Utente 280XXX
Buonasera, ho 28 anni e ho avuto in tutto 4 episodi di emicrania con aura (il primo all'eta' di 11 anni subito diagnosticato come una paresi a frigore, e gli altri 3 nel 2009-2010-2012). Il mio neurologo non ha mai dato importanza a questa emicrania e non mi ha mai prescitto nessun esame da fare.
Io mi sto un po' spaventando perche' leggendo sul internet ho visto che per le donne che soffrono di questa patologia c'e' un aumento del rischio di emorragia celebrale. Io non prendo la pillola, non fumo e sia il colesterolo che i trigliceridi sono nella norma. Idem la pressione. Ho paura pero' di un prossimo ipotetico futuro attacco. Dovrei fare degli accertamenti? Visto che ho avuto questi episodi soffro quasi certamente di forame ovale pervio? Il mio medico mi ha detto, guardando l'ecocardiografia, che e' tutto a posto. Ma davvero basta solo quell'esame per vedere? Grazie per le vostre risposte.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

si tranquillizzi e non si faccia prendere dalla paura.
Mi pare che Lei non abbia nessun fattore di rischio per malattie cerebrovascolari.
Inoltre gli episodi sono molto distanziati nel tempo.
La diagnosi l'ha fatta un neurologo?
Sul forame ovale pervio La invito a leggere il seguente articolo.
https://www.medicitalia.it/minforma/neurologia/1440-pervieta-forame-ovale-ed-emicrania-parere-neurologo.html
L'ecocardiografia transtorarica (quella comunemente utilizzata) non è completamente attendibile.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 280XXX

La ringrazio per la risposta.
Si dal neurologo sono andata (ultima visita circa due anni) il quale mi aveva detto di non preoccuparmi che essendo episodi cosi' distanti nel tempo non sono pericolosi. Solo che quando e' successo mi sono spaventata molto e ho sempre paura di un nuovo attacco.
Lui mi ha parlato di possibili esami al cuore da fare (non andando pero' nel particolare) che peró non mi ha mai prescritto perche' dice che non occorre eseguirli.
Quando ho avuto l'ultimo attacco (l'anno scorso) l'ho chiamato per prenotare una visita e mi ha detto che me l'avrebbe fatta solo per tranquillizzare me e non perche' ce ne fosse davvero il bisogno di farla.
Ogni quanto bisognerebbe fare la visita dal neurologo? Dovrei tornare secondo lei e parlargli di questa mia paura?
Grazie mille

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dopo due anni sarebbe opportuno effettuare un controllo neurologico anche per esporre le Sue preoccupazioni.
Comunque mi sentirei di tranquillizzarLa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro