Utente 484XXX
Salve, mi sn una ragazza di 29 anni, 7 mesi fa sono stata operata di turb per carcinoma uroteliale ta g2... Successivamente ho fatto 8 instillazioni di mitomicina e a giugno una cistoscopia di controllo nella quale hanno riscontrato leuplachia... Il mio urologo mi ha sospeso la terapia e mi ha detto che sono intollerante... Dall ecografia c'è un ispessimento della vescica...
Ho alcune domande :
Cosa significa intollerante alla terapia? Nn posso più farla? Questa irritazione che ho passerà?
Adesso che nn faccio più terapia sono più esposta alle recidive? In caso di recidive, che terapia farò? Bquesto ispessimento è la leuplachia? Può trasformarsi in altro?

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La leucoplachia vescicale non ha nulla a che vedere con il tumore, è una manifestazione diversa e particolare che può essere collegata a situazioni di disturbi irritativi persistenti, quasi sempre in qalche modo legati all'influenza degli ormoni femminili. Non pensiamo vi possa essere relazione diretta con le istillazioni di mitomicina. Venebdo a queste ultime, l'intolleranza è piuttosto rara e si manifesta con disturbi irritativi che compaiono fin dalle prime instillazioni. Lei non ci fornsce dettagli sui suoi eventuali disturbi. In ogni caso, gli attuali protocolli prevedono un solo ciclo di mitomicina C, quindi non vi sarà necessità di ripetere, quantomeno a breve termine.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 484XXX

Dott. Piana la ringrazio moltissimo per la sua gentile risposta... Durante le istillazioni non ho avuto particolari disturbi, dopo la cistopia di giugno ho sofferto moltissimo di dolore e bruciore durante la minzione, l urologo mi ha detto che il punto in cui ha fatto la biopsia (collo vescicale) era una zona più antipatica. Quindi 8 instillazioni vanno bene, non mi resta che scongiurare delle recidive. Questo ispessimento vescicale, è dovuto a questa zona irritata, o può essere un inizio di cis?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
L'ipotesi di carcinoma in situ ci pare esageratamente pessimistica, comunque bisognerà vedere l'esito della biopsia eseguita, considerata la localizzazione sul collo-trigono vescicale probabilmente mirata su un'area di leucoplachia.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing