Utente 120XXX
Buonasera dottori ,
mia madre di 82 anni ha una decadimento cognitivo e vari problemi di memoria (problemi accertati anche anche dal geriatra tramite vari test) in data 2 gennaio ha fatto una rmn all'encefalo senza contrasto. Vi riporto il referto:

QD: decadimento cognitivo,

Referto:
RM dell'encefalo eseguita mediante sequenze variamente pesate sui tre piani ortogonali.

Coi limiti dati da artefatti da movimento, non si osservano alterazioni focali in atto del segnale di risonanza delle strutture encefaliche; le sfumate subcentimetriche iperintensità sottocorticali biemisferiche sono ancora compatibili con alterazioni gliotiche di significato vasculopatico.
Lieve asimmetria dei corni temporali dei ventricoli, con minima iperintensità dell'ippocampo destro nelle sequenze a TR
lungo, di non sicuro significato patologico. Ectasia del sistema ventricolare.
Normali le dimensioni degli spazi liquorali periencefalici. Tonsille cerebellari in sede.

Io ovviamente non ci capisco un granchè, la Rsm è nella norma o c'è qualcosa che non va bene? Ho già fissato l'appuntamento con il geriatra a fine mese.

Vi ringrazio tanto della vostra cortesee attenzione al mio quesito. Rimango in attesa di una vostra risposta

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

da quanto si evince dal referto, quindi senza visionare direttamente le immagini, sembrerebbe che non ci siano cose importanti ma compatibili con l'età. Ovviamente il geriatra potrà dire di più avendo la possibilità di visionare l'esame.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 120XXX

Grazie mille Dottor Ferraloro per la sua risposta.
Mi perdoni, un'ultima domanda, se mia madre avesse eseguito la Rsm con contrasto, l'esame avrebbe potuto evidenziare delle anomalie che senza contrasto non si vedono?
Grazie ancora e le auguro una giornata

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

forse, e sottolineo "forse", col mezzo di contrasto si sarebbe potuto definire meglio la "minima iperintensità dell'ippocampo destro di non sicuro significato patologico".
Comunque non ne faccia un problema essendo soltanto qualcosa di "minimo" e visibile solo in un tipo di sequenza.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro