Stordimento, cefalea, parestesia mano, etc. ipotensione liquorale ? Con malformazione di Chiari

Buongiorno.

Dopo operazione di stabilizzazione vertebrale (viti + cage, con asportazione del disco con ernia) L5-S1 per voluminosa ernia nel giugno 2020, subito nei giorni successivi avvertivo forte infiammazione a tutta la colonna vertebrale.
Circa due settimane dopo l'intervento è insorta forte sensazione di infiammazione anche alla nuca, fotofobia e fonofobia, con sensazione di testa che scoppia e confusione mentale.
Un mese dopo l'operazione, inizio di forte dolore intrascapolare e parestesia / anestesia mano sinistra, disturbi che tuttora proseguono.
Successivamente sorti nausea ed episodi di fischio nell'orecchio destro.

Da RM encefalo risulta discesa delle tonsille cerebellari di 8 mm (malformazione di Chiari 1), con ridotto flusso liquor nella cisterna cerebello-midollare.

Ad oggi, oltre ai disturbi sopra descritti, forte ed invalidante stordimento nel movimento e vista offuscata.

Potrebbe trattarsi di ipotensione liquorale?
Insorta e successiva ad operazione?
Cosa fare?
O altre ipotesi di diagnosi?

Grazie per la cortesia nella risposta.
Cordiali saluti.
[#1]
Dr. Marco Moresco Neurologo, Algologo 18 1
Buongiorno,
il quadro clinico sembra molto suggestivo di ipotensione liquorale considerati i tempi di insorgenza della sintomatologia cefalica in seguito all' intervento sulla colonna L-S e il dato di RM con riduzione del volume cisternale e la discesa dell' encefalo con Arnold-Chiari tipo I.
L' esame diagnostico da effettuare in tempi brevi è la RM della colonna L-S per ricerca di eventuale fuoriuscita di liquor in spazio epidurale, con studio mielografico.
Un cordiale saluto.

Dr. Marco Moresco

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dr.
Perdoni l'ignoranza, per studio mielografico intende con una puntura nel tratto cervicale o lombare, con prelievo di una certa quantità di liquor, e successiva iniezione di mezzo di contrasto radiopaco ? Dalla Sua risposta ha approfondito e appreso dell'esistenza della mielografia, che (perdoni leggo Wikipedia) sarebbe più chiarificatrice nei casi di pazienti come me con placche metalliche nella colonna (perché poi chiedo?) È corretto ? Solo che se così fosse, avendo già discesa delle tonsille, il prelievo di liquor è sconsigliato...
[#3]
Dr. Marco Moresco Neurologo, Algologo 18 1
Salve,
non ha parlato di mielografia ma di RM con studio mielografico. L' esame può essere fatto contestualmente alla misurazione della pressione liquorale mediante puntura lombare ovviamente senza prelievo di liquido.
In ogni caso la scelta di eseguire una Rm o mielo-TC è a giudizio del neurochirurgo che l' ha in cura in accordo con il neuroradiologo.
Cordialmente

Dr. Marco Moresco

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie della precisazione dr.
Ho letto che in caso di ipotensione liquorale, anche in casi in cui non sia stata individuata la perdita, tra le soluzioni che vengono tentate c'è il blood patch, ma non ho ben compreso da quale figura eventualmente viene effettuata questa manovra: neurochirugo ? neurologo ? .... ?
[#5]
Dr. Marco Moresco Neurologo, Algologo 18 1
Buongiorno,
sempre il neurochirurgo in collaborazione con il radiologo.
Cordialmente

Dr. Marco Moresco

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa