Utente 312XXX
Salve,
sono una ragazza di 22 anni e volevo chiedere dei chiarimenti riguardo la rm encefalo e tronco encefalico a cui mi sono sottoposta. Ecco il referto: esame eseguito nelle sole condizioni di base. Non si evidenziano alterazioni dell'intensità del segnale del tessuto cerebrale a sede sovra e sotto-tentoriale. Come di norma la rappresentazione del corpo calloso e del tronco encefalico fino alla giunzione bulbo-spinale. Si apprezza segnale iper-intenso e disomogeneo a provenienza dal seno trasverso di sinistra, reperto meritevole di approfondimento diagnostico per escludere una trombosi dei seni durali. Si segnalano inoltre ridotte dimensioni dei condotti uditivi interni e scarsa riconoscibilità delle strutture labirintiche, in particolare a destra. Il sistema ventricolare è in asse, simmetrico, normo ampliato. Normo rappresentati gli spazi liquorali della volta e della base. In merito ai reperti segnalati si consiglia prosecuzione delle indagini con rm encefalo + rm angolo ponto cerebellare ed Angio rm venoso per lo studio dei seni durali.
Si tratta di qualcosa di grave? Mi devo preoccupare? Vi ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

preoccuparsi no, occuparsi certamente sì!
In base ai reperti riscontrati nella RM encefalica senza mezzo di contrasto è corretto approfondire il problema mediante gli esami diagnostici consigliati dal neuroradiologo, così come si legge nel referto.
Perché ha effettuato la RM encefalica? E' seguita da un neurologo?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 312XXX

Salve dottore,
La ringrazio per la risposta. Ho effettuato la rm per cercare di risalire alla causa delle mie vertigini di cui soffro da ormai 6 mesi. Ho fatto due visite neurologiche prima di sottopormi a questo esame dalle quali non è emerso nulla di particolare. In entrambe le visite mi è stata consigliata la rm e così l'ho effettuata. Il mio medico di base mi ha consigliato di eseguire un ecodoppler transcranico prima di procedere con gli altri approfondimenti. Lei cosa ne pensa? Volevo precisare anche che ho fatto tutti gli altri accertamenti quali visita otorino (2, risultate entrambe negative con i relativi esami audiometrico e vestibolare), tac encefalo (negativa), analisi del sangue (tutti i valori nella norma), ecografia della tiroide (nella norma). L'unico esame dal quale era risultato qualcosa di problematico era la rx cervicale dalla quale è emersa una rettilineizzazione della lordosi, una lieve scoliosi del rachide cervicale e una parziale sinostosi delle vertebre c2-c3. In seguito sono stata visitata da un fisiatra che mi ha consigliato una terapia con massaggi con tecnica cranio sacrale che ha peggiorato notevolmente le mie vertigini tanto da rendermi impossibile qualsiasi attività e in seguito all'interruzione della terapia ho consultato un altro fisiatra il quale mi ha consigliato un normale ciclo di fisioterapia che non prevedeva manipolazioni particolari ma un lavoro più leggero che riguardava in particolare la parte muscolare al quale seguivano degli esercizi per il collo che continuo a fare anche a casa. Al momento ho finito la terapia ma il mio problema non è risolto. Le vertigini potrebbero dipendere da quanto è risultato dalla risonanza? La ringrazio molto,
Cordiali saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

in generale è possibile che le vertigini siano causate dalle alterazioni riscontrate a livello labirintico, ovviamente non possiamo sapere se è questo il Suo caso. Si rivolga ad un neurologo che La possa anche seguire nel tempo qualora ci fosse bisogno.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 312XXX

Salve dottore,
La ringrazio per la disponibilità.
Cordiali saluti