Amitriptilina e aumento ponderale

Buongiorno
Per cefalea tensiva cronica mi è stata prescritta in questi anni terapia con amitriptilina (prima con laroxyl e poi con mutabon mite).

In entrambi i casi ho riscontrati leggeri benefici per il mal di testa ma notevolissimi incrementi ponderali, nell'ordine di 7-8 kg nel giro di poche settimane, nonostante fossi stato avvisato del possibile effetto collaterale spiacevole e quindi fossi stato attento nell'alimentazione.
Desideravo chiedervi a riguardo
a) E' possibile che amitriptilina provochi aumenti di peso indipendentemente dall'alimentazione sotto controllo?
Vuol dire che agisce sballando il metabolismo?

b) E' vero (come mi è capitato di leggere) che i kg presi con queste cure sono poi più difficili da smaltire rispetto al solito?

c) Per la cefalea di tipo tensivo, esistono alternative efficaci rispetto all'amitriptilina?

Grazie per un riscontro e saluti
[#1]
Dr. Fabio Antonaci Neurologo, Neurofisiopatologo 38 1
Buonasera,
l?amitriptilina non va certo data ad un soggetto in sovrappeso e comunque va ora ridotta e sospesa . Occorre vedere la diagnosi a questo punto. Se cefalea censiva occorre pensare a terapie farmacologiche e non differenti dalla attuale. Ritengo sia utile vederla per effettuare une same neurologico . Venga a trovarmi a pavia o Monza e concorderemo il trattamento più idoneo al suo caso . Mi contatti via mail
cordialità

Prof. Fabio Antonaci
medicinadellecefale@gmail.com

Mangiare in modo sano e corretto, alimenti, bevande e calorie, vitamine, integratori e valori nutrizionali: tutto quello che c'è da sapere sull'alimentazione.

Leggi tutto