Utente 150XXX
Salve dott.ri, scrivo perché da circa due settimane continuo ad avere fascicolazioni soprattutto al polpaccio sinistro anche 24 ore su 24. Mi capita di non sentirle ma di guardarmi il polpaccio e rendermi conto che continua a muoversi durante tutta la giornata. A random queste fascicolazioni mi vengono anche sul braccio e in altre parti del corpo ma sono più rare rispetto a quelle sul polpaccio che sembrano essere sempre presenti. Inoltre mi capita durante la giornata di sentire sulle mani o sulle braccia come una sensazione di ragnatela che scompare se ci passo la mano sopra oppure la sensazione di sentire il sangue scorrere nelle vene. A tutti questi sintomi si aggiungono una debolezza estrema e una pesantezza agli arti soprattutto inferiori. Di cosa potrebbe trattarsi? Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la sintomatologia riferita sembrerebbe di origine ansiosa ma prima di arrivare a questa conclusione è corretto escludere altre condizioni per cui effettui in primis una visita neurologica, se negativa affronti tempestivamente il disturbo d’ansia rivolgendosi ad uno psichiatra per avere una diagnosi precisa ed un’adeguata terapia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 150XXX

La ringrazio dott.re per la sua tempestiva risposta. Sono già in cura per l’ansia da molti anni ormai e non ho mai avuto questo tipo di problema...lei esclude a priori malattie neurologiche perché i sintomi da me riferiti non sono importanti? Le chiedo perché se cerco su internet e scrivo i miei sintomi la SLA e la SM sono le prime ad uscire....capirà la mia preoccupazione. Una visita neurologica semplice può escludere queste malattie? La ringrazio infinitamente. Buona domenica!

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dalle caratteristiche che descrive non viene da sospettare le malattie che teme.
Lasci stare internet perché non può MAI avere uno spirito clinico.
Questo tipo di autodiagnosi è semplicemente assurdo!
Una visita neurologica può escludere le malattie in questione.

Buona domenica anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 150XXX

La ringrazio infinitamente dottore! Buon pomeriggio

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buon pomeriggio a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 150XXX

Buonasera dott.re e mi scusi se la disturbo nuovamente. Approfitto di lei per un consulto. Mi ero già consultata tempo fa con lei scoprendo poi di aver avuto un embolia polmonare non so se si ricorda di me. Mi era anche già successo di soffrire di emicranie e di avere degli episodi simil TIA che sono stati poi valutati come “emicranie con aurea”. Volevo chiederle in informazione, io sono in cura ancora con Xerelto da 20 mg, continuo a soffrire di emicranie...da ben 4 gg ho mal di testa più dal lato sinistro, oggi sembrava migliorato invece al lavoro ho incominciato ad avere confusione in testa, biascicavo le parole, non connettevo molto bene, mi sentivo le mani come se non avessero forza...ho continuato a stare così per più di un ora poi le cose sono andate migliorando. Ora é riapparso il mal di testa che sembrava essere migliorato ma io ho paura. É vero che si possono avere ictus o meglio tia anche se si é sotto anticoagulante? Ho il colesterolo un po’ altro (235) é vero che questo mi predispone all’ictus? Mi perdoni ma sono molto spaventata e non riesco a credere che possano essere solo emicranie con aurea....secondo lei come posso accertarmi di non avere dei tia? Grazie e scusi del disturbo....

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

certamente l'anticoagulante riduce di molto il rischio di ischemia cerebrale ma purtroppo non lo annulla.
Anche il colesterolo alto è un fattore di rischio per cui il consiglio è di controllarlo farmacologicamente, ne parli col medico curante.
Non c’è un esame per stabilire con certezza un TIA, infatti spesso la RM encefalica è negativa e all'ecodoppler dei vasi sovraortici non risultano problematiche significative.
In questi casi la diagnosi è clinica e di probabilità o di possibilità.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 150XXX

Buongiorno dott.re e grazie per la sua risposta. In pratica anche se prendo l’anticoagulante posso aver avuto un tia e questo comunque non potrei saperlo perché anche se andassi in pronto soccorso non verrebbe fuori. Quindi come mi dovrei comportare? Per quanto riguarda il colesterolo il mio medico al momento dice che non é così alto da intervenire farmacologicamente e che vista la mi età preferisce tenerlo controllato ed eventualmente intervenire. Dott.re la verità é che non so più cosa pensare...mi sembra assurdo credere che un mal di testa possa causare i sintomi che ho avuto. Grazie ancora di tutto.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la sintomatologia che ha precedentemente descritto teoricamente ci sta pure con un aura emicranica (aura afasica e aura sensitiva) ma una diagnosi differenziale con un TIA è difficile da farsi con certezza.
Si rivolga al Suo neurologo di fiducia.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 150XXX

La ringrazio per la risposta dott.re...ma se non c’e Modo di capire davvero se io soffra di emicrania con aurea o se ho dei tia anche se vado dal neurologo cosa cambia? scusi ma sono molto demoralizzata....

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

il neurologo, mediante un'accurata anamnesi, può darLe un parere di possibilità o di probabilità.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 150XXX

La ringrazio dott.re siccome devo andare dal neurologo per le fascicolazioni gli farò presente anche questo problema. Buon pomeriggio e grazie ancora della sua disponibilità. Saluti

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.
Bene, riferisca tutto al collega e, se vorrà, potrà farci sapere l’esito.

Buon pomeriggio anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro