Utente
gentili dottori grazie per la vostra disponibilita',e tempestivita' nelle risposte
ho effettuato una rmn del cranio senza mdc per un controllo consigliatomi dal neurologo ,che segue mia madre per un adenoma ipofisiario,al quale ho confidato di avere spesso forti emicranee.Il risultato che ho avuto e' il seguente(scrivo le parti importanti)L'indagine ha evidenziato la presenza di alcune aree circoscritte di alterata intensita' di segnale,iperintense in dp e t2,localizzate nella sostanza bianca sottocorticale bilateralmente riferibili a zone di gliosi di significato aspecifico.Si segnala inoltre la presenza di piccola fomazione subcentrimetrica, ipotensa in t1 ed iperintensa in t2 localizzata nella regione pineale,riferibile verosimilmente a piccola formazione cistica:Presenza di alterazionidi natura flogistica a livello del seno mascellare dx.Il resto nella norma.Io ho letto qualcosa e ho prenotato una visita neurologica,ma nel frattempo potreste darmi delle delucidazioni,quello che ho letto mi ha messo molta paura.Grazie ancora per la vostra attenzione e buona serata.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
innanzitutto le dico di non avere paura di questo referto. La gliosi è una reazione difensiva del cervello di fronte a insulti, in genere ischemici, e non hanno significato clinico particolare. La dimensione della cisti è modesta e non provoca effetti compressivi. Ho dei pazienti portatori di cisti al cervello da alcuni decenni e non hanno alcun problema. Le consiglio di effettuare periodicamente dei controlli RM per verificare eventuali variazioni di volume. In ogni caso faccia vedere l'esame al neurologo che valuterà senz'altro meglio il suo problema.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
CONVERSANO (BA)
BARLETTA (BT)
MODUGNO (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Cara signora,

concordo con il Collega e non vedo motivi di apprensione.
Infatti la piccola formazione cistica individuata è un reperto casuale evidenziato nel corso della RMN; inoltre la "Presenza di alterazioni di natura flogistica a livello del seno mascellare dx" indica una comune sinusite mascellare. Infine "la presenza di alcune aree circoscritte di alterata intensita' di segnale,....,localizzate nella sostanza bianca sottocorticale bilateralmente riferibili a zone di gliosi di significato aspecifico" possono indicare un minimo interessamento della sostanza bianca che potrebbe essere avvenuto moto tempo addietro. Comunque se volesse approfondire tale piccolo problema, consiglierei di effettuare un ecocolordoppler TSA, esami completi del sangue con sreening delle trombofilie ereditarie, un ECG + ecocardiografia, la valutazione ripetuta della pressione arteriosa.
Cordiali saluti ed auguri.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#3] dopo  
Utente
egregi dottori ringrazio infinitamente per le vostre esaudienti risposte,effettuero' questa visita,ma e' possibile che queste cisti siano di natura maligna?grazie e buona giornata

[#4]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
innanzitutto la cisti è una sola, è minuscola e per definizione la cisti non è mai maligna. Stia tranquilla.
Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#5] dopo  
Utente
buonasera dottore,la ringrazio infinitamente per la disponibilta',ho effettuato una visita neurologica e mi e' stato consigliato di ripetere l'esame rmn con un mezzo di contrasto per definire la natura di questa cisti secondo lei e' necessaria?grazie per un eventuale consiglio e buona serata

[#6]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
per avere qualche dettaglio in più è consigliabile il contrasto ma ,le ripeto, stia tranquilla.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#7] dopo  
Utente
gentili dottori,sotto vostro consiglio e del mio neurologo ho effettuato un ecocardiogramma con seguente conclusione:

sospetta pervieta' del setto inteatriale con shunt sinistro destro;preservata funzione sistolica del ventricolo sinistro;disfunzione diastolica di I grado;minima insufficienza valvolare mitralica.
Utile completamento diagnostico con esecuzione di ecocardio con contrasto salino o transesofageo.

tutto cio' puo' essere causa della gliosi riscontrata nella RMN del cranio e' possibile che da questo ecocardio non si sia visto il problema
grazie infinite per la vostra disponibilia'

[#8]  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
4% attualità
12% socialità
CONVERSANO (BA)
BARLETTA (BT)
MODUGNO (BA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Cara signora,

è possibile che la pervietà del forame interatriale con shunt sinistro/destro (se confermato) possa essere la causa delle aree di gliosi individuate alla RMN.
Prosegua gli accertamenti consigliati dai cardiologi e ci faccia sapere.

Cordiali saluti ed auguri.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI

[#9] dopo  
Utente
gentili dottori,mia madre e' in ospedale per un intervento su adenoma ipofisario non secernente di diametro 2'5cmper via transfenoidale(spero abbia scritto bene),abbiamo fatto un colloquio pre operatorio dove ci hanno esposto dei rischi che non immaginavamo,mia madre ha 64 anni ipertesa,non ha mai subito interventi chirurgici,quali sono le percentuali di rischio su questo intervento?Grazie per la vostra attenzione

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile signora,
penso che a questo quesito potranno rispondere con più competenza ed esperienza i Colleghi neurochirurghi.
Porgendole i migliori auguri per la mamma, sposto il consulto in neurochirurgia.
Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro