Parestesia nel lato sx

Da un mese soffro di parestesia nel lato Sx. torace, ascella, polpaccio e pianta del piede sotto alluce. Ho fatto la RM con questo esito:

RM cerebrale-tronco encefalico mdc + Angio RM vascolare intracranico
Areole di iperintensità di segnale nella sostanza bianca sottocorticale fronto-temporo-parietale
bilateralmente, di significato gliotico su base microangiopatica, cui si associano multipli esiti lacunari
ischemici nel ponte a sinistra, nel talamo a destra, nella regione dei nuclei della base di entrambi i lati
e nelle corone radiate.
Area circondata da sottile deposito emosiderinico, in esiti, nel nucleo lenticolare a sinistra e piccolo
deposito emosiderinico in sede temporale a destra.
Non enhancement patologici.
Nei limiti le dimensioni del sistema ventricolare e la rappresentazione degli spazi liquorali periferici.
Cavo del setto pellucido e di Verga.
Modesto ampliamento, su base costituzionale, della cisterna magna.
Aspetto dolico-ectasico dell'arteria basilare ed ectasia, su base ateromasica, del tratto distale
dell'arteria vertebrale destra.
Materiale di natura flogistica occupa pressoché completamente il seno mascellare destro.
RM spinale cervicale mdc
Nella norma le dimensioni del canale rachideo.
A C4-C5 modesta protrusione discale posteriore mediana che oblitera parzialmente lo spazio
subaracnoideo premidollare.
A C5-C6 focale protrusione discale posteriore paramediana sinistra, cui si associa fissurazione
dell'anulus fibroso, che oblitera lo spazio subaracnoideo premidollare e giunge a contatto con la radice
nervosa C6 omolaterale.
A D3-D4 modesta protrusione discale.
Fenomeni degenerativi a carico della limitante somatica inferiore di D4.
Non enhancement patologici.
Nella norma l'intensità di segnale del midollo spinale cervicale e dorsale visualizzato fino a D4

Cosa mi consigliate?
Grazie
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,6k 2,1k 23
Gentile Utente,

dall'esito della RM è ovviamente indicata una visita neurologica per avere una valutazione clinica diretta, fare visionare le immagini dell'esame e per un approfondimento diagnostico circa la causa delle alterazioni vascolari riscontrate.
Indagare a livello cardiologico eventuale presenza di forame ovale pervio (FOP o PFO) in assenza del quale è utile eseguire uno screening trombofilico per valutare lo stato di coagulabilita del sangue. Va seguita anche un'idonea terapia farmacologica ed attività fisica costante. Importante tenere sotto controllo la pressione arteriosa, la glicemia, il colesterolo e i trigliceridi.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test