Utente 464XXX
Salve, sono una ragazza di vent'anni, studentessa universitaria che attualmente sta vivendo un forte periodo di stress, unito a un prolungato ritardo mestruale e a generale sindrome premestruale. Dall'altroieri presento degli scatti lievi e di brevissima durata in qualunque parte del corpo, a primo impatto non ho dato molto peso essendo questi ultimi già stati presenti in maniera molto più sporadica nel corso della mia vita. Capitava infatti di rado che avessi un movimento involontario breve di un dito del piede, del polpaccio o delle mani, ma, ripeto, sempre in casi stanziati e mai ripetuti. Questa volta invece queste mioclonie (o fascicolazioni, non ne ho ben chiara la differenza) sono presenti già da due giorni, persistono durante le ore del giorno e prima di dormire, ma fortunatamente non interferiscono il mio sonno. Non ho notato perdita di forza e di tono muscolare negli arti e oltre a questo per adesso non ho rilevato altri sintomi affini. Tengo a precisare che ho la sensazione che a riposo aumentino, mentre quando sono in piedi impegnata in altre faccende tendo a non accorgermene, purché cosciente della loro presenza. Dunque non impacciano i miei movimenti, ma essendo io fortemente ipocondriaca e ansiosa, vorrei capirne la natura. E' consigliabile a questo punto una visita neurologica per scongiurare ogni tipo di problema neurologico, avendo solo come 'segni medici' queste mioclonie? Da giorni inoltre assumo un integratore di potassio e magnesio e non faccio e non ho mai fatto alcun uso di psicofarmaci e ansiolitici.
La mia mente ipocondriaca ma razionale tende ad escludere una SLA, cosciente che questa sintomatologia sia insufficiente ed errata per associarla a tale malattia, ma penso ad una SM, un inizio di epilessia o un tumore cerebrale che possa aver scatenato questi movimenti così improvvisi. Ho eseguito inoltre delle analisi del sangue risultate perfette.
Grazie per l'attenzione, grazie anticipatamente per la risposta.
Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia riportata sembra di verosimile origine ansiosa, infatti si manifesta come sintomo isolato in un periodo di forte stress. Inoltre avendo avuto tali sintomi, anche se più sporadici, in passato, non vedrei motivi di preoccupazione o di associazione a malattie importanti.
Veda il decorso, se regrediranno spontaneamente, bene, altrimenti effettui serenamente una visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro