Terapia cefalea tensiva..aiuto??

Salve dottori.
Ringrazio il dottor Ferraloro per la sua disponibilità nel precedente consulto.
Ho chiesto un secondo parere neurologico e dopo una ulteriore visita risultata negativa per paura della sm, il neurologo mi ha diagnosticato una cefalea tensiva con somatizzazione ansiosa, e mi ha prescritto il laroxyl + magnesio.
Avverto comunque pesantezza alla testa e a livello della fronte che mi impedisce di leggere o di concentrarmi molto, mi provoca inoltre senso di fiato corto quando parlo troppo e così via...
Devo prendere tre gocce la sera e dopo 7 giorni aumentare a 4 per un mese.
Chiedo se a questo dosaggio l'amitriptilina sia terapeutica, o è basso?
Grazie mille.
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Ragazzo,

la risposta all'amitriptilina varia da un soggetto all’altro, tuttavia Le posso dire che molti pazienti hanno ottimi risultati già con 4-5 gocce. Se per Lei fossero poco efficaci, almeno dopo 20-30 giorni, lo riferisca al neurologo che potrebbe aumentare il dosaggio.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore. Ho assunto il farmaco tre volte , non vorrei farmi suggestionare troppo dagli effetti collaterali, ma ho letto che tra i più comuni ci sono problemi alla vista. Come lei sa sono due mesi che vivo nel terrore della sm, pur non presentando sintomi caratteristici e considerando anche tutti gli esami effettuati. Adetto mi sembra di vedere un po' meno nitido, e sto di nuovo crollando nella paura, principalemenre di non riuscire a distinguere tra i sintomi e gli effetti del farmaco oppure una mia suggestione. Qualche settimana fa ho fatto anche una visita oculistica completa con fondo dell'occhio, è stato riscontrato solo un lieve astigmatismo ipermetropico che a quanro pare ho sempre avuto, secondo lei posso stare traquillo?? Devo fare altri esami?
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Ragazzo,

a mio avviso può stare tranquillo, ha fatto la visita oculistica e non è stato riscontrato nulla d’importante.
Vediamo il decorso e stia sereno.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottore sono all'ottavo giorno di terapia, assumo 4 gocce. Le volevo chiedere una cosa , anche se non è il suo campo. Quando tutto iniziò ebbi un attacco di panico( come diagnosticato in p.s.). Qualche settimana fa dopo aver fatto una salita immensa cominciai ad accusare tachicardia e palpitazioni, mi preoccupai molto pensavo di poter morire e mi venne di nuovo quell'attacco e sentivo il cuore esplodere. Feci ecg ed ecocardiogramma. Secondo lei è assimilabile ad un attacco di panico o dovrei approfondire ?
[#5]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Ragazzo,

da quanto scrive sembrerebbe un attacco di panico essendo simile al precedente che è stato diagnosticato al P.S., peraltro in seguito ha effettuato pure ecg ed ecocardiogramma con esito negativo.
Ovviamente non Le posso dare certezze.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#6]
dopo
Utente
Utente
Dottore, sono un po' preoccupato perchè stamattina sembra essere cambiato qualcosa. Prima avvertivo solo pesantezza, senza dolore. Stamattina mi sono svegliato con dolore pulsante a livello della fronte lato sx, che se premo sulla zona non sento più. È possibile che la cefalea sia peggiorata con il laroxyl? È assimilabile sempre alla cefalea tensiva? Cosa mi consiglia di fare dottore.
[#7]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Può essere sempre la cefalea tensiva ma deve riferirlo al neurologo qualora il problema dovesse persistere.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#8]
dopo
Utente
Utente
Salve dottore , il neurologo mi ha fatto interrompere gradualmente il laroxyl, perchè secondo lui il mio problema non è la pesantezza sulla base dei miei sintomi e sulla base di tutti gli esami effettuati ha avanzato due ipotesi: 1) problema ansioso
2) un problema non neurologico.
Le riassumo gli esami fatti in quesit due mesi:
Elettrocardiogramma, ecocardio, 3 visite neurologiche con 2 neurologi diversi, rm encefalo+ cervicale, visita oculistica, visita endocrinologica + ecotiroide( riscontrata una modesta ipoecogenicità del parenchima ).
I miei sintomi: quando sono coricato sto relativamente bene , in piedi sento senso di respiro corto con leggero fastidio al centro del petto che si accentua quando parlo un po' troppo; a volte pesantezza alla testa con tensione , come un'aurea che avvolge la parte posteriore; salendo le scale arrivato alla fine percepisco il battito cardiaco accelerato con senso di terrore, ma non ho fiatone o stanchezza.
Dottore mi scusi per la lunghezza, ma non so più dove sbattere la testa..sono quasi passati tre mesi. Il neurologo ha escluso malattie neurologiche come mi disse anche lei, e pensa ad un problema ansioso o ormonale. La sua opinione per me è molto importante, cosa ne pensa di cio'?
[#9]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Ragazzo,

in effetti concordo con quanto detto dal neurologo, infatti l’origine ansiosa dei Suoi disturbi è possibile ma non tralascerei nemmeno condizioni non neurologiche, di che tipo? Sinceramente non saprei, potrebbe rivolgersi ad un internista.

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#10]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio per il suo aiuto dottore, e prenderò in considerazione il suo consiglio.
[#11]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Prego.

Buona serata

Dr. Antonio Ferraloro

[#12]
dopo
Utente
Utente
Salve gentile dottore, ho deciso di fare una visita psichiatrica perchè i sintomi non vanno via, a volte sto meglio altre peggio,ansia immotivata con senso di fiato corto, respirazione difficoltosa, pressione alla testa. Ho eseguito: ecg, ecocardio, holter ecg, rm encefalo+midollo, analisi del sangue complete, 3 visite neurologiche , tutto negativo. Le volevo chiedere se tutto questo può configurarsi come un disturbo d'ansia, e se potrò trarre giovamento da una terapia farmacologica dallo psichiatra , ho 19 anni non voglio più stare così.
[#13]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Ragazzo,

se tutti gli esami e le visite specialistiche sono negativi è possibile che la sintomatologia abbia un'origine ansiosa, in tal caso la visita psichiatrica è certamente indicata. Veda cosa Le dirà lo specialista.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#14]
dopo
Utente
Utente
Salve gentilissimo dr. Ferraloro, torno per aggiornarla sui sintomi che sono molto migliorati, e la pesantezza ormai la avverto molto raramente, segno che l'ansia ed il panico ne fossero i reali fattori scatenanti. C'è però una cosa che mi capita da un po' , quando ad esempio metto le gambe in posizioni strane, ad esempio incrociate oppure tale da esercitare una compressione, dopo poco sento un leggero formicolio soltanto alla pianta del piede (questo avviene bilateralmente) che scompare a sua volta dopo poco pur mantenendo ancora la stessa posizione(ovviamente se cambio posizione il formicolio sparisce immediatamente). Ho fatto alcuni mesi fa rm encefalo + midollo, ho paura possa trattarsi di demielinizzazione che in seguito a leggera compressione si manifesta...cosa ne pensa ? La ringrazio in anticipo
[#15]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Gentile Ragazzo,

una compressione del nervo è probabile, causata da alcune posizioni ma una demielinizzazione NON è influenzata dai movimenti e dalle posture e persiste invariata per diversi giorni o settimane.
Quindi...

Cordialmente

Dr. Antonio Ferraloro

[#16]
dopo
Utente
Utente
Dottore esclude anche un problema circolatorio? È da attribuire esclusivamente a compressione? La ringrazio ancora.
[#17]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 67,1k 2k 23
Non vedo caratteristiche per pensare un problema circolatorio.

Dr. Antonio Ferraloro

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio