Utente
Salve gentili dottori,

2 giorni fa mi hanno dato due pugni lato destro della testa, all'inizio sono andato leggermente sotto shock e mi sono poi steso e addormentato.


Ora avverto dolore alla zona destra con senso di pressione mi sento confuso e ho difficoltà o comunque sforzo ad aprire l'occhio destro specie di sera con dolori specie se tocco la zona presa in considerazione.


Ho prenotato una Risonanza magnetica per lunedi ovviamente privata, è l'esame più appropriato?
Si vedono anche le ossa oltre che il cervello?
Questi sintomi fanno pensare a qualcosa di grave?
Ho paura non mi passi... vi ringrazio di cuore

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
i sintomi che ha riferito nel racconto anamnestico sono attribuibili in massima parte alla contusione dei tessuti molli pericranici e ciò non deve destare eccessiva preoccupazione. Indubbiamente la risonanza è un esame estremamente dettagliato, ma nell'immediato avrebbe anche potuto eseguire una radiografia diretta del cranio per escludere la presenza di eventuali fratture nella zona di impatto traumatico. Nel caso la cefalea assuma carattere continuo, può essere opportuno che si faccia controllare da un Neurochirurgo. Se desidera ulteriori ragguagli sui traumi cranici può leggere il mio articolo di cui le allego il link.
Cordialmente
https://www.medicitalia.it/salute/neurologia/203-trauma-cranico.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio per la risposta...

Ho effettuato la risonanza e dal referto nonnè uscito nulla.
La sensazione di pressione continuo ad avvertirla.
Con occhio che fatico ad aprire specialmente di sera.
Ho prediletto la risonanza come esame ,poichè mi avevano riferito fosse più precisa .

Comunque quando tocco sento molliccio ... mi scusi per la domanda... ma con la risonanza non si sarebbe dovuta denotare eventuale frattura? Mi consiglierebbe eventualmente una radiografia , sarebbe sufficiente..?

La ringrazio ancora per la sua disponibilità .

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Credo che la cosa più opportuna, se a distanza di tanti giorni persiste la sintomatologia riferita, sia di farsi controllare da un neurochirurgo.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it