Utente 322XXX
Buongiorno. Sono un ragazzo di 24 anni. Circa 3 anni fa per la prima volta avvertii uno strano sintomo, come una sorta di mille punturine (spilli) nella testa, gambe, braccia, schiena e un po' ovunque, accompagnate da una vampata di calore. Durò quanto ricordo meno di 1 minuti e passò, mi preoccupai ma non diedi peso alla cosa perchè non ebbe conseguenze. Questo problema nel corso di questi anni si è ripresentato alcune volte, sempre con la comparsa di quesi spilli qua e là, a volte più forti (quasi dolorosi, come delle scosse) a volte meno (quasi sensazione di prurito/formicolio e fastidio). Mi capitava per esempio ad inizio allenamento (gioco a calcio), qualche secondo di scarica e poi più nulla, oppure ricordo anche all'inizio della primavera 2018, lavoravo in giardino nelle prime giornate di calore dopo l'inverno e mi successe la stessa cosa, mi fermai un attimo e passò. Non ho mai dato peso alla cosa, collegando la cosa magari ad un cambio di temperatura, nè mai nè ho parlato col medico, fino a lunedì scorso. Preparavo cena in cucina e ho avuto una di queste "scariche" di spilli particolarmente forti nella testa e in generale nel corpo, mi sono preoccupato molto e ho fatto delle ricerche in internet uscendone completamente terrorizzato. Da lunedì scorso mi sento debole, sia nelle braccia che nelle gambe, anche solo a camminare ho la sensazione di non essere lucido e di essere debolissimo, da lunedì questi spilli si ripresentano più volte durante il giorno, mi sento in difficoltà a fare cose normali (scrivere al pc, suonare il piano) e a volte sento una sensazione di torpore diffusa negli arti, a camminare ci sono attimi in cui mi sento anche stordito.Ieri mi sono recato al pronto soccorso e ho esposto le mie paure (sclerosi in particolare), mi hanno fatto esami del sangue (tutto nella norma) e mi hanno prescritto visita neurologica e elettroencefalogramma che eseguirò venerdì. Al pronto soccorso la dott. mi ha detto che ero molto agitato, mi ha anche somministrato un tranquillante e mi ha detto che se avessi una sclerosi ci sarebbero già state evoluzioni importanti in 3 anni dal primo sintomo che accusai. Mi ha prescritto visita neurologica e elettroencef. per escludere queste mie paure. Detto questo, io sono terrorizzato e l'idea di dover aspettare fino a venerdì mi angoscia, ho paura e i sintomi non passano. Stamane mi sono svegliato anche con un mal di testa leggero. La visità e l'elett. che terrò cosa potrebbero indicare? Ci fosse effettivamente una malattia o qualcosa di grave risulterebbero dall'elettroencefalogramma e dalla visita neurologica ? Di cosa potrebbe trattarsi, tenendo conto dei sintomi che ho ? Sono davvero terrorizzato, tutto ciò che provo in questi giorni non mi sembra affatto normale e temo il peggio. Grazie per le risposte, cordiali saluti.
Davide

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro Davide,

la sintomatologia pregressa, quella caratterizzata da "scariche di spilli generalizzate" della durata di secondi sembra chiaramente di natura ansiosa.
Il resto dei sintomi che descrive mi pare di capire che siano insorti dopo avere letto in internet, è corretto?
Stia tranquillo, effettui la visita neurologica e veda cosa Le dirà il collega.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 322XXX

Ma può essere che queste "scariche di spilli" dipendano puramente dalla natura ansiosa? Anche perché in passato avvenivano anche in situazioni di tranquillità e non di ansia... Sì, i restanti sintomi sono insorti dopo aver letto in internet, ma mi sembrano reali.. sento debolezza sia nelle gambe, che nelle braccia e nella dita rispetto al solito, e in più questi spilli sono molto più frequenti negli ultimi giorni, non si sono mai presentati in maniera così frequenta... Di cosa si potrebbe trattare? Io ho il terrore della sclerosi. La visita neurologica ed elettroencefalogramma escluderebbero tale malattia? E dagli esami del sangue effettuati ieri sarebbe risultato qualcosa?
Grazie mille della risposta edella cordialità.
Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la durata brevissima delle "scariche di spilli" esclude una sm e avvalora l’origine ansiosa, tale condizione può manifestarsi in pieno benessere.
Il resto della sintomatologia, comparsa dopo avere letto in internet, conferma tale ipotesi.
Lei avverte i sintomi realmente perché sono reali, non inventati, soltanto che sono creati dal cervello.
L’EEG non è un esame utile per la diagnosi di sm, la visita neurologica invece è molto più attendibile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 322XXX

La ringrazioe per le risposte. Dopo la visita neurologica, quali sarebbero gli esami da effettuare per escludere definitivamente la sm?
Grazie ancora,
cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Una RM encefalica e midollare, ma solo se consigliata dal neurologo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro