Utente cancellato
Salve,
Ho 24 anni e da circa tre anni dopo una leggera febbricola 37.2 ho una sensazione di disequilibrio come se il pavimento fosse instabile, vertigini soggettive tutto il giorno comunque solo sensazione perché non ho effettivi problemi di equilibrio. Ho preso microser e levopraid senza risolvere.E in questo periodo ho fatto alcune visite: neurologo, fisiatra e otorino tutte negative. Le uniche cose evidenziate sono state una malocclusione mandibolare , riduzione della lordosi cervicale e un'intolleranza al lattosio. Mi è stato detto che la malocclusione potrebbe esserne la causa ma non capisco perchè si è scatenato tutto con la febbre. Nonostante tali visite negative la mia preoccupazione resta sia perchè non ho ad oggi risolto le vertigini, sia perché nel frattempo mi è capitato di avere disturbi come formicolii diffusi, fosfeni e problemi di stitichezza e non so se si tratta di ansia come mi dicono( visto che è passato molto tempo) oppure si qualche reale problema neurologico. Vorrei qualche consiglio su come procedere a questo punto per risolvere queste vertigini.
La ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
I disturbi dell’equilibrio commisti ad altre vaghe manifestazioni del tipo di formicolio e malessere diffuso come lei riferisce nel suo resoconto anamnestico, essendovi una precedente valutazione neurologica ed ORL nella norma, orienterebbero piuttosto verso una cosiddetta “pseudo-vertigine “ che è una manifestazione di natura psicosomatica.
Ovviamente è un’ipotesi che deve essere suffragata dal riscontro clinico da parte del Neurologo cui le consiglio di rivolgersi nuovamente.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
505801

dal 2018
Innanzitutto la ringrazio per la risposta, quando sono andata dal neurologo mi aveva consigliato di fare una risonanza per tranquillizzarmi più che altro, io non l'ho fatta perché sono claustrofobica. Comunque vedrò di prenotare un'altra visita neurologica per verificare se possa essere una manifestazione psicosomatica.
Secondo lei quindi è da escludere che queste "vertigini" siano causate dalla malocclusione? Mi era stato consigliato di andare da uno gnatologo per mettere un bite che poteva essere la soluzione.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
se lei avesse solamente detto di avere disturbi di malocclusione avrei automaticamente girato la richiesta di consulto allo gnatologo. Poiché, invece, lei riferisce di una florida quanto variegata sintomatologia (come ad esempio il colon irritabile, i formicolii, la claustrofobia.....) che, mi creda, con la migliore buona fantasia non può essere attribuibile ad un difetto di posizionamento della mandibola, ritengo che sia consigliabile seguire la via maestra: cioè affrontare l'origine vera di questo disturbo (per l'esattezza "disturbo d'ansia di malattia"). Se vuole, legga anche il mio articolo che trova nella homepage di Medictalia.
Cari saluti
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/7755-paura-malattie-neurodegenerative-fa-cuore.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
505801

dal 2018
Seguirò il suo consiglio.
La ringrazio ancora e buona serata.