Utente
Salve a tutti, sono un ragazzo di 27 anni
Da circa 6 mesi soffro di una "cefalea muscolo tensiva, " in realtà però già da qualche mese ero in uno stato di forte stress principalmente lavorativo e famigliare, giusto per farvi un esempio, a fine gennaio la sera prima di un nuovo lavoro non riuscivo a prendere sonno (mi capita sempre) con l'unica differenza che il tutto era accompagnato da una forte nausea tensiva con vomito.
Il giorno dopo mi sono comunque recato a lavoro e per i 2 giorni successivi ho avuto leggera nausea.
La cefalea è incominciata qualche settimana dopo questo evento, (dopo una lite in famiglia) , con lieve mal di testa costrittivo e dolore cervicale, peggiorava enormemente con nausea e mal di testa intenso, dopo sollevamento pesi o anche con una semplice corsetta o comunque in stati di forte stress!! La cefalea è stata stabile e non invasiva ma costante fino a 15 gg fa, quando dopo il medesimo è identico sforzo in palestra, la cefalea è peggiorata moltissimo, è tornata la nausea e il dolore era pulsante (non martellante) in quasi tutta la testa, ma mi sentivo principalmente la zona cervicale e frontale (occhi-naso) veramente molto costretta e solo a premere la zona cervicale mi saliva la nausea, stranamente il tutto si alleviava quando mi distendevo e chiudevo gli occhi.
Fin dalla prima adolescenza ho sempre avuto questi forti mal di testa, principalmente quando stavo sotto al sole senza cappello o senza occhiali da sole e in presenza di temperature torride e tutt'ora mi succede, ma a differenza di allora che mi bastava una dormita per far passare tutto, ora è cronica.
Fino a qui tutto "normale" penserete, se non fosse che da circa 5 giorni in preda di un altro forte attacco di ansia ho cominciato a percepire strane sensazioni al braccio sinistro con lieve sensazione di scossa elettrica nella parte alta del polso e della mano a volte si estende anche in alcuni punti dell'avambraccio a volte mi sembra vada a fuoco, e peggiora tantissimo quando ci penso e sono in ansia, una sensazione simile mi succede alla gamba sinistra ma molto meno intensa, in entrambi i casi non è presente appena sveglio, ma peggiora durante la giornata e soprattutto quando ci penso (non ho formicolio o debolezza) il tutto associato a sensazione di poco equilibrio, anche se non ho problemi di equilibrio o debolezza alle gambe.
Mi sono precipitato al pronto soccorso e mi hanno detto di stare tranquillo, in quanto qualche mese prima, avevo eseguito una RM encefalo e tronco encefalico, risultata negativa e che se ci fosse stata una presenza organica, si sarebbe vista già da i primi sintomi.
Sono comunque molto preoccupato, cosa può essere?
Causa Covid il primo consulto dal neurologo c'è l'ho il 28 agosto, (prenotato il 28 marzo)... Ovviamente ho provato a informarmi in internet ed è uscito di tutto.
Morale della favola, cerco di restare più positivo possibile ma devo assolutamente uscire da questa situazione, che mi sta bloccando in tutti gli ambiti della vita.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio Paziente,
Lei si riconosce ansioso e sa di soffrire di cefalea di tipo tensivo, che è uno dei più frequenti corollari della somatizzazione dell’ansia, per cui non deve stupirsi se possano affiorare anche altre manifestazioni legate allo stato ansioso. Nel contesto di una cefalea di tipo tensivo è sempre possibile che si inseriscano episodi di cefalea di tipo emicranico quale parrebbe essere l’episodio caratterizzato da dolore più violento. Il disturbo che ha riferito a carico dell’avambraccio potrebbe essere costituito da una sindrome del tunnel carpale, ovviamente amplificato dal suo stato emozionale.
Senza peritarsi di fare autodiagnosi attraverso il web, che la getterebbero nel terrore, aspetti con molta calma di essere visitato dal neurologo oppure chieda un video consulto che intanto potrebbe rasserenarla.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dr Mauro per avere risposto al mio consulto. Questo 2020 è sicuramente il periodo peggiore della mia vita, sono momentaneamente schiavo dell'ansia, non posso allenarmi, non posso lavorare, non posso divertirmi come vorrei a causa di questa maledetta cefalea, purtroppo sto scoprendo che internet può essere un arma a doppio taglio. Ho letto che la SM si può manifestare anche con sintomi lievi e non per forza invalidanti, ora che sto scrivendo sono in ansia, il fastidio che avverto in alcuni punti dell'avambraccio sono presenti anche sulla gamba sinistra, ma sono appunto fastidi e non dolori invalidanti. Inoltre lo specialista che mi aveva visitato al PS, mi ha detto che sono disturbi riconducibili alla mia epicondelite, ma boh, non so come sia possibile, dato che non ho mai avuto questi problemi quando effettivamente avevo l'epicondelite, ora si va dal bruciore, sensazione di caldo freddo, a volte formicolio a volte sensazione di leggera scossa elettrica, a volte niente, inoltre lei mi assicura che sono solo problemi da stress? Passeranno? Se fosse SM o simili avrei altri sintomi?

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Le rispondo con notevole ritardo....causa ferie, intanto ringraziandola per la cortese recensione.
La malattia che lei teme tanto può dare inizialmente manifestazioni subdole, ed è vero, ma comunque costituite non da sintomi soggettivi, quali quelli lamentati da lei, ma rappresentate da deficit neurologici obbiettivamente riscontrabili che sono il correlato delle lesioni anatomiche prodotte nel sistema nervoso centrale. Tra l'altro lei stesso, con senso critico, riconosce che siano disturbi non invalidanti. In ogni modo, l'epicondilite causa dolori a carico dell'avambraccio e non anche a carico dell'arto inferiore. Consulti, se il disturbo persiste, un neurologo per essere rassicurato.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente
Salve Dt. Mauro, avevo visto il suo messaggio già mercoledì, ho aspettato però a risponderle in quanto, ieri ho effettuato una visita oculistica, mentre stamattina avevo la visita dal neurologo, in modo da darle anche una risposta più precisa in merito a tutti i sintomi. L'oculista mi ha visitato e mi ha rassicurato dicendomi che i miei occhi sono sani e non ci sono patologie e il dolore che percepivo è che tutt'ora ho(credevo di avere una neurite), è dovuto al fatto che ho sempre trascurato il mio astigmatismo e ora è peggiorato abbastanza e che addirittura la mia cefalea potrebbe scomparire o diminuire dopo che gli occhi si saranno abituati, mi ha prescritto occhiali correttivi, da portare a vita, tutto il giorno... La visita neurologica di oggi è andata bene, la dottoressa che mi ha visitato ha controllato bene la risonanza e mi ha confermato che il cervello è sano, poi, dopo l'esame neurologico manuale, mi ha riconfermato che non ci sono patologie neurologice e che tutti i miei disturbi potrebbero essere dovuti all'ansia che mi sono porto dietro da anni e che non ho mai curato come si deve. Tutto ciò ovviamente mi ha rasserenato, ma purtroppo i sintomi oggi soprattutto sono ancora presenti anche se in modo leggermente minore, ho percepito i soliti formicoli nei solito punti, pizzicore etc, mentre ieri stavo un po' meglio.
La dottoressa mi ha consigliato di iniziare un percorso di terapia con un buon psicologo. Attualmente sono ancora preoccupato per questi sintomi, che peggiorino o che siano un campanello d'allarme per qualcosa di più grave.
Sono attualmente in un Limbo.

[#5]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Lei non deve inseguire ossessivamente malattie...che non ci sono. Questa è l'essenza del disturbo da ansia di malattia. Segua il consiglio della collega che l'ha rassicurata sia sulla integrità del suo cervello che dell'esame neurologico.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente
Guardi Dt. Mauro, spero veramente che tutti sti disturbi siano "solo" Ansia, ora è uscito un nuovo fastidio, a tratti mi sembra di avere l'orecchio sinistro tappato e acufeni. Ma il formicolio che non presenta intorpidimento, si manifesta pian piano fino ad arrivare ad un formicolio di media intestità e brrve durata, che principalmente sorge quando sono a riposo e in modo persistente, é solo Ansia? Perché durante una camminata non avverto questi sintomi o perlomeno sono molto ridotti? Quando il formicolio mi deve far veramente preoccupare? Sono quasi 3 settimane che avverto questi sintomi.
Mi scusi comunque per l'insistenza, ma sto cercando risposte e conforto, per riuscire a uscire da questa tremenda situazione

[#7]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
L'essenza del disturbo da ansia di malattia è esattamente questo: cercare costante rassicurazione che tuttavia non sortisce l'effetto desiderato perché il paziente si addentra sempre più in soliloqui che ben poco hanno a che vedere con la sua concreta realtà clinica.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#8] dopo  
Utente
Ora proverò a seguire la terapia che mi ha consigliato la dottoressa, ovvero Stiliden sciroppo per cercare di contrastare l'ansia, intanto per un mese, aumentando la dose in modo graduale, sperando veramente basti solo questo. Intanto, stamattina mi sono alzato alle 3 e non ho più dormito, sudorazione, vampate di calore, sbalzi di temperatura, non riuscivo a stare calmo. Ho provato a misurarmi la pressione ed era perfetta, massima 130 minima 70, non avevo tachicardia, ma comunque è stata dura, ho provato a prendere 15 goccie di En e la situazione è leggermente migliorata in quanto sono riuscito ad addormentarmi. Intanto la ringrazio per il supporto morale. La aggiorno, sperando di scriverle che sto migliorando e che i sintomi sono scomparsi.

[#9] dopo  
Utente
Mi scusi Dt Mauro, se chiedo di nuovo un suo consulto in così breve tempo, speravo di contattarla per dirle che i sintomi stavano migliorando, invece stanno peggiorando!!
Da ierasera ho cominciato ad avere un minzione eccessiva!! Non ho dolore ne bruciore fortunatamente, ma sento questo bisogno di andare in bagno, quasi ogni ora. Tutto è cominciato ierisera, dopo una sensazione di bruciore durata 1 secondo al glande, ho cominciato a pensare e a preoccuparmi per questa sensazione e dopo qualche ora mi sono accorto che sentivo il bisogno frequente di "andare in bagno" dalle 21e30 a mezzanotte sarò andato in bagno 5 6 volte. Mi sono alzato più volte la notte per andare in bagno passando l'ennesima notte in bianco, il tutto accompagnato da una forte preoccupazione. Stamattina mi sono alzato e stavo bene, non sentivo necessità di andare "al bagno", poi dopo un leggero attacco d'ansia ho ricominciato a percepire questa sensazione, riesco a controllarmi fino ad un certo punto, poi devo per forza andare al bagno Da questa mattina ad ora, ho minzionato 5 volte controllandomi, ma sicuramente stasera succederà altrettante volte. La cosa strana è che la minzione è normale, il colore è a volte trasparente a volte normale. Fra 2 settimane ho l'appuntamento dal psicoterapeuta specializzato in disturbi d'ansia, sperando di ricevere la soluzione a tutti questi problemi. Questa stamattina ho cominciato un percorso dall'osteopata, che mi ha detto che sono bloccato in vari punti della zona spalle dorso e che devo riabituarmi alla soglia del dolore, che in questi mesi si è notevolmente abbassata. Poi mi ha fatto un ulteriore esame neurologico più completo, e a detta sua, in questo momento non ho nulla da fare pensare a qualcosa di grave. Un altra cosa strana, è che quando è comparso questo nuovo sintomo, gli altri sintomi (formicoli- pizzicore-vampate) sono molto diminuti, parallelamente percepivo una forte tensione/dolore nella zona pelvica e bisogno di "andare al bagno". Cosa mi sta succedendo?

[#10]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
A prescindere dai disturbi che ha più volte riferito, forse sarebbe opportuno consultare il proprio medico di famiglia per questa pollachiuria, il quale potrebbe ritenere indicato eseguire indagini specifiche oppure un consulto urologico.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#11] dopo  
Utente
Grazie mille per aver risposto così rapidamente.
Domani chiamo il medico di base e riferisco quello che mi sta succedendo in questi giorni. Ma tutto questo è molto strano Perché comunque ho uno stile di vita sano, bevo rarissime volte bibite zuccherate, anzi bevo molta acqua e mangio frutta e verdura, i reni hanno sempre funzionato alla grande.
Il sintomo peggiora quando sono disteso.
In piedi e seduto riesco a controllare abbastanza lo stimolo, anche diverse ore.
La tengo aggiornato.

[#12]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Attendo sue nuove
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#13] dopo  
Utente
Dt Mauro, sono felice di dirle che il problema alla minzione è migliorato in questi giorni, dopo la sera di domenica scorsa, non ho più avuto attacchi di minzione incontrollata. Ho tenuto sotto controllo le minzioni in questi 3 giorni, e non ho superato le 8 9 volte giornaliere. Mi sono accorto però che il fastidio aumenta quando devo uscire indipendentemente da dove vado.Stamattina mi sono alzato alle 8 e fino ad ora non ho sentito bisogno di andare al bagno e la notte, a differenza di domenica, non mi sono più svegliato con la sensazione di vescica piena. Purtroppo sono notevolmente peggiorati i formicoli a mani e piedi che non mi hanno fatto dormire stanotte, con notevole aumento del mal di testa e dolore oculare al risveglio, penso e spero solo a causa del pessimo sonno di questi giorni. Un altra cosa che In questi giorni mi sta dando fastidio sono gli occhiali. Mi spiego meglio, i primi giorni da quando ho iniziato a portare gli occhiali correttivi avevo subito notato un miglioramento sul mal di testa e sul dolore medio inteso agli occhi, da ieri però ho notato un peggioramento di entrambi, non so se dovuto al poco sonno, non so se dovuto al fatto che gli occhiali dovrei portarli a detta del centro dove li ho ordinati, "solo" quando leggo, o guardo la tv e nelle situazioni dove gli occhi sono sotto sforzo, mentre il medico che mi ha visitato mi ha consigliato di portarli sempre o almeno il più possibile, é strano perché al momento da lontano vedo meglio senza occhiali che con gli occhiali , mentre da vicino vedo meglio con. Comunque sia ora il problema che mi sta più dando preoccupazione sono i formicoli che non passano, in quanto non sono prolungati ma sono fastidiosissimi.

[#14]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Vedrà che se riesce a rilassarsi anche queste manifestazioni si attenueranno.
In bocca al lupo!
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it