Utente 415XXX
Buonasera,volevo esporre le mie preoccupazioni sapendo ovviamente che non si può effettuare una diagnosi online . Da diversi giorni avverto fascicolazioni ovunque ,si concludono in una zona ed iniziano in un'altra .. da ieri sera diciamo che la zona preferenziale è il piede , con una situazione del genere
https://www.youtube.com/watch?v=XeC8WelPdd4&feature=youtu.be (chiedo scusa se posto un link esterno,il video è fatto da me ) .
So che il consiglio è ovviamente una visita ,ma dato che siamo in fine settimana e la situazione mi preoccupa da giorni , secondo il vostro egregio parere , c'è da preoccuparsi? So che possono essere associate a SLA

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le fascicolazioni solo in minima percentuale sono associate a SLA e in questo caso di solito sono accompagnate da deficit motori che Lei non riferisce.
Inoltre l'età è certamente inconsueta per questo tipo di malattia, probabilmente si tratta di fascicolazioni benigne che, se persistono, vanno valutate mediante visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 415XXX

La ringrazio molto per la risposta Dottore, disturbi motori credo di non accusarne, quindi generalmente sono associate a disturbi motori? Possono essere causate da stress o ansia? La ringrazio per la risposta

[#3] dopo  
Utente 415XXX

Volevo aggiungere che ultimamente sono in casa, spesso seduto per studiare, e ogni tanto lavoro trasportando mobili. Può influire questo? Forse in casa ogni tanto mentre cammino il ginocchio cede, può essere sintomo?

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'origine ansiosa e lo stress sono tra le cause più frequenti di fascicolazioni, anche gli sforzi fisici possono contribuire alla loro insorgenza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro