Utente
Buonasera,

perdonate il disturbo.
Sono Marco e vi scrivo perché ho trovato la notizia relativa alla correlazione tra SLA e colesterolo cattivo LDL.

E sono andato un po’ nel panico: ho il colesterolo cattivo alto rispetto ai parametri (150 mg/dL | 3.89 mmoI/L).
È una cosa ereditaria, mia mamma ci combatte da anni e così pure mio nonno.
Volevo capire, quindi, alcune cose:

1) volevo sapere se sia io che i miei familiari siamo a rischio SLA.


2) C’è un parametro del colesterolo LDL oltre il quale ci si può definire a rischio?


3) Se porto il colesterolo LDL nella norma sono, quindi, notevolmente meno a rischio?


4) È vero che le statine per abbassare il colesterolo aumentano rischio di SLA?


Ho fatto, inoltre, visita neurologica per intorpidimento gamba e braccio sinistro con risultato negativo.
Il neurologo non ha nemmeno richiesto di fare l’EMG.
Posso stare tranquillo?
Il neurologo ha scritto: sfumata ipoestesia alla mano sinistra e arto inferiore sinistro, stato ansioso.


Scusatemi, ma sono molto preoccupato e vorrei sapere di più sulla questione.


Vi ringrazio in anticipo e vi auguro buona serata.


Marco

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Marco,

non ci sono evidenze scientifiche riguardo i quesiti che pone.
La sla è una malattia rara, l'ipercolesterolemia LDL e il consumo di statine sono invece molto frequenti.
Lei ha lo stesso rischio della popolazione generale.
Riguardo l'ipoestesia, non è un sintomo di sla.
Stia tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille per la celere risposta, Dott. Ferraloro.
Solo una cosa: considerato che il neurologo non mi ha prescritto l’elettromiografia, vuol dire che non c’è bisogno di farla. Giusto?

Mi perdoni, ma sono entrato un po’ in ansia.

Grazie.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con visita neurologica negativa e senza sintomi di sla l'emg non viene richiesta, non serve.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie mille, Dottor Ferraloro.
Vorrei chiederle un’ultima cosa su alcune sintomatologie che ho fatto presenti anche al neurologo che non ha riscontrato niente. Visto che, soprattutto sul lato sinistro, mi si addormentano le gambe (in alcune posizioni), ho formicolii, spasmi muscolari (non frequentissimi), a volte ho sensazione di meno forza nelle mani (solo sensazione), ogni tanto in alcune posizioni del braccio (soprattutto sinistro) mi cadono oggetti (sembro maldestro) e ogni tanto è come se le gambe mi cedessero (non contemporaneamente, a volte una, a volte l’altra. Ed è più una sensazione di cedimento), possono essere causati dalla colonna lombosacrale?
Ho fatto RX nel 2016 (non faccio sport e ho vita sedentaria, quindi la situazione è, forse, peggiorata) e diceva questo:
Deviazione sn convessa del tratto dorsale, con controcurva dorsale ed iniziale rotazione metamerica a tale livello.
Segni iniziali di spondilosi a carico del tratto dorsale.
Presenza di ernie intraspongiose di Schmorl a livello della limitante superiore di D5, D12.
Ridotta la fisiologica lordosi lombare.
Ridotto lo spazio intersomatico compreso tra L5, L’11.

Che ne pensa?
Glielo chiedo perché, soprattutto la sensazione di cedimento delle gambe, la ricollego alla schiena. Come se, facendo alcuni movimenti, ci fosse quella sensazione lì. Magari è solo un pensiero mio e non c’entra nulla, ma credo lei saprà darmi spiegazioni.

La ringrazio infinitamente, attendo suo gentile riscontro e le auguro buona giornata.

Marco

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una correlazione con problematiche della colonna lombosacrale è possibile per gli arti inferiori, mentre la colonna cervicale potrebbe avere un ruolo nella sintomatologia degli arti superiori.
Le consiglio una visita neurologica ed un eventuale approfondimento diagnostico mediante RM dei tratti cervicale e lombosacrale qualora il neurologo dovesse ritenerla opportuna.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Grazie Dott. Ferraloro,
ho fatto la visita neurologica nemmeno un mese fa, gli ho fatto vedere anche le RX fatte e il referto, ma il neurologo non mi ha prescritto nulla. Nemmeno l’elettromiografia. Mi ha detto solo di perdere peso ed essere meno ansioso.
Sono anche andato da un fisiatra che mi consigliato ginnastica posturale e dieta.
Secondo lei devo ripetere la visita neurologica?
Grazie mille e buona giornata.
Marco

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Marco,

se ripetere la visita neurologica Le da tranquillità nulla vieta di effettuarla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Gentile Dott. Ferraloro,
la ringrazio. Io essendo un ansioso mi farei una visita al giorno per tranquillizzarmi.
Mi dica lei se, a distanza di un mese, consiglia di rifarla. Pur sapendo, come ho sottolineato, che il neurologo aveva già visto la RX non prescrivendomi niente. Se c’è necessità, a suo avviso, e sulla base di quello che le ho scritto, ne prenoto un’altra. Se lei la rifarebbe, insomma, perché da quello che le ho scritto ha notato sintomatologie sospette.
Grazie.
Marco

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Marco,

dopo appena un mese ritengo che la visita neurologica non sia necessaria, stia tranquillo.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Grazie mille e buon fine settimana anche a lei.
Marco