Utente
Buonasera, referto Rmn encefalo: in corrispondenza della sostanza bianca sopratentoriale, a sede sottocorticale frontale sinistra, si osserva un unico nucleo di elevato segnale nelle immagini a TR lungo, da riferire a focolai gliotici a base aspecifica.

Allo stato non si osservano altre aree di segnale alterato né di anomala impregnazione di m. d. c.
paramagnetico a carico del restante tessuto encefalico.


Lo studio di diffusione non ha mostrato alterazioni a carico del tessuto encefalico riferibili a lesioni in fase acuta-subacuta.


Presenza di diverticolo aracnoideo intrasellare (sella vuota).


Ventricoli laterali in sede e di forma regolare, ma ampi ed asimmetriche, per prevalenza di quello destro.

Terzo e quarto ventricolo sulla linea mediana.


Lieve spianamento degli spazi sub aracnoidei pericerebrali, con regolare morfologia degli spazi liquorali pericerebellari.


Posizione bassa delle tonsille cerebellari, in assenza di alterazioni morfologiche e di segnale a loro carico.


Soffro di vertigini, terribili emicranie, spesso intorpidimento del viso.

Grazie a chi può iniziare ad aiutarmi a capire.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
il referto della Risonanza che lei ha riportato nel suo resoconto anamnestico non mostra elementi di definito significato patologico che possano essere posti in connessione patogenetica con i suoi disturbi. Tuttavia taluni aspetti meritano di essere meglio indagati.Mi riferisco al reperto di empty sella che andrebbe valutato dal punto di vista endocrinologico ed alla condizione di Chiari1, inerente cioè alla ectopia delle amigdale cerebellari, che potrebbe anche essere implicata nella fenomenologia clinica che caratterizza la sua sintomatologia. Ciò comporta, ovviamente, un approfondimento anamnestico ed un attento esame neurologico, che dovrebbe essere eseguito da uno Specialista.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Innanzitutto la ringrazio per la risposta data! Nel frattempo ho effettuato, un nuova risonanza cervico dorsale con tale esito:

Ridotta la fisiologia lordosi cervicale. Focale ernia discale posteriore molle in C4-C5 che comprime lo spazio subaracnoideo anteriore, lambendo il midollo. In disco intersomatico C5-C6 presenta una lieve e diffusa protrusione del profilo posteriore, con impronta a sede mediana sullo spazio subaracnoideo anteriore.
Canale vertebrale di normale ampiezza
Nella norma per morfologia e segnale il midollo cervicale
Regolare rappresentazione della giunzione cranio-spinale
Non evidenti focali alterazioni del segnale spongioso vertebrale
Midollo dorsale di regolare morfologia ed intensità di segnale.
Potrebbe essere così gentile da darmi un ulteriore parere? Grazie infinitamente

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Rileggendo il suo succinto resoconto anamnestico ("Soffro di vertigini, terribili emicranie, spesso intorpidimento del viso") posso solo dirle che il reperto della RM del segmento del rachide cervicale non risulta essere per nulla implicato nella patogenesi dei disturbi riferiti. E' opportuno che si rivolga ad un Neurologo che supplementi con maggiori dettagli l'indagine anamnestica e la valuti clinicamente, per indirizzarla per una terapia appropriata e per eventuali ulteriori indagini sussidiarie.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio nuovamente per la celere risposta, la nuova risonza era stata prescritta per escludere un' eventuale Arnold Chiari. Mi hanno prospettato la possibilità di un idrocefalo, vista la prima risonanza e per tale sto assumendo farmaci in attesa di conferme. Credevo, invece , di poter addurre all'ernia riscontrata
parte dei miei problemi. La sua esperienza invece mi chiarisce che non è così. Sarebbe chiederle troppo avere un consiglio su eventuali altri approfondimenti da poter fare per arrivare alla causa dei miei problemi? La ringrazio ancora, in ogni caso per la sua gentilezza e disponibilità

[#5]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Paziente (e cara concittadina),
c'è più di un elemento da considerare nell'ambito della sua fenomenologia clinica, ma lei comprende che attraverso un consulto online è alquanto arduo. Occorrerebbe vedere le indagini che lei ha eseguito e valutare realmente il tipo di Chiari; è necessario approfondire sotto il profilo anamnestico i disturbi prevalenti (emicrania e vertigini). Suppongo che abbia già contattato un Neurologo al riguardo, cui può fare riferimento.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it