Utente
Buongiorno dottore,
dopo una uscita in Mountain Bike, due domeniche fa, piuttosto impegnativa di 4 ore.

Ho avuto un formicolio al mignolo e all'anulare della mano destra per tutto il resto del giorno.

Solitamente questi formicolii passano dopo alcune ore, invece ancora oggi ho una sorta di insensibilità del mignolo e dell'anulare e un fastidio in tutto il braccio fino alla spalla.

Cosa mi consiglia di fare?

Consideri che il lunedi e martedi successivi ho preso un antinfiammatorio ma con nessun risultato di rilievo.

Il mio medico di famiglia mi ha consigliato di assumere una compressa alla mattina di ANEDOX 800.

Sono due giorni che assumo il farmaco ma 9 giorni che ho il disturbo descritto.


Grazie cordiali saluti

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Utente,
dalla sua anamnesi si desume che sia in atto una brachialgia destra con particolare irradiazione al IV e V dito. Ciò potrebbe essere indizio di una radicolopatia a carico delle ultime radici cervicali C6-C7, oppure un coinvolgimento del nervo ulnare. Dal punto di vista diagnostico, a parte una preliminare valutazione neurologica, potrebbe essere opportuno eseguire una risonanza magnetica del rachide cervicale ed una elettromiografia a carico dell'arto superiore destro. Ciò consentirebbe di differenziare se il disturbo sia di natura radicolare o più periferico (tronculare) per intrappolamento del nervo nel passaggio attraverso la doccia olecrano-epitrocleare al gomito.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno, nel ringraziarla per la celere risposta.
Ho provveduto alla richiesta al mio medico di base di prescrivermi una visita specialistica.

Esclude totalmente che possa essere solo una infiammazione dovuta alla non corretta posizione della mano sul manubrio?
Se il disturbo dovesse diminuire nel tempo che tipo di segnale sarebbe?

Grazie cordiali saluti

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La propagazione del disturbo dal braccio alle dita della mano lascia ipotizzare che possa essere in atto un coinvolgimento della radice spinale o al più del solo tronco del nervo ulnare.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it