Sbandamenti senso di stordimento cervicale specialista esami

Salve da qualche anno ho problemi causati da sensazioni di sbandamento, spesso si tratta di episodi lievi che con il tempo ho imparato a gestire.
Altre volte la sensazione è più forte e tale da farmi preoccupare che mi stia accadendo qualche cosa.
Certi giorni mi capita anche anche di avere un senso di stordimento e stanchezza, i miei riflessi sembra rallentati e faccio più fatica a fare le cose anche le più semplici.
Quando ho questi episodi di stordimento i fenomeni di sbandamento si fanno più frequenti e più forti.
Sempre in questi casi faccio più fatica a leggere e la luce mi dà fastidio.
Sempre collegato a questi fenomeni ogni tanti si presenta anche una sensazione di irrigidimento muscolare.
Aggiungo che da tanti anni soffro di cervicale ed ho un problema ricorrente di tappo di cerume all'orecchio destro, però i sitnomi di cui sopra si soo presentati sia in presenza che in assenza di dolori cervicali e/o tappo di cerume.
In passato mi sono rivolto a vari specialisti (neurologo, endocrinologo, otorino) senza successo ognuno mi ha proposto la propria diagnosi e cura ma non ho avuto risultati.
L'unica cosa che mi ha aiutato tanto è l'attività fisica che mi dà sollievo anche nell'immediato quanto mi trovo in questa condizione.
Se mi sveglio con un pò di pesantezza spesso mi aiuta fare una bella camminata oppure un pò di sport, anche se non risolvo del tutto ma i sintomi si fanno più lievi.
Una cosa che stavo dimenticando di dire che a volte ho la sensazione di sbandamento a seguito di un movimento o rotazione della testa o del corpo, la sensazione è quella di un ritardo con la messa a fuoco delle immagini.
Vorrei una volta per tutte escludere che non ci siano cause organiche legate ad esempio alla cervicale, piuttosto che problemi di circolazione, o altro volevo chiedere che tipo di specialisti mi suggerite di contattare e gli esami da fare (analisi, ecg,...).
Purtroppo fino ad oggi non ho trovato un medico che per questo problema ha saputo consigliarmi con approccio multidisciplinare un percorso completo dalla A alla Z di indagini da fare, per arrivare come minimo ad escludere alcune cause e possibilmente identificare le possibili cause.
Il medico di base non è stato di aiuto.
Come potete capire, non vi chiedo la soluzione ma un consiglio su come muovermi per evitare di passare da uno specialista all'altro senza criterio.
[#1]
Dr. Otello Poli Neurologo, Algologo, Esperto in medicina del sonno 6,8k 188 51
Buongiorno

con tutti i limiti imposti dal consulto a distanza che per sua natura non può sostituire una visita medica effettuata di persona...

...La sintomatologia che riferisce appare polimorfa e pertanto può avere cause differenti (disturbi del rachide cervicale, una genesi otogena, una otolitiasi e naturalmente è importanteuno studio anatomico/morfologico dell'Encefalo mediante RM ed uno studio funzionale dell'attività bioelettrica cerebrale mediante EEG.

Sono solo indicazioni generiche poiché questo consente il consulto a distanza.

Se crede può contattarmi per una prima visita di persona cosi da orientarsi nella scelta di eventuali accertamenti strumentali.

In ogni caso le consiglio una nuova Visita Neurologica dalla quale proseguire l'itet diagnostico e successivamente terapeutico.

Cordialmente

Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa