Utente 243XXX
Salve,scrivo in quanto preoccupata per mio figlio di tre anni compiuti ad Agosto.Il bambino è nato 15 gg prima della data presunta del parto,parto naturale senza particolari problemi.Gli esami post-nascita non hanno rilevato nulla,a parte l'esame uditivo durante il quale non hanno rilevato otoemissioni nell'orecchio dx.Il tutto è stato minimizzato riconducendo la difficoltà al probabile liquido amniotico presente ancora nell'orecchio del bambino.Col passare degli anni ho notato delle difficoltà del bambino,intanto tutt'ora il bambino ha evidenti lacune linguistiche,non elabora frasi,ha una conoscenza limitata delle parole..cosa molto preoccupante,non risponde alle domande!neppure alla semplice "come ti chiami?",confrontandomi con le educatrici all'asilo riferiscono scarsa attenzione,iperattività,lamentano la necessità di chiamarlo piu' volte per richiamare la sua attenzione e alle loro richieste il bambino non sembra capire..Io confermo tutto ciò,stesso comportamento a casa!Ora abbiamo portato il bambino dall'otorino che piu' volte non ha rilevato otoemissioni a suo dire per il catarro presente nell'orecchio,riferisce che i suoni importanti li sente...A novembre andremo in un centro per sordità infantile per ulteriori esami.In ogni caso,mi preoccupa molto il suo comportamento,il fatto che non risponde alle domande perchè non capisce cio' che si chiede,la poca attenzione,iperattività...Sono molto preoccupata,un bambino di tre anni non dovrebbe essere cosi' limitato anche nelle relazioni con gli altri,non cerca gli altri bambini,preferisce giocare da solo.

[#1] dopo  
Dr. Adriano Raffaele Principe

24% attività
0% attualità
12% socialità
BENEVENTO (BN)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2014
Cortese Mamma,
nei bambini spesso il ritardo del linguaggio non è collegato alla capacità uditiva.
Le educatrici sicuramente hanno osservato il bambino in un modo diverso da quello che lei ci sta riportando adesso.

Le consiglio di rivolgersi oltre che all'otorino ad uno Psicologo dell'infanzia o ad un Neuropsichiatra.

Per avere una diametrale completa, come è prassi nel reparto dove lavoro abitualmente, si procede con un day Hospital presso la neuropsichiatria infantile. Nel tal caso verrà effettuerà una visita neuropsichiatrica infantile che le è di aiuto per verificare la neurologia, le capacità ed il linguaggio del bambino; una visita con l'otorinolaringoiatra per verificare tramite potenziali evocati o simili se il bambino percepisce tutte le frequenze sonore ed una visita psicologica per verificare questo presunto comportamento disattentivo.

Cordialmente,
Dr. Adriano Raffaele Principe
Psicologo Infanzia e Adolescenza - CTU -
Psicoterapeuta Psicoanalitico
Collaboratore Università di Chieti