x

x

Esito risonanza magnetica

Salve,

a maggio 2018 ho fatto una risonanza magnetica encefalo senza mdc sotto consiglio di un neurologo per strani sintomi legati alla testa (sentivo brividi e strane sensazioni) , dall'esame era emersa "un'area di alterato segnale a livello di sostanza bianca sottocorticale frontale sinistra".


il neurologo mi ha rassicurato dicendomi che si trattava di una gliosi e che non mi dovevo preoccupare e che dopo 6 mesi avrei potuto ripetere l'esame solo per mia maggiore tranquillità.


Ho ripetuto l'esame dopo un anno (maggio dello scorso anno) sempre senza mdc e dal risultato l'area di gliosi è rimasta invariata.

la risonanza nella norma ma dal referto si evidenzia "in sede pontina paramediana sinistra una tenue alterazione di segnale di probabile significato artefattuale ".

Il radiologo per questo mi ha consigliato una nuova risonanza a distanza di 6 mesi.

in quell'occasione ho esteso la risonanza anche al rachide cervicale è il referto è stato " perdita della fisiologica lordosi cervicale con tendenza alla rettilineizzazione.

A livello c4-c5 si rileva minima protusione discale mediana che impronta l'astuccio durale.

In sede C5-c6 ulteriore protusione discale mediana con impronta durale.

canale vertebrale di ampiezza nei limiti.

regolare rappresentazione della corda midollare.

"
Per il neurologo e il mio medico di famiglia non è necessaria un'ulteriore risonanza ma io continuo ad avere sensazione di testa pesante, sonnolenza, bruciore agli occhi, fastidi al collo (come rigidità) e lieve senso di vertigine costante.

Continuo a fare le mie attività quotidiane, i fastidi non sono debilitanti ma mi continuano a preoccupare e mi chiedo se un'eventuale anomalia evidenziata a in sede pontina paramediana possa creare disturbi di questo tipo.



grazie mille
un saluto
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,6k 2,1k 23
Gentile Utente,

l'areola gliotica invariata alla seconda RM indica qualcosa di pregresso. La sfumata alterazione in sede pontina invece è stata interpretata dal neuroradiologo come un probabile artefatto.
In ogni caso, anche in presenza di una vera alterazione, questa non giustificherebbe la sintomatologia descritta.
La sensazione di testa pesante e di dolore, la rigidità del collo sono compatibili con i reperti riscontrati a livello cervicale.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
va bene , quindi anche per lei non sarebbe necessario ripetere una risonanza ?

la ringrazio per la disponibilità e celerità di risposta.

un saluto
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 70,6k 2,1k 23
Gentile Utente,

se non dovessero insorgere nuovi sintomi concorderei con quanto Le hanno già detto i medici che ha consultato.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio