suo medico di famiglia a prescrivere tale esame.

Lei riferisce dei sintomi che quasi certamente sono dovuti allo stato d'ansia e al timore di avere brutti mali (così come fanno molti malati immaginari), ma alcuni sintomi, tipici dell'ansia e dell'ipocondria, vanno differenziati da sintomi che potrebbero non essere di egual natura.

Dica pertanto al Suo medico che egli può prescrivere la RM anche senza la preventiva prescrizione dello specialista perché per Legge è abilitato all'esercizio della professione di medico-chirurgo.

Con cordialità
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#7] dopo  
Utente 350XXX

Intanto mi scuso per l'errore fatto sulla richiesta di consulto, devo avere per sbaglio cliccato neurochorurgia, quindi ringrazio per aver reindirizzato la richiesta in neurologia.

Proverò a riparlarne con il mio medico di base.

Intanto però i sintomi che mi dice che vanno differenziati da altri che potrebbero non essere di egual natura, a cosa potrebbero invece associarsi?

Se non a una brutta malattia o all'ansia, cosa potrebbero essere?
E poi anche questa alterazione della voce pottrebbe essere ansia? Perchè non penso di immaginarlo questo, anche mi sta attorno si è accorto della voce un po' afona.
Questo problema della voce si associa a tumori cerebrali?
Il consiglio che mi date di eseguire la RM è perchè secondo voi bisogna indagare meglio i miei sintomi o perchè pensate possa tranquillizzarmi sul fatto che non ho malattie cerebrali?

Grazie cmq per le vostre parole di conforto.

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
per le diagnosi di certezza è necessario un accurato esame clinico, per cui in un consulto a distanza non è possibile fare nemmeno ipotesi perché potrebbero risultare azzardate.

La RM che il collega Ferraloro Le aveva già prescritto andrebbe fatta per escludere patologie e quindi per tranquillizzarla.
E' chiaro che una RM non andrà eseguita per ogni mal di testa, ma molte cefalee con determinate caratteristiche vanno approfondite.
Sicuramente come ha intuito il dr. Ferraloro c'è una forte componente ansiosa, ma la RM è giustificata da alcuni sintomi che riferisce, a patto che Lei non pretenda poi di farne una ogni due mesi.

Una buona serata
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#9] dopo  
Utente 350XXX

Grazie, capisco e farò in modo di eseguire la RM, che nel caso dovrà essere eseguita con o senza mezzo di contrasto?

Inoltre se non chiedo troppo, potrei avere una risposta in merito all'afonia? Si associa a malattie cerebrali?
E come chiedevo un merito ai miei sintomi? Se si esclude ansia e malattie cerebrali potrebbero essere altro?

Grazie

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

Non si allarmi senza motivo, una sintomatologia che regredisce solo con ansiolitico è di natura ansiosa.
Inoltre alle varie visite neurologiche non è mai emerso nulla. L'ultima neurologa non ha ritenuto nemmeno di prescrivere la RM, personalmente l'ho consigliata per Sua tranquillità.
Stia serena.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 350XXX

Grazie davvero delle sue parole di conforto...è sempre molto gentile.

[#12] dopo  
Utente 350XXX

Se riesco a farmi prescrive la RM, dovrei farla con o senza mezzo di contrasto?

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

inizialmente la faccia senza mezzo di contrasto, poi se il neuroradiologo dovesse vederne l'opportunità lo consiglierà lui. Se la RM fosse nella norma non servirebbe il contrasto o se venissero fuori microalterazioni spesso presenti nei soggetti con emicrania con aura ma senza significato clinico.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 350XXX

Bene grazie, spero di riuscire a farla in tempi brevi.

Però il fatto che non mi risponde sul'afonia mi sta facendo preoccupare e mi fa pensare che forse come temo può essere correlato al tumore cerebrale.

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

a distanza è impossibile risalire alla causa di ogni singolo sintomo, se l'afonia perdura da più tempo si faccia controllare da un otorino.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 350XXX

Grazie!

[#17] dopo  
Utente 350XXX

Gentilissimo Dott. FERRALORO,
intanto mi scuso se torno a disturbarla r mi rimetto alla sua disponibilità.

Premetti che chiedo il suo aiuto per aiutarmi a capire cosa può avere mio marito.

È un uomo che assolutamente non ha problemi ansiogeni, anzi per fare qualsiasi controllo devo praticamente sempre pregarlo.

Ha 36 anni è alto 1.82 e pesa circa 95 chili.

Fino a 3 settimane fa godeva di ottima salute.
Da appunto 3 settimana si lamenta di avere male alla schiena in zona lombare e di avere un malessere generale, lui descrive la sensazione di avere l'influenza, ma non ha assolutamente la febbre, dice di avere dolori muscolari e stanchezza.
Inoltre da circa 3 giorni ha una brutta tosse.

Sono stata dal medico di base che gli ha prescritto tachipirina 1000 più esami del sangue completi.
Quando prende la tachipirina effettivamente poi dice di stare bene ma dopo un tot di ora dall'assunzione torna il malessere.
Gli esami andrà domani mattina a farli.

Ora, tolto che lui non è minimamente preoccupato, io invece lo sono moltissimo, perchè ho pensato subito a qualcosa di brutto.

Cioè un malessere così generico può essere sintomo di un qualche tumore o cmq di qualcosa di grave? E i soli esami del sangue possono bastare, se buoni, a farci stare tranquilli? E mi chiedo il fatto che assumendo la tachipirina il malessere migliora è positivo?

Mi perdoni ma sono preoccupata.

Grazie come sempre.
Saluti

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

è impossibile stabilire la natura della sintomatologia di Suo marito.
Considerato che parla di dolore lombare è opportuno indagare a questo livello, qualora i sintomi dovessero persistere, mediante un esame di neuroimaging, per es. una RM.
Buona notizia l'efficacia della tachipirina che addirittura fa regredire completamente la sintomatologia.
Ritengo che il medico curante lo abbia visitato accuratamente ascoltando il torace (per la tosse) e effettuando delle manovre a livello lombare. Su cosa si è orientato?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 350XXX

Gent.le Dottore,
Mio marito, per problemi di lavoro, non è stato ancora visitato dal medico di base. Sono stata io dal medico e ha prescritto quanto le ho detto?
La visita per la tosse e le manovre che diceva a livello lombare, cosa dovrebbero escludere?
Gli esami del sangue sono utili in questo caso?
Sono preoccupata che possa trattarsi di qualcosa di grave.
Grazie.

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

gli esami del sangue sono senz'altro utili ma la visita medica è fondamentale per potere avere un primo orientamento diagnostico attendibile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 350XXX

Gentile Dottore buonasera, mio marito ha ritirato gli esami del sangue e effettuato la visita dal medico di famiglia.
Il medico dice che gli esami sono abbastanza buoni, c'è solonil valore della ves a 30 e lui dice che nel quadro generale degli esami ci indica solo che c'è uno stato infiammatorio che potrebbe dipendere da questo stato influenzale in cui si trova, i polmoni sono liberi ma nelle alte vie si sente parecchio catarro quindi per il momento ha detto di curare questa sorta di bronchite e non ritiene necessario fare altri esami, mentre il mal di schiena ritiene sia verosimilmente da affaticamento.
Ci ha detto comunque di ripetere gli esami fra 6 mesi per avere un termine di paragone visto che mio marito non li eseguiva da moltissimo tempo.

Vorrei chiederle un parere invece su una cosa che mi sta succedendo da qualche tempo. In questo momento ho sospeso da circa 2 mesi le gocce e per ora mi sento bene, avverto solo una piccola scossa picchiettando ai lati del naso sulla faccia, ma non ci faccio nemmeno caso a meno che non vado io a picchiettare. Quindi mi pare di sentirmi abbastanza serena. Quello che mi sta succedendo è che mi sono accorta che spesso mi tremano le dite delle mani, solo indice e pollice e solo la punta (una falange) e solo se cerco di toccare qualcosa, per esempio se sto scrivendo sul telefono mi trema mentre mi avvicino a premere le lettere sulla tastiera e quando mi capita è come se mi sentissi anche agitata, non so bene come spiegare la sensazione, cmq se provo invece a stendere la mano in aria sembra ferma non sembra mi tremino le dita.
Da cosa potrebbe dipendere? Può essere sintomo di qualcosa di grave?

Grazie per la sua disponibilità, apprezzo molto i suoi modi sempre gentili e la sua pazienza nei miei confronti che mi rendo conto di essere davvero pesante.

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

da ciò che riferisce il problema sembrerebbe ansioso, infatti scrive "quando mi capita è come se mi sentissi anche agitata".
Non dia molta importanza al sintomo e stia tranquilla.
Se dovesse persistere si rivolga al Suo medico curante per una valutazione diretta del caso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 350XXX

Buongiorno Dott.
Ho nuovamente bisogno di lei...
Da circa un mese avverto dei fastidi alle mani.
È iniziato tutto con la mano dx, da parecchi mesi avvertivo un fastidio all'indice e facevo anche fatica a chiudere il dito, ma sinceramente non me ne sono mai preoccupata, invece da un mese a questa parte la situazio è peggiorata, ha iniziato di notte ad addormentarsi la mano, soprattutto le prime 3 dita, ora da circa 10 giorni si addormenta costantemente anche di giorno al punto che i polpastrelli delle prime 3/4 dita sono sempre come addormentati, h24! Da qualche giorno ha iniziato anche la mano sx ma solo se la tengo ferma o tengo qualcosa in mano e cmq non costantemente come la dx.
Ho fatto oggi l'elettromiografia a entrambe le mani, avrò il referto tra 1 settimana, però il tecnico che l'ha eseguita mi ha detto che sulla dx c'è una compressione nel nervo mediano sia a livello sensoriale che motorio mentre sulla sx solo sensoriale e quindi di valutare con il medico la terapia da assumere.
Mi ha anche detto però che gli sembra strano l'esordio così improvviso e che ritiene eccessiva per il tunnel carpale la sintomatologia così costante che ho riferito e che quindi secondo lui c'è da indagare anche in altre sedi, quando ho chiesto spiegazioni mi ha semplicemente detto di parlarne con il medico curante.
Ora lei ormai mi conosce e sa bene che basta poco per farmi cadere in stato d'ansia.
Da che ero bella tranquilla sono uscita terrorizzata e ora penso di avere chissà cosa. Ovviamente sono andata a cercare su internet e ho letto di SM e tumori cerebrali che causano parestesie.
Sono molto spaventata, non so cosa pensare, sono davvero così strani i miei sintomi per far pensare solo a sindrome del tunnel carpale? Può davvero essere qualcosa di più grave? Perchè adesso presa dalla paura collego anche i miei vecchi sintomi, come i problemi di memoria, e penso che sia tutto collegato
Mi può aiutare a capire meglio queste parestesie? E il fatto che abbia costantemente i polpastrelli della mano dx sempre addormentati, sembra quasi che sia cambiata la sensibilità sui polpastrelli, cosa può essere?
Grazie, attendo una sua risposta.
Saluti

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

statisticamente il problema più frequente, considerato l'esito dell'EMG, è la compressione del nervo mediano al polso (Sindrome del tunnel carpale).
Lei riferisce che i primi fastidi si sono manifestati da parecchi mesi, quindi l'ipotesi del tunnel carpale ci può benissimo stare, inoltre la sintomatologia, prevalentemente notturna, che si accentua col riposo e migliora col movimento, sarebbe una conferma.
Ovviamente a distanza non si possono dare certezze, si tranquillizzi comunque e si rivolga ad un neurologo, sia per una valutazione clinica diretta sia per fare visionare l'EMG.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 350XXX

Dott. il fastidio che sentivo nei mesi scorsi era legato solo al dito indice della mano dx mentre da un mese esteso alla mano dx e da pochi giorni anche alla sx.
È vero che con il riposo si accentua ma si accentua anche per esempio se tengo in mano il cell comenin questo momento e ripeto prima era solo la notte, ora anche durante il giorno davvero molto molto spesso. E la cosa che mi spaventa di più è questa sensazione fissa ai polpastrelli delle dita della mano dx, sempre sempre costante, li sento come intorpiditi, anche al tatto sento come spilli solo ai polpastrelli... anche questo ci può stare con il tunnel carpale? E poi non è un po' strano anche la mano sx?

[#26] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

ripeto, la sintomatologia ci sta, anche tenere fermo in mano un oggetto come il cellulare.
Frequentemente riscontriamo tunnel carpali bilaterali, con prevalenza ovviamente di uno dei due, quello che si è manifestato prima.
Ripeto pure però che è necessaria la visita neurologica (essendo questa solo un'ipotesi a distanza) e, se dovesse essere confermata questa ipotesi, forse, dopo, anche neurochirurgica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#27] dopo  
Utente 350XXX

Buonasera Dottore, mi perdoni ma ho ancora dei dubbi.

Il fatto che la EMG abbia evidenziato la compressione del nervo mediano porta a escludere altro? Nel senso se il problema fosse qualcosa di più grave sarebbe cmq stato questo il risultato della EMG o sarebbe risultata negativa?

Perchè ho provato a parlarne con il mio medico di base e gli ho chiesto di fare una visita neurologica, ma lui sostiene che visto il risultato della EMG non ha motivo di pensare ad altro.
Pensa sia plausibile il pensiero del mio medico?

E poi vorrei ancora chiederle se è vero che nella sindrome del tunnel carpale non si avvertono mai sintomi al dito anulare e mignolo?
E poi è normale che io li avverta tantissimo sul polpastrello del dito medio e meno sul pollice e indice?
Non so come spiegarlo, ma avverto proprio una strana brutta sensazione sul dito medio, sembra come scollegato dal resto della mano, sembra atrofizzato, come se fosse scordinato e scollegato dal resto della mano.

Mi deve scusare ma sono terrorizzata.
Ora penso che sia collegato anche ai tremori alle mani e alle scossette che sento se picchietto sul viso ai lati del naso che mi capita di avere da qualche settimana e addirittura sono arrivata a pensare di avere la SLA.
Anche perchè ho letto che il tunnel carpale è molto insolito alla mia età, 33 anni.

Con tutti i limiti del consulto a distanza, lei pensa che tutti questi sintomi siano collegati tra loro? O come al solito la mia ansia sta prendendo il sopravvento facendomi perdere lucidità, e quindi sto esagerando?

La prego di perdonarmi!
Grazie

[#28] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

non si faccia prendere inutilmente dall'ansia.
Non c'entra nulla una malattia come la SLA che è centrale da una compressione del nervo mediano che è periferica.
Ancora non ha nemmeno il referto, teoricamente una compressione del nervo mediano può avvenire anche al gomito anche se è molto più frequente al polso configurando quella che viene chiamata "Sindrome del tunnel carpale".
Riguardo l'innervazione delle dita, il mediano innerva anche la parte interna del quarto dito, quella adicente al terzo, anche se la sintomatologia potrebbe non interessare questa porzione del quarto dito.
Ripeto, la sintomatologia riferita è compatibile col tunnel carpale.
Stia serena e aspetti il referto.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#29] dopo  
Utente 350XXX

Dott. mi deve scusare molto, ma ho letto che per la diagnosi della SLA si esegue anche l'EMG, quindi per questo ho collegato le cose e mi sono spaventata.
È vero che non ho ancora il risultato però mi ricordo bene le parole della Dott.ssa che l'ha eseguita e ricordo che mi ha detto della mano dx che risultava positiva a livello sensitivo e motorio, mentre la mano sx solo sensitivo. Cosa vuol dire sensitivo e motorio?
Grazie

[#30] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Ci sono nervi esclusivamente motori, cioè deputati all'esecuzione dei movimenti, e nervi esclusivamente sensitivi che veicolano le sensazioni, cioè il tatto, il dolore, la discriminazione della temperatura (oggetti caldi e oggetti freddi), ecc., anche le parestesie sono di natura sensitiva.
Il nervo mediano è un nervo misto, cioè deputato sia al movimento che alla percezione sensitiva, nel Suo caso a destra sono implicate le due funzioni, a sinistra solo quella sensitiva.
Spero di essere stato chiaro.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#31] dopo  
Utente 350XXX

Si Dott. è stato chiaro, grazie.
Se non le creo diaturbo magari quando ritiro il referto glielo farò visionare, in modo da avere un suo parere.
Grazie mille per la sua disponibilità.
Purtroppo non riesco a vedere le cose con lucidità quando si tratta della mia salute.

[#32] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Va bene, può comunicare l'esito dell'esame.
Stia tranquilla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#33] dopo  
Utente 350XXX

Buongiorno Dott.
Ho ritirato il referto della ENG, mi piacerebbe che visionasse l'esame interamente, ma non credo sia possibile, quindi le riporto solo le note:

I DATI ENG SONO ATTUALMENTE INDICATIVI DI UNA SOFFERENZA FOCALE DEL NERVO MEDIANO AL CARPO BILATERALMENTE DI GRADO MODERATO A DX E LIEVE A SINISTRA.
NELLA NORMA I DATI A CARICO DELLE FIBRE MOTORIE E SENSITIVE DEL NERVO ULNARE BILATERALMENTE.

Cosa può dirmi in merito a questo referto?

Purtroppo non riesco a liberarmi di questa paura che mi porta a pensare di avere yn tumore cerebrale o addirittura la SLA...
Da questo esito si può escludere che io sia affetta da SLA?
La prego di avere pazienza, magari a lei queste domande sembrano assurde, ma io sono davvero spaventata.

Questa sofferenza del nervo mediano è indicativa solo della sindrome del tunnel carpale? Nel senso può essere dovuto a cosa?
È possibile che sia successo così all'improvviso in entrambe le mani?
Oggi pomeriggio ritirerò anche le rx al rachide cervicale.
Grazie, aspetto una sua risposta.

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

una sofferenza del nervo mediano al carpo può essere solo un tunnel carpale, la SLA non c'entra nulla! Questa non è una condizione periferica ma centrale. L'emg parla chiaro, non abbia più alcun timore.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente 350XXX

Gent.le Dott.
La ringrazio, cercherò di stare tranquilla.
Grazie

[#36] dopo  
Utente 350XXX

Dott. Buongiorno,
Mi rendo conto di essere pesante, però sono preoccupata.
Ho fatto oggi la visita ortopedica e il medico mi ha consigliato, vista la recente comparsa dei sintomi, di assumere Assonal ogni 12 ore per 1 mese e di utizzare un tutore.
Sicuramente farò quel che mi è stato prescritto, ma ho paura di avere altro.
Le spiego, non ne ho ancora parlato con io medico, perchè ho paura mi prenda per pazza, da 2 giorni mi pare che anche l'alluce del piede dx sia come addormentato, nel senso sembra abbia una sensibilità doversa rispetto al sx, sembra come indurito e toccando lateralmente esternamente sembra poco sensibile. Inoltre sento ancora la scossa se picchietto sulla faccia ai lati del viso...insomma inizio a pensare che sia tutto collegato!
A questo punto potrei avere un problema generale ai nervi? E se si, cosa potrebbe essere?
La SLA è tendenzialmente sempre esclusa con questi sintomi? Potrebbe trattarsi di sclerosi multipla...non so più cosa pensare...

[#37] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

Lei deve rivolgersi ad uno psicologo o ad uno psichiatra per curare il Suo disturbo ansioso.
Cercando rassicurazioni a distanza non risolve nulla, anzi alimenta l'ansia come si evince chiaramente da questo consulto e come è provato scientificamente.
Lo dico per il Suo bene, per non farLe perdere tempo e per cercare di migliorare la qualità della vita che con questi pensieri ossessivi non è certo tra le migliori.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#38] dopo  
Utente 350XXX

Dott. Come sa, ho provato a parlarne con il mio Medico, che mi ha prescritto le gocce, ma sinceramente quando ho iniziato ad avvertire questi sintomi ero in un periodo sereno, io davvero mi sento serena, per questo penso che i miei sintomi siano reali, possibile che li immagino?
La pregherei almeno di rispondermi ad yna cosa...se avessi un problema ai nervi, una malattia degenerativa del sistema nervoso, l'EMG avrebbe dato risultati diversi? Cioè una sofferenza del nervo mediano, è attribuibile solo alla sindrome del tunnel carpale o si evidenzia anche in altre patologie? Con questo risultato si può escludere altro? Non mi capacito di come mi sia potuto venire in entrambe le mani all'improvviso. E il fatto che l'EMG abbia dato questo risultato evidenzia che i sintomi non li immagino...

[#39] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Risposto al #34
Dr. Antonio Ferraloro

[#40] dopo  
Utente 350XXX

Buonasera Dott.
Mi rendo conto di disturbarla, ma vorrei chiederle un'ultima cosa,
In caso di malattie come sla o sm il risultato dell'EMG sarebbe risultato diverso? E le parestesie sarebbero diffuse in tutta la mano e non solo in un dito?
Le sarei grata se potesse concedermi ancora questa risposta.
Grazie.

[#41] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

è questa paura immotivata di malattie che deve curare, io non mi riferivo a sintomi immaginari, questi non esistono nemmeno quando sono di natura psicosomatica, i sintomi sono sempre reali! (Unica eccezione la simulazione per lucrare su assicurazioni, invalidità, ecc. ma questo non è certamente il Suo caso).
Tornando a Lei, la sintomatologia riferita è tipica di tunnel carpale, non esistono altre ipotesi, si fa diagnosi clinica quasi certa solo col racconto del paziente e con la visita diretta, l'EMG serve solo per una conferma, l'esito non lascia dubbi, è da diversi post che ha risposte in tal senso.
Quindi se Lei ha ancora timori deve rivolgersi anche ad uno psicologo o ad uno psichiatra per superare questa condizione ipocondriaca.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#42] dopo  
Utente 350XXX

Dott.re Buongiorno,
Mi scusi ma mi sono accorta di aver sempre parlato di EMG mentre io ho eseguito una ENG.
A questo punto cambia qualcosa in merito alle risposte che mi ha dato?
Questo esame è utile ad escludere la SLA?
O dovrei fare una EMG?
Grazie

[#43] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Mi era chiaro che avesse effettuato l'eng.
Per la SLA non serve nulla non avendo NESSUN SINTOMO!
Dr. Antonio Ferraloro

[#44] dopo  
Utente 350XXX

Dott. ovviamente la ringrazio per le sue risposte e per la pazienza che dimostra ogni volta di avere.
Purtroppo non riesco a tranquillizzarmi, con l'aggiunta di questo fastidio all'alluce sono andata ancora di più nel panico e non riesco a non pensare che sia tutto collegato ma, mi rendo conto benissimo che l'ansia la fa da padrona! Solo una visita neurologica in questo momento mi farebbe stare tranquilla e purtroppo in questo momento non posso permettermi di farla in regime privato e il mio medico non crede sia necessario prescrivermela, quindi spero di riuscire a tranquillizzarmi piano piano.
Nel frattempo da stasera ho ricominciato a prendere le gocce, sperando mi possano aiutare, anche perchè è qualche giorno che avverto delle scosse sotto l'occhio e credo sia colpa dell'ansia e dello stress...

Le auguro una buona serata!

[#45] dopo  
Utente 350XXX

Buonasera Dott. Vorrei chiederle ancora una cosa.
L'ENG avrebbe riscontrato delle fascicolazioni muscolari involontarie?
Grazie e scuse il disturbo!

[#46] dopo  
Utente 350XXX

Buonasera Dott.
Mi è chiaro ormai che ha deciso di non rispondere più alle mie domande, e in parte ne capisco il motivo.
Mi rendo conto di essere inopportuna con le mie troppe domande.
La ringrazio cmq per il supporto che ha provato a darmi.
Purtroppo non riesco a stare serena e non pensare a malattie brutte.

Buona serata!

[#47] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

in rapporto alla tipologia del consulto online, chiaramente evidenziata dalle linee guida che Lei sicuramente ha letto, ha avuto i consigli e le informazioni che desiderava.
Consideri che le rassicurazioni sono il migliore alimento dell'ansia, sembrerebbe strano ma è così, cioè più Lei viene rassicurata più aumenta l'ansia, questo consulto ne è la conferma.
In primis deve curare il disturbo ansioso che al momento Le fa scadere la qualità della vita, se non affronta adeguatamente questo problema vivrà male la Sua vita.
Mi ascolti.
Adesso questo consulto si può ritenere concluso.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#48] dopo  
Utente 350XXX

Buonasera Dottore,
Vorrei aggiornarla.
Purtroppo non riuscivo più a controllarmi, quindi ho effettuato una visita con il Responsabile di elettromiografia speciale e patologie del sistema nervoso periferico dell'ospedale Mondino di Pavia.
Ho spiegato i miei sintomi e ho spiegato il mio stato ansioso. Sono rimasta molto perplessa perchè il Medico Neurologo in questione non mi ha sottoposta a visita neurologica. Ha visionato l'ENG e confermato STC e per il resto dei sintomi mi ha detto che è tutto legato al mio stato d'ansia.
Mi chiedo come si possa escludere a questo punto altre patologie gravi senza visita neurologica? Forse dovrei ripeterla con un altro medico? Magari ho sbagliato dovevo rivolgermi ad un neurologo con altra specializzazione?
Cmq la terapia che mi ha dato da seguire è Lyrica 50mg 1cps al di prima di dormire.
Sertralina 50mg: 1/2 cpr per 4 giorni poi 1 cpr e continuare così.
Prazene 5 gocce al mattino e 10 alla sera.
Cicli di Neceniol 800mg 1 bustina al di per 3 mesi

Le sembra corretta questa terapia?
Si può escludere una Sla solo visionando l'emg fatta alle mani e sentendo l'anamnesi senza visita?
Grazie.

[#49] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
Lei ha la SLA, ma anche la Sclerosi multipla e forse anche un tumore cerebrale e un altro alla colonna vertebrale e chissà quante altre malattie: scelga Lei!

Contenta?
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#50] dopo  
Utente 350XXX

Gentile Dott. Migliaccio,
Davvero molto simpatico il suo commento, mi permetta di dirglielo!
Io ho 33 anni, sono mamma di 2 bambine e pensa che il mio passatempo migliore sia stare qui a chiedere AIUTO??? Pensa che se stessi bene, starei qui a disturbare?

Partendo dal presupposto che la mia richiesta di aiuto non era rivolta a Lei, mi permetto di consigliarle di evitare di fate sarcasmo con una persona che non conosce, presa da un momento di sconforto e fortemente ansiosa.
Ha la facoltà di passare oltre e non rispondere, faccia tesoro di questa possibilità che ha!

Contento???

[#51] dopo  
Dr. Giovanni Migliaccio

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
GERACE (RC)
MESSINA (ME)
CASALPUSTERLENGO (LO)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
inizialmente Lei ha inserito il Suo consulto in Neurochirurgia e, non essendo i sintomi che ha riferito, di pertinenza neurochirurgica, ho provveduto a trasferirlo in Neurologia.
Nonostante Lei abbia ricevuto notizie tranquillizzanti da parte del collega Ferraloro, Lei continua a non essere soddisfatta di tali assicurazioni.
Lo stesso dr. Ferraloro Le ha scritto "più Lei viene rassicurata più aumenta l'ansia, questo consulto ne è la conferma."

Lei non fa richiesta di aiuto e io non faccio alcun sarcasmo.
Lei ammette di essere fortemente ansiosa e tale situazione la sta conducendo all'ipocondria.

Lei ha chiesto aiuto. Glielo stiamo dando (in particolare il dr. Ferraloro), ma Lei non lo accetta perché vorrebbe che Le dicessimo ciò che Lei vuole, ma che allo stesso tempo teme.

Cara signora, si dedichi maggiormente alle Sue figlie. Lei è senz'altro un'ottima madre e non deve rischiare di trasmettere la Sua ansia a loro.

Se non ci riesce da sola ci sono validi psicologi che possono aiutarla.
Io posso ignorare i Suoi interventi come ho fatto finora, nella vana speranza che Lei si stesse rassicurando per gli ottimi consigli e pareri del collega.

Cerchi di stare serena e se ci riuscirà, sarò contento !!!
Giovanni Migliaccio, M.D., Neurochirurgo; Consulente medico legale
studio@giovannimigliaccio.it -- www.giovannimigliaccio.it
sede principale: Milano

[#52] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la terapia è senz'altro congrua al Suo problema, Le ricordo però che per vedere eventuali benefici deve avere un po' di pazienza.
Riguardo la SLA, come Le ho sempre detto, Lei non ha nessun sintomo, è questo il punto fondamentale. L'EMG serve solo per conferma di sintomi sospetti, nel Suo caso questi non ci sono.
All'emg è stata riscontrata solo una compressione del nervo mediano al polso (tunnel carpale).
Inizi la terapia prescritta e stia serena.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro