Utente
Buon giorno, ho 35 anni e da vari mesi vivo un profondo stato di stress dovuto principalmente all'aumento di responsabilita lavorative. Ho avuto un significativo ritardo nel ciclo mestruale e per il quale ho fatto visita ginecologica e si è rivelato tutto a posto.
Due settimane fa ho iniziato a vedere appannato dall'occhio destro, con dolore alla testa e alla parte posteriore dell'occhio. L'oculista ha escluso qualsiasi lesione all'occhio e il sospetto, anche se una diagnosi certa non è stata fatta è che si possa trattare di neurite. Dopo una settimana dall'esordio la vista è nettamente e repentinamente migliorata e ho notato (sono psicoanalista) che in condizioni di stress ridotto la vista e il dolore alla testa miglioravano sensibilmente. Ieri ho fatto l'esame del campo visivo che ha rilevato una leggera difficoltà nella zona interessata. Non ci sono altri sintomi (né disperazione nei colori, né lampi, né altro) solo, ad oggi, un leggerissimo offuscamento.
Questa sintomatologia può essere ricondotta a una neurite? L'oculista mi ha dato come unica indicazione di fare un'ulteriore visita tra 3 mesi ma mi ha lasciato con molti dubbi e preoccupazioni. Cordiali saluti
Valentina

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

teoricamente è possibile l’ipotesi di neurite ottica ma si deve approfondire il caso con RM encefalica con studio selettivo delle vie ottiche e Potenziali Evocati Visivi (PEV).
Ne parlerei con un neurologo.
Ovviamente, come Le dicevo, l’ipotesi è solo teorica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la risposta!
Ho dimenticato di dire una cosa forse importante e cioè che porto abitualmente le lenti a contatto. Con gli occhiali ho la percezione che la vista sia perfetta. In ogni caso all'esame della vista sono stati rilevati 10/10 in entrambi gli occhi.
L'oculista mi ha detto che eventualmente maggiori indagini non sono urgenti e possono essere rimandate se ce ne fosse la necessità tra 3 mesi (forse perché il disturbo dopo una settimana era quasi completamente sparito, non ho ben capito). Posso aspettare o il sintomo richiede indagini immediate?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

l'oculista che l'ha visitata ha ovviamente in mano più elementi di noi per cui il Suo parere è attendibile.
Comunque se la sintomatologia è rientrata può rimandare a dopo le ferie eventuali accertamenti.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro