Debolezza parte sinistra del corpo, cefalea e attacchi d'ansia

Salve,
Sono un ragazzo di 21 anni senza alcuna problematica cardiaca o quant'altro riscontrata. Volevo iniziare vol dire che circa una settimana e mezza fa una persona a me cara ha avuto un ictus. Dopo di ciò l, durante una cena circa una settimana fa, ho sentito un dolore puntorio (così credo si dica) nella parte sinistra della testa, verso il collo. Da lì ho passato una settimana di ansia, di paura di avere un ictus. Questo fino a mercoledì scorso quando, da circa un giorno l, sentivo un mal di testa alla parte sinistra nel corpo e debolezza su braccio e gamba, sempre a sinistra. Vado al pronto soccorso: mi danno un codice verde e nell'attesa quasi ogni sintomo scompare. Giunto il mio turno, il dottore mi fa una visita per controllare riflessi, forza ecc.. degli arti e afferma che tutto dipendeva da fattori psicosomatici. Solo ansie. Mi prescrive l'ansiolitico En per tre giorni, 20 gocce al giorno, e per questo periodo sto meglio. Purtroppo da due giorni, dopo che ho smesso di prendere gocce e antidolorifici, ho ripreso a sentir debolezze e cefalee alla parte sinistra... Il fatto è: può essere solo ansia o devo seriamente preoccuparmi d'un problema organico?
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

con la visita al P.S. negativa e con la remissione della sintomatologia in seguito a terapia con ansiolitico e sua ripresa dopo la sospensione del farmaco l'ipotesi psicosomatica è concreta.
Mi sembra quindi che non ci siano motivi di preoccupazione.
Se la sintomatologia dovesse persistere faccia una visita neurologica e qualora l'ipotesi ansiosa venisse confermata affronti tempestivamente il disturbo d'ansia.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille! Volevo ancora specificare alcune cose, se posso: Ho, inoltre, un dolore al collo, lato sinistro, e debolezza all'occhio sinistro
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Ok, non trascurerei anche di indagare la colonna cervicale.

Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Scusi se rincalzo: dice quindi di aspettare o di far subito un controllo? Vede, ho il collo abbastanza "incordato" e forse, non so, avevo pensato ad un "mix" di cervicale ed ansia (paura di avere un ictus). Comunque, a me rincuora soltanto il fatto di poter escludere patologie gravi... Se così è. Mi perdoni ancora per la pressione
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
Gentile Utente,

intuitivamente e con tutti i limiti del consulto a distanza, con gli elementi che ha fornito, non mi sembra possa ipotizzarsi una patologia importante.
Ansia e problemi cervicali possono ovviamente coesistere.
Faccia la visita neurologica con tranquillità.

Buona serata
[#6]
dopo
Utente
Utente
Riscrivo a seguito di accertamenti eseguiti. Ho, in primis, effettuato una visita neurologica, dove è stato confermato il disturbo da ansia e consigliato Ansioten 1ml mattina e 1ml alla sera. Dopodiché, per precauzione, mi è stato detto di fare analisi del sangue, FT3, FT4, TSH. Inoltre, il dottore mi ha consigliato di tenere un diario dove scrivere dei miei mal di testa ed altri sintomi. Fatto sta che, dopo due settimane, sono scomparsi quasi del tutto (sottolineo quasi) mal di testa, tremori e quant'altro, prendendo forma però tachicardia e dispnea di prima mattina e nel dopo cena, a volte anche fuori da questi due momenti, oltre a dolori, una settimana a questa parte, alla gabbia toracica, parte laterale, a volte destra a volte sinistra, solitamente manifestantesi con fitte e "scariche". Ammetto che il mio primo pensiero è stato dapprima l'infarto o problemi cardiaci. Eseguo ECG dall'esito positivo e le già dette analisi del sangue, anch'esse positive se non per il valore di Azotemia (62, quando il range è 10-50). Controllo, oramai spesso e ossessivamente, pressione sanguigna e battiti, che rientrano nella media, anche se forse presento battiti alti (a riposo e tranquillizzandomi, su 70-75-80; altre volte arrivo a 85-90-95) e, ancora, pressione bassa (98/100-58/60). Cosa potrei mai fare? Altri controlli?
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,9k 2,1k 23
I controlli fatti sono sufficienti.
Inizi la terapia prescritta dal neurologo e se non vede benefici non esiti ad utilizzare una terapia farmacologica diversa qualora il collega la consigliasse.

Cordialità

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test