Utente 595XXX
Buongiorno, spero di essere nella categoria giusta.
Premetto che mi sarei già rivolta al mio medico, se questi non fosse in un altro paesino e al momento assente.
Da qualche giorno ho forti mal di testa, persistenti anche alla classica bustina di Oki o di Aulin. Di solito nel pomeriggio diminuiscono da soli, e anche la nausea e i capogiri che li accompagna diminuiscono. Sabato ho avuto anche una leggera perdita di sangue dal naso mentre ero a lavoro. Sono fisicamente molto stanca, anche se mi impegno per continuare l'attività sportiva, seppur leggera, che pratico regolarmente, mi bruciano gli occhi senza lacrimare. Senso di oppressione al petto e mi si addormenta il braccio dx, anche mentre lo uso. Pressione nelle norma circa (non supera i 140 anche col mal di testa) ma battito cardiaco a tratti bassino (60-62 pulsazioni al minuto).
Inoltre i mal di testa mi rendono di cattivo umore, per usare un eufemismo.
Circa 50 gg fa ho fatto degli esami di sangue e tutti i valori erano nella norma, tranne quelli relativi al fegato, ma il medico mi ha detto che poteva essere dovuto al periodo festivo, quindi all'alimentazione sbagliata ed esagerata e all'uso di bevande alcoliche durante le feste. Ripeterò l'esame tra circa 15 gg.
Prendo inofolic combi dietro prescrizione del mio ginecologo, 2 al giorno, per cercare di avere il ciclo che oramai latita da mesi senza motivo.
E' possibile sia tutto stress o devo preoccuparmi e seguire mio marito che da giorni vorrebbe portarmi in guardia medica?
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
tenga distinti i due disturbi (cefalea e brachialgia) che riconoscono meccanismi patogenetici del tutto differenti. Limitandosi alla cefalea, da come la descrive, non parrebbe avere il carattere dell'emicrania ma potrebbe trattarsi di una cefalea di tipo tensivo ed essere in relazione con la condizione di stress da lei riferita. Non abusi degli antalgici e se il disturbo oltre un mese consulti un Neurologo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 595XXX

Grazie mille.