Utente
Salve ecco il referto di mio padre:
Gli studi ordinari sulla conduzione nervosa delle fibre sensitive dei principali tronchi nervosi degli arti sono normali.

Diffusa assonopatia arti inferiori
Non blocchi di conduZione
Le onde F derivate dai edb ah apb abdv sono ipoevocaboli
Emg ad ago dei muscoli innervati Miotomi c7 t1 Di destra e l3 l4 ed s1 Rileva riscontri Neurogenici:
-diffusa denervazione in corso
- potenziali motori ingranditi
-numero ridotto Di unità motorie a contrazione massimale
Reperti compatibili Con una malattia dei neuroni di moto...
Tempo fa mio padre fece rx con i seguenti risultati
Spondilosi diffusa con osteofitosi
Lieve listesi l2-l3 con fenomeni sclerotici a carico dei piatti contrapposti.

Può essere sla oppure tutto può derivare dai problemi alla schiena?
grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

come già recita il referto, l'esame è compatibile con una malattia del motoneurone, tuttavia non si possono escludere cause lombosacrali per cui è indicata anche una RM lombosacrale se ancora non effettuata.
Quali sintomi presenta Suo padre?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Ha dolore al ginocchio e alla gamba e cammina zoppo.. purtroppo ho avuto altri casi in famiglia e io a 28 anni ho anche delle fascicolazioni credo che sia arrivata anche la mia ora

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

considerata l'entità della diagnosi è normale sentire un secondo parere, meglio se in un centro specializzato per questo tipo di malattie o presso un neurologo che si occupi principalmente di malattie del motoneurone.
Per Lei starei tranquillo, solo le fascicolazioni non giustificano i timori.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
egregio dottore sono arrivati i risultati della risonanza.

rachide cervicale
alterazioni morfologiche e strutturali di tipo degenerativo spondilosico , ipointensi fenomeni disidratativi dischi intersomatici
il midollo non presenta alterazioni

lombare
alterazioni morfologiche e strutturali di tipo spondilosico osteofitosico dei metameri
protusione posteriore degli anelli fibrosi l4-l5 ove si estende ad interessare i rami intervertebrali specie lato di destra a tale livello concomita fissurazione postero laterale bilaterale anello fibroso.
s1 modesta protusione e fissurazione radiale dell' anello fibroso posteriormente .
regolare il segnare del cono midollare e delle radici della cauda.

detto cio dottore l EMG puo essere uscito male per questi problemi? grazie

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la RM può giustificare almeno una parte della sintomatologia di Suo padre, tuttavia è necessario visionare direttamente le immagini dell'esame e correlarle con i riscontri della visita neurologica per cui Le rinnovo l'invito a rivolgersi ad un neurologo possibilmente presso un centro specializzato, come Le dicevo sopra.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Egregio dottore purtroppo dopo 10 giorni di ricovero in reparto di neurologia la sentenza è arrivata.
Ora la mia paura si fa sempre più forte per le mie fascicolazioni.
Detto ciò esiste qualcosa o qualche farmaco sperimentale per rallentare la malattia in qualche modo ?
Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi dispiace tanto per la conferma della diagnosi.
Attualmente l'unico farmaco approvato per la sla è il riluzolo che può rallentare il decorso, altri ce ne sono in fase di sperimentazione.
Un grosso in bocca al lupo per Suo padre.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro